19 Febbraio 2019

Parvin Afsar, manager nella meccanica italiana

scritto da

      "La strategia più efficace per trovare la strada giusta nella professione è mettere a fuoco il proprio progetto di vita. Ed è un obiettivo, e una sfida, che deve riguardare tutti i giovani, indipendentemente dal genere". Così Parvin Afsar, donna di 33 anni, da pochissimo alla guida di Sitindustrie Valvometal, impresa metalmeccanica italiana della Valsesia specializzata nella produzione di valvole tailor-made per impianti energetici. Laurea in ingegneria industriale, figlia del fondatore dell'impresa, Parvin Afsar è entrata in azienda poco dopo la laurea come project manager in ambito tecnico-commerciale e oggi...

18 Febbraio 2019

#Unimpresadadonne: Marie Therese Mukamitsindo, madre, migrante, imprenditrice che ce l’ha fatta

scritto da

    Si può costruire un’attività imprenditoriale che fattura circa 10 milioni di euro e dà lavoro a oltre 100 persone partendo letteralmente dal nulla, da sola e con due bambini a carico? Marie Therese Mukamitsindo, sfuggita ai massacri ruandesi alla metà degli anni Novanta, lo ha fatto. Marie Therese ha affrontato una serie di sfide difficilissime, eppure sorprende la serenità con cui oggi, a distanza di ventitré anni, è in grado di raccontarle, quasi fosse stato naturale per lei. Parla con voce pacata e sicura. Nel 2001 ha fondato la Cooperativa Karibù, parola che nella lingua swahili vuol dire “benvenuto”....

15 Febbraio 2019

Ho deciso di partecipare al game

scritto da

    Nessuno può fermare il processo di digitalizzazione che stiamo vivendo, ha travolto le nostre vite e ridisegnato la nostra quotidianità. Quando ho iniziato a rendermene conto, le nuove abitudini si erano già sedimentate nei miei gesti: su come lavoro, leggo, mangio, ma soprattutto comunico. Anche il mondo delle imprese non ne è rimasto indenne. Gli imprenditori devono riconsiderare la loro strategia nell'ottica del cambiamento apportato dalle nuove tecnologie digitali per restare competitivi perché improvvisamente ci siamo trovati tutti ad essere parte integrante del gioco. Si, del gioco o meglio il “The Game”,...

29 Gennaio 2019

Startup, Gardenstuff porta l'IoT nel verde domestico

scritto da

    Una laurea in chimica industriale, un trascorso in una grande industria farmaceutica e poi nell'azienda di famiglia che produce arredo per uffici e infine 'l'idea', quella che lo porta a mettersi in proprio davvero e a fondare la sua startup. Oggi Francesco Tirinnanzi, poco più che quarantenne, è amministratore delegato di GardenStuff, startup innovativa con sei brevetti all'attivo, che si propone di portare il verde in casa o nei piccoli spazi domestici esterni come i davanzali, con innovazione di prodotto e l'utilizzo di tecnologie IOT. "In collaborazione con Regione Lombardia e il Politecnico di Milano, abbiamo...

21 Gennaio 2019

#Unimpresadadonna, i gioielli che rendono indipendenti le donne Masai

scritto da

C'è un filo che collega le donne delle tribù Masai del nord della Tanzania agli studenti dell'Istituto europeo di design di Milano. È un filo di perline coloratissime molto potente perché in grado di cambiare la vita delle donne che lo intrecciano. In queste comunità la condizione femminile è critica ma la nascita di “Maasai women art” - idea imprenditoriale che parla anche italiano - dà lavoro a 165 artigiane permettendo loro di muovere i primi passi verso l'indipendenza. I Masai creano gioielli con le perline da molto tempo. Sono accessori preziosi ma non sono un vezzo. Hanno un simbolismo e un significato...

15 Gennaio 2019

Startup, candidature fino al 20 gennaio per Miss in action

scritto da

    Startup e pmi innovative fondate da donne imprenditrici o con una compagine sociale femminile pari almeno al 50 per cento hanno tempo fino al 20 gennaio per partecipare al programma di accelerazione MIA – Miss in Action. L’iniziativa è di Digital Magics, incubatore di startup digitali, BNP Paribas International Financial Services, BNP Paribas Cardif, Findomestic, Arval Italia e BNL Gruppo BNP Paribas con il patrocinio del Comune di Milano. L’acceleratore sceglierà le quattro migliori startup e piccole e medie imprese innovative, che avranno accesso a un programma di formazione e sviluppo del prodotto e servizio,...

08 Gennaio 2019

Perché diventare imprenditrice ha insegnato la vita ai miei figli

scritto da

    435 scuole in franchising in diversi Paesi del mondo, di cui 20 in Italia, oltre 100 milioni di euro di fatturato complessivo all’anno, circa 3mila professionisti come collaboratori, più di 137mila bambini e ragazzi come studenti. Sono i numeri di Kids&Us, network di scuole per l’insegnamento dell’inglese a bambini e ragazzi fondato nel 2003 da Natàlia Perarnau Comajuncosa in Spagna, a Manresa. “Dirigevo la mia scuola di inglese per ragazzi utilizzando il metodo di insegnamento tradizionale – racconta l’imprenditrice -. Quando nacque mia figlia Laia iniziai a parlarle in inglese per una decina di minuti al...

27 Dicembre 2018

Angels 4 Women di Axa punta sulle startupper che vogliono crescere

scritto da

      Le business angel donna sono un quarto del totale in Italia, ma gli investimenti femminili registrano lo 0,5 in più rispetto a quelli maschili. E se solo 20 startup su 100 sono fondate da donne, queste segnano un +10 per cento dei ricavi rispetto a quelli degli uomini. E' anche da questi numeri che è nata Angels 4 Women, la prima associazione italiana di business angel fondata con l’obiettivo di valutare e supportare imprese e startup innovative al femminile. L’iniziativa è stata lanciata dal Gruppo assicurativo AXA Italia in partnership con Impact Hub Milano, incubatore di startup. L’obiettivo di questa...

18 Dicembre 2018

Moda etica e sostenibile: storia di Amorilla, un’italiana a New York

scritto da

    The true cost: qual è il vero costo degli abiti che indossiamo? Nel 2015 un documentario del regista statunitense Andrew Morgan ha provato a rispondere a questa domanda. Girato tra le passerelle dell’alta moda e i sobborghi sparsi per il mondo in cui i grandi marchi producono le proprie collezioni, il docufilm svela il fortissimo impatto umano e ambientale della moda. Soprattutto della cosiddetta fast fashion, quella delle grandi catene internazionali, capace di sfornare anche cinquanta collezioni l’anno. Se la visione di questo documentario ha aperto gli occhi a molti consumatori, per alcuni ha comportato un...

17 Dicembre 2018

#Unimpresadadonne: con Boschi Vivi la morte si fa ecosostenibile

scritto da

      In un periodo in cui l’emergenza ambientale sta bussando rumorosamente alle nostre porte, siamo tutti costretti a rivedere abitudini e quotidianità per scoprire quanto poco sostenibili siano dal punto di vista ecologico. Il modo in cui viviamo è pieno di comportamenti assodati che andrebbero rivisitati, per cominciare a prendersi cura realmente dell’ambiente. A dirla tutta, anche il modo in cui moriamo. Nella prassi occidentale, i cimiteri sono ben poco sostenibili: terreni strappati all’ambiente e sottoposti a cementificazione, bare con rivestimenti di zinco o piombo, vernici e colle a base di sostanze...