30 Maggio 2020

Betty Noel, dal cortile di casa al PSG per giocare a calcio

scritto da

    Correre dietro a un pallone in un cortile perché lo fa tup fratello maggiore e poi finire a giocare nel Paris Saint Germain. Potrebbe essere riassunta così la carriera sportiva di Betty Noel, calciatrice francese che per realizzare il suo sogno ha dovuto volare in Australia. D'altra parte Betty ha chiaro che "giocare a calcio ti insegna la leadership e il carisma. In qualche modo devi farti strada, fino a trovare il tuo posto nella squadra". E lei ha trovato il proprio posto non solo nella squadra ma anche nella vita. Oggi Betty è una giocatrice di calcio, allena i ragazzi e fa la giornalista sportiva. E pensare...

28 Maggio 2020

Nello sport si scelgono i talenti, perché nelle aziende no?

scritto da

      Una cosa che si impara praticando sport è che le nazioni che hanno i maggiori successi in una determinata disciplina, sono quelle che hanno una base più ampia di praticanti fra i quali cercare i propri talenti. Questa base ampia genera grande interesse nelle persone, veicolando il lavoro di allenatori e talent scout che ben conoscono i ruoli sportivi e le caratteristiche necessarie per ricoprirli al meglio. Questo tipo di conoscenza permette una ricerca di talenti priva di stereotipi legati a etnie o caratteristiche culturali, bensì basata sulla selezione di capacità tecniche, tattiche e fisiche misurate sulle reali...

27 Maggio 2020

Olimpiadi, il gioco di squadra per le medaglie anche individuali

scritto da

    "Non mi interessa essere una leader, ma far parte di un team vincente" . Questa frase che potrebbe sembrare provenire da un qualsiasi membro di una squadra sportiva è invece della giornalista americana Jane Pauley e si riferisce al team di persone con cui collabora nella sua professione. La metafora sportiva e della squadra è sempre più legata al mondo professionale e capacità come leadership, conduzione dei gruppi, orientamento agli interlocutori e gestione dei conflitti sono evidentemente e fortemente sinergiche con gli sport comunemente definiti “di squadra”, E le altre discipline? Quelle abitualmente...

15 Maggio 2020

Gli atleti azzurri tornano in pista grazie a Mondo

scritto da

      L’esercizio dei prossimi mesi? Declinare fantasia e collaborazione. Ce lo sta dicendo l’epidemia, con le sue privazioni e le sue storie di speranza. Ce lo dice anche l’iniziativa della Mondo Sport&Flooring a favore di Davide Re, Ayomide Folorunso, Elena Vallortigara, Luca Lai e Martina Caironi, azzurri della Nazionale di atletica. Anche loro rinchiusi in casa dal Coronavirus e obbligati a sedute di allenamento via web, senza l’odore dei campi di allenamento o il vento dietro alle spalle. Poi, l’iniziativa partita da Chiara Davini, la loro manager, in collaborazione con Mondo, azienda di Gallo d’Alba,...

02 Maggio 2020

Fase2, ecco cosa posso e non posso fare dal 4 maggio

scritto da

        Devo tornare a lavorare, posso portare i miei figli dai nonni? Devo ritirare un cucciolo di cane fuori regione, posso andarlo a prendere? Voglio spostarmi nella mia seconda casa fuori regione, posso andarci? Le domande che rimbalzano nelle chat di whatsapp e nei gruppi online sono diverse. Tutti cercano di capire cosa si potrà e non si potrà fare da lunedì 4 maggio. Alcune indicazioni vengono dalle risposte date sul sito del governo alle domande più frequenti. Ma attenzione, bisogna sempre controlalre sia cosa dicono el ordinanze della vostra regione sia cosa hanno deciso i singoli comuni. Il Dpcm del 26...

30 Aprile 2020

Postcovid, per la ripartenza non bastano le decisioni dei leader

scritto da

Dopo quasi due mesi di lockdown da Covid-19 ci stiamo preparando alla ripartenza. Da quanto si legge negli ultimi giorni, appare chiaro come una particolare attenzione venga riposta nel ruolo dei leader; sembra che tutti si aspettino che, in ogni tipo di contesto lavorativo, economico o politico che sia, da loro e solo da loro possa arrivare una ipotetica rinascita. Ma sono davvero i capofila alla guida di imprese, organizzazioni e istituzioni gli unici protagonisti nella risalita dal baratro creato dalla pandemia? E i loro follower? Sebbene il termine faccia subito pensare ai social network e ai loro frequentatori, faccio invece...

19 Aprile 2020

Calcio, le ragazze della nazionale mica stanno a pettinare le bambole

scritto da

    Il 10 luglio 2006 un aereo atterra all’aeroporto di Pratica di Mare. È un volo molto particolare: riporta in Italia la Nazionale di calcio che il giorno prima, in una finale drammatica sportivamente parlando, ha vinto la sua quarta Coppa del mondo battendo ai rigori la Francia all’Olympiastadion di Berlino, Germania. Su quell’aereo, insieme al calciatori azzurri, al ct Marcello Lippi e a “lei”, la Coppa, c’è anche un giovane giornalista meno che trentenne. È uno dei pochissimi giornalisti ammessi: il suo nome è Alessandro Alciato. Tredici anni dopo, un altro Mondiale e ancora una maglia azzurra...

26 Marzo 2020

Basket, per la presidente del Brescia Leonessa è giusto fermare lo sport

scritto da

    "L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo sta impattando in modo sostanziale su tutti gli ambiti della nostra vita e ha già cambiato le nostre abitudini radicalmente. Proprio per questo motivo, sono convinta che sia stato assolutamente corretto decidere di fermare anche lo sport, senza nessuna distinzione". Graziella Bragaglio, imprenditrice attiva nel bresciano e presidente della Basket Brescia Leonessa, sa bene cosa sta affrontando la sua città e l'intero Paese dal momento che opera proprio in ambito sanitario ed è amministratore unico del Poliambulatorio Oberdan. "Non dobbiamo fuggire dal problema, ma piuttosto...

22 Marzo 2020

Covid-19, ecco come si allenano a casa le calciatrici in 5 video

scritto da

    Andrà tutto bene. Sì, ne siamo certi. E’ giusto essere ottimisti, fiduciosi. Questa è l’eterna sfida dell’essere umano: pensare che il domani sarà sempre migliore. Si tornerà a parlare, non solo al telefono. Torneremo ad abbracciarci, a baciarci, a camminare, a correre. A portare fuori i nostri bambini. Torneremo alle nostre abitudini. Ma per il momento è giusto seguire una sola e semplice regola: stare a casa. Vale per tutti. Anche e soprattutto per gli atleti. E le atlete. Come le ragazze del calcio femminile che avevano appena iniziato ad assaporare la gioia della ribalta grazie allo splendido Mondiale in...

16 Marzo 2020

Covid-19, lo stop allo sport non ferma le campionesse italiane

scritto da

    Tutto lo sport italiano è fermo per decreto della presidenza del consiglio dal 9 marzo scorso, per far fronte all’emergenza coronavirus. Prima di allora, comunque, l’attività aveva già avuto diverse ripercussioni. Il primo stop registrato è probabilmente quello della partita Italia-Scozia, valido per la terza giornata del Sei Nazioni femminile. L’incontro, in calendario per il 23 febbraio 2020 alle 18.10 a Legnano, è stato rinviato a data da destinarsi a poche ore dal calcio di inizio e a soli due giorni da quando - il 21 febbraio - è stato riscontrato quello che è considerato il primo paziente in Italia, il...