17 Giugno 2022

Solo il 4% degli italiani si sente coinvolto nel proprio lavoro: ultimi nel mondo

scritto da

  In Italia abbiamo i lavoratori più tristi d’Europa: sono tristi senza essere arrabbiati e sono stressati senza avere grandi prospettive di cambiamento. E’ quanto emerge dall’ultimo report Gallup sullo "Stato globale del mondo del lavoro": in una fotografia complessiva che sa di fallimento per tutti i lavoratori del mondo, se l’obiettivo sono il benessere e la felicità, l’Italia traccia un disegno abbastanza unico in Europa. Dichiarano infatti di aver provato un’intensa tristezza nella giornata lavorativa precedente il 27% degli intervistati italiani, e peggio di noi fa solo Cipro con un punto percentuale in...

15 Giugno 2022

Parte il progetto Ceo Factory, per formare le leader del futuro

scritto da

  Oltre 100 ceo provenienti dalle più importanti aziende italiane e internazionali che mettono a disposizione il proprio tempo, le diverse competenze ed esperienze acquisite per formare le leader del futuro, attraverso un programma di mentorship, Ceo Factory, presentato martedì 14 giugno a Milano. Ceo Factory è solo l'ultimo di una serie di progetti innovativi di GirlsRestart. Un network nato durante il lockdown e animato con passione e tenacia da un gruppo di top manager con l’obiettivo di supportare le donne nel mondo del lavoro in un periodo - quello della pandemia -  che tra remote working e home schooling ha...

15 Giugno 2022

Burnout e benessere psicologico: la responsabilità è dell’azienda

scritto da

  Quattro HR Director su cinque riferiscono che la salute psicologica delle proprie persone sia una priorità assoluta. È quanto emerge dall’edizione 2022 dell’Employee Mental Health and Wellbeing Survey del McKinsey Health Institute. Il dato evidenzia come l’attenzione alla dimensione mentale stia crescendo, sebbene spesso manchi ancora una reale consapevolezza sul tema. E il burnout ne è un esempio lampante. Spesso confuso con ansia e stress, è invece un fenomeno squisitamente occupazionale. Certo, deriva da stress cronico non gestito adeguatamente, ma si caratterizza per elementi specifici: sensazione di esaurimento...

14 Giugno 2022

Google pagherà 118 milioni di dollari per discriminazione di genere

scritto da

  Google pagherà 118 milioni di dollari a circa 15.500 dipendenti donne per chiudere una causa per discriminazione di genere. Alphabet, cui fa capo il motore di ricerca, ha trovato un accordo extragiudiziale relativo all’accusa partita da tre dipendenti che lamentavano di essere state pagate meno di colleghi uomini a parità di mansioni e di non aver avuto le stesse opportunità professionali. La notizia è stata data dagli studi legali che hanno seguito la vicenda per le querelanti (Lieff Cabraser Heimann & Bernstein LLP e Altshuler Berzon LLP) e ora l’accordo andrà al vaglio di un giudice il 21 giugno prossimo. Come...

13 Giugno 2022

Quando anche i papà prendono il congedo parentale

scritto da

    Si è parlato di Italo per il progetto di welfare da 3 milioni di euro realizzato con il bando Conciliamo, ma la società ha anche altri numeri interessanti da raccontare rispetto al supporto alla famiglia e l’occupazione femminile. Per esempio che quasi la metà (45%) dei papà prendono la facoltativa, contro una media nazionale del 18%  e che in un settore – quello ferroviario – a netta prevalenza maschile, le donne sono quasi la metà (48%) dei dipendenti e dei responsabili (40%). Ne parliamo con Maura Bonanni, responsabile welfare di Italo. Le donne nel settore ferroviario sono ancora poche, tanto che nel 2021...

10 Giugno 2022

Il mondo del lavoro è veramente pronto per vedere "tutto ciò che siamo"?

scritto da

  Circolano come un nuovo mantra sui social dedicati al mondo del lavoro foto di bambini, cani, situazioni di quotidianità familiare: sembra che stia prendendo piede questa idea di “portare tutti sé stessi al lavoro”, dopo che tutti noi stessi ci siamo mostrati bene o male durante la pandemia, vuoi perché tenevamo il computer in cucina o perché il tema della salute e della gestione vita-lavoro sono entrati di prepotenza nella cultura aziendale. Ci siamo mostrati ed eccoci qui: tutti noi stessi, con relativi carichi di cura, idiosincrasie, complicazioni e passioni, con quella ingombrante verità che in fondo ci rende...

08 Giugno 2022

Davos 2022, il benessere psicologico è un must per attrarre talenti

scritto da

  Il benessere e la salute - fisica, mentale e sociale - sono ingredienti ormai imprescindibili per qualsiasi azienda che voglia essere attrattiva nei confronti dei talenti e trattenere le proprie persone. È quanto emerge dai recenti contributi del World Economic Forum (WEF), a partire dal meeting annuale a Davos, da poco concluso. Secondo la ricerca globale di JLL, ripresa proprio dal WEF, negli ultimi 24 mesi il benessere sul luogo di lavoro ha superato l’importanza che hanno la qualità della vita e la sicurezza economica. In tempi di Grandi Dimissioni, si sta dunque ufficialmente abdicando alle garanzie finanziarie per...

03 Giugno 2022

Tra libertà e potere: che cosa succede se l’azienda tratta i dipendenti come freelance

scritto da

  Non è mai stata “per sempre” e oggi lo vediamo più di prima: la relazione tra azienda e dipendenti è un contratto comunque a tempo determinato, che deve considerare il cambiamento continuo di entrambe le parti in causa. Cambiano le aziende e le competenze di cui hanno bisogno, perché intorno a loro cambia il mondo, e cambiano le persone, che attraverso diverse fasi della loro vita sono nelle condizioni di dare apporti diversi. Folle sarebbe pensare che tutto possa restare sempre uguale: parole come reskilling e upskilling etichettano il bisogno di professionalità diverse, parole come engagement definiscono un continuo...

23 Maggio 2022

Il paradosso delle politiche di D&I: discriminano le minoranze

scritto da

    Si sta facendo ancora troppo poco per la diversità e l’inclusione all’interno delle aziende. A dirlo è l’ILO (International Labou Office delle Nazioni Unite), che nel report "Transforming Enterprises through Diversity and Inclusion" fa emergere un paradosso: le attuali politiche di D&I rischiano di essere discriminatorie, perché sono maggiormente apprezzate e utilizzare dai senior manager  (92%), spesso un gruppo omogeneo di uomini europei e over 50. POLITICHE DI D&I POCO INCLUSIVE Le persone più junior in azienda invece riconoscono una minor efficacia di queste politiche (76%), ma spesso sono proprio le...

18 Maggio 2022

Salute psicologica e HR: 3 punti di vista

scritto da

Quando racconto il mio lavoro sono sempre pronta a raccogliere testimonianze, opinioni e credenze. Al suono di “salute psicologica” le persone hanno reazioni diverse eppure simili, come ho già raccontato in un precedente articolo. Recentemente, in occasione di un evento in presenza a cui ho partecipato, mi sono trovata a parlare con molte persone HR del ruolo del supporto psicologico in azienda. Grazie all’atmosfera rilassata e informale della convention - e al fatto di essere vis a vis - sono stati scambi spesso inaspettati. Fonte di riflessione non solo per questo articolo ma, più in generale, per come sta evolvendo -...