09 Luglio 2020

Allenereste Cristiano Ronaldo in difesa?

scritto da

    È meglio massimizzare l’efficacia delle skill già forti o migliorare i punti deboli? Mi trovo davanti a questa domanda in tantissime occasioni nelle quali, dopo un percorso di valutazione e consapevolezza professionale, si parla di crescita delle persone. Avevo 19 anni e il mio viaggio verso la serie A1 di pallanuoto stava per cominciare. Arrivavo dalla serie C con una gavetta in promozione e serie D; in quelle categorie, avevo la certezza un po’ sfacciata di poter giocare in tutti i ruoli. La mia forza era la difesa, ma durante gli anni nelle serie minori avevo detto la mia anche in attacco. Durante le partite di...

08 Luglio 2020

Equilibrio di genere e pandemia: opportunità o rischio?

scritto da

La tempesta Codiv-19 ci ha buttato in un territorio inesplorato, da ridefinire però attraverso domande solo parzialmente nuove. E se la crisi può rimandare indietro di anni l’orologio delle conquiste sociali, è anche innegabile che, proprio per questo, temi come la parità tra i sessi sono tornati in discussione in modo diffuso in tutto il mondo. Qualcuno vede il bicchiere mezzo pieno. È il caso del recente sondaggio Catalyst, no-profit americana specializzata in temi di equilibrio di genere nel mondo del lavoro, sull’impatto della pandemia per dipendenti e manager statunitensi. 5 intervistati su 10 si aspettano migliori...

01 Luglio 2020

Il futuro del lavoro è femmina: ci avevate mai pensato?

scritto da

    Il futuro del lavoro è fra noi: lo stiamo vivendo, ne definiamo i confini, ne sperimentiamo le potenzialità, e  siamo chiamati a concorrere alla sua definizione. Il futuro del lavoro era già qui, ma si è resto evidente  prepotentemente nelle case di tutti negli ultimi mesi, non è vero? Una professionista che il futuro del lavoro ha concorso a realizzarlo è Silvia Zanella, che ha scritto un libro a riguardo, pensato in epoca non sospetta, dal titolo: Il futuro del lavoro è femmina, uscito in questi giorni per Bompiani. Il futuro del lavoro è femmina non è un libro sulle donne, e non è un libro femminista. E...

15 Giugno 2020

#Trustyourself, la perfezione non esiste

scritto da

Di fonte ai cambiamenti, la fiducia in se stessi è forse il nutrimento più importante per i nostri progetti. Tanto più se i cambiamenti sono stati voluti e cercati, e hanno rivoluzionato una storia fatta di stabilità e sicurezze che sembrava già scritta. Ascoltando la storia di Monica Lucarelli, una delle prime cose che viene da pensare è che con l'aumentare della self-confidence si ampliano i confini della comfort zone, e diventa naturale la spinta a varcare quei confini, pur con tutti i timori del caso. La sicurezza in se stessi non è sicumera o arroganza, tutt'altro. Monica Lucarelli è Ceo di Passoni- Titanio,...

15 Giugno 2020

#Trustyourself, da dove si riparte per la ripresa?

scritto da

    Da dove ricominciare dopo l'emergenza credendo nelle proprie potenzialità, nella propria esperienza e nelle proprie competenze? Cerchiamo di scoprire le strade del futuro nell’incontro con imprenditrici, sportive, artiste, scienziate e professioniste, che racconteranno le loro storie personali di fallimenti, rinascite, scelte e cambiamenti. Insieme su un palco fisico le protagoniste si alterneranno per comporre un puzzle tutto al femminile per un pubblico, che le seguirà da casa in diretta streaming. Si tratta di #Trustyourself, il progetto di Alley Oop - il blog multifirma del Sole24Ore dedicato alla diversity - in...

12 Giugno 2020

Come incentivare la parità di genere in azienda?

scritto da

    Sin dall’inizio della scorsa legislatura mi sono impegnata affinché sia culturalmente che legislativamente si affermasse il principio che le politiche pubbliche non sono mai neutre rispetto al genere ma hanno un impatto differente, anche se non previsto e non voluto. Dopo gli impegni assunti a Pechino nel 1995 nella Conferenza dell’Onu sulla condizione femminile e le successive indicazioni e direttive dell’Unione Europea, era infatti necessario colmare il ritardo accumulato dall’Italia. Da qui la proposta di legge, da subito trasversale alle forze politiche, per l’istituzione di uno strumento statistico, un...

12 Giugno 2020

Ecco perché ai nostri cervelli stanchi serve chiarezza radicale

scritto da

      Quando un neonato piange, l’istinto ci dice di andare a prendercene cura il più presto possibile. Eppure i migliori libri di pedagogia dicono di fare l’opposto: non correre, ma fermarsi prima di intervenire e darsi il tempo di ascoltare per decidere qual è la cosa migliore da fare. Non tutti i pianti, infatti, sono uguali: non è sempre fame quel che esprime un neonato. Potrebbe essere stanco, arrabbiato, avere mal di pancia o avere solo voglia di piangere. Scegliere di non intervenire subito oppone la capacità di comprensione della parte evoluta del nostro cervello – la corteccia prefrontale – alla spinta...

11 Giugno 2020

Manager e sportivi: è il coraggio di sbagliare un rigore che ci rende campioni

scritto da

    Alle volte in squadra c’è un campione. C’è un giocatore che vuole la palla nelle situazioni difficili, quando “scotta”. A lui tutti guardano nei momenti complessi della partita. È lui che tira il rigore a tre secondi dalla fine quando si è sul pareggio. È lui che segna, lui che fa vincere la squadra… quasi sempre! Quasi, perché ci sono delle volte in cui sbaglia, quelle volte in cui gli altri ringraziano il cielo di non esser stati loro a tirare. Ma lui, il campione, sa che può sbagliare! Questo lo rende ancora più campione. Gli errori possono capitare nello sport come nella vita professionale, la...

10 Giugno 2020

Professione copywriter? Fai parlare quei testi

scritto da

      Scrivere? Lo sanno fare tutti. La competenza della scrittura appartiene a tutti e per questo non è facile valorizzarla, e il committente che si affida a un copywriter è sempre tentato di dire la propria. Quali sono i requisiti che deve avere un copywriter professionista e quali tratti deve valorizzare per trovare lavoro? Personal branding e brand identity Partiamo dall’autenticità. È così che ho intercettato Valentina Falcinelli, aka Pennamontata, in rete, qualche anno fa: apprezzando il suo essere autentica. Quando parlo di personal branding sostengo con estrema convinzione che le persone debbano essere il...

08 Giugno 2020

Startup, innovazione e rientro dei cervelli

scritto da

        I numeri degli italiani che lavorano e vivono all’estero continuano a crescere, esacerbando il problema della cosiddetta fuga dei cervelli. Ma il trend non è irreversibile, secondo Riccardo Chiarelli, ingegnere nucleare e imprenditore che, dopo 15 anni all’estero, si sta trasferendo da Londra a Milano, portando con se la sede di Mela Works, la sua startup. Nel 2018, dei circa 117,000 italiani emigrati oltre confine, 29,000 possedevano una laurea, secondo dati dell’Istat. Anche al netto dei rimpatri, il bilancio rimane marcatamente negativo, ma il numero di chi rientra in Italia, pur lentamente, continua a...