06 Dicembre 2019

Calcio, tutte le novità Uefa per la Women’s Champions League

scritto da

    I fuochi d’artificio del Mondiale di Francia 2019 brillano ancora: la Uefa, l’organismo che sovrintende al calcio europeo, ha deciso di cambiare la Uefa Women’s Champions League dall’edizione 2021/22. Per far moltiplicare l’interesse sbocciato in Francia attorno al calcio femminile, per valorizzare il movimento in tutti i Paesi europei, per dare seguito al progetto strategico #TimeForAction. Chiare le parole del presidente dell’Uefa, Aleksander Čeferin, dopo la decisione del comitato esecutivo dell’Uefa che ha varato la riforma: «La decisione odierna (4 dicembre, ndr) è un punto di svolta per il calcio...

03 Dicembre 2019

Laura Rogora conquista il pass olimpico per Tokyo e scala un sogno verticale

scritto da

        Il fuoco d’Olimpia le aveva già riscaldato il cuore e illuminato lo sguardo a Buenos Aires. Era l’autunno del 2018 e lei, Laura Rogora, romana classe 2001, 147 centimetri di grinta ed energia pura, aveva rappresentato l’Italia ai Giochi Olimpici Giovanili. Ma vuoi mettere quanto possa essere ancor più abbagliante il ‘vero’ fuoco dei Giochi, quello dei ‘grandi’, quello che Laura vedrà accendersi il 21 luglio prossimo nello stadio Olimpico di Tokyo? Sì, perché l’atleta azzurra è la prima donna italiana ad essersi qualificata per le Olimpiadi nell’arrampicata, disciplina che proprio in Giappone...

02 Dicembre 2019

Sport, lavoro di squadra per il professionismo femminile

scritto da

      La rivoluzione è iniziata in Francia, al Mondiale di calcio. Sul piatto c’è il professionismo delle calciatrici e, in generale, delle atlete italiane. "Ora che il sistema si è messo in moto, non ci sono più scuse", è il pensiero della capitana azzurra, Sara Gama, al convegno “L’importante è pareggiareDiritto del lavoro e parità di genere nello sport”, che si è svolto a Milano il 2 dicembre con l’organizzazione dell’Agi, gli Avvocati giuslavoristi italiani. "Basta riempirsi la bocca con la parola professionismo – prosegue la calciatrice – se non si lavora insieme e non si trova un percorso...

27 Novembre 2019

Arti marziali, canoa e surf sul podio della "capacità di coinvolgimento"

scritto da

        Arti marziali (sport di combattimento), canoa e surf sono i primi tre sport per capacità di coinvolgimento, sulla base dei valori percepiti dal pubblico. È quanto è emerso da una ricerca presentata da Dmtc Sport, agenzia di comunicazione e Pr specializzata nel mondo dello sport, realizzata secondo lo Sport global values index, parametro messo a disposizione da Svt (Sport values tableau), che vede uno sport popolare come il calcio solo al 25esimo posto. I risultati di questa ricerca sono stati presentati all’Università Cattolica del Sacro Cuore, nell’ambito di un incontro organizzato dall’Alta Scuola...

14 Novembre 2019

Atletica paralimpica, argento per Monica Contrafatto ai Mondiali di Dubai

scritto da

      Non era in condizioni perfette, aveva un problema al piede, ma ha dato il massimo. Ha sfoderato grinta, determinazione, fame di vittoria e ha vinto un bellissimo argento ai Mondiali Paralimpici che si stanno svolgendo, in questi giorni, a Dubai, negli Emirati Arabi. Monica Contrafatto è vicecampionessa iridata nei 100 metri, la seconda donna più veloce al mondo nella sua categoria 100 T63. In pochi anni, questa donna di sport, che ha saputo riprogrammare la sua vita, è diventata una campionessa fortissima, capace di portare l’Italia, il suo Paese sul podio. “Sono partita sulla pista scattando in...

05 Novembre 2019

Elisa Balsamo: "Da una Colnago rossa con le rotelle sono arrivata agli ori su pista"

scritto da

    Le gambe bruciano ancora, dopo il durissimo mondiale di Harrogate, tra il gelo e i fiumi d’acqua dello Yorkshire («Perché non siamo riuscite a riprendere la Van Vleuten in fuga? Perché ha guardarlo in tv non ti rendi conto di quanto è stato duro non solo correre, ma perfino pedalare, in quelle condizioni») e dopo le fatiche in pista, che le hanno regalato un bel bronzo europeo nell’inseguimento a squadre ad Alpendoorn, in Olanda; e allora il pensiero torna subito alla primavera italiana, colorata di rosa dalla carovana del Giro d’Italia, che quest’anno è passato proprio sotto casa sua («È vero! Ero alla...

03 Novembre 2019

Giorgia Sottana: "Sono nata con il pallone in mano, ma ho imparato che non sono invincibile"

scritto da

    «Sono nata con il pallone in mano. Almeno così mi hanno sempre raccontato i miei genitori. Nessuno mi ha obbligato, ma è quello che ho sempre fatto. Ho iniziato appena ho cominciato a camminare: giravo per casa con il pallone». Giorgia Sottana, capitana della Nazionale femminile di basket e guardia nel Flammes Carolo a Charleville-Mézières, ha una predisposizione naturale per il basket e si vede da come tiene il pallone in mano anche fuori dal campo. Ma sa perfettamente di «non essere quel pallone», di essere molto di più. La sua non è solo la storia di una carriera sportiva, ma anche quella di una crescita...

02 Novembre 2019

Martina Caironi: "Corro per dimostrare che tutti abbiamo una seconda vita"

scritto da

    Atleta, campionessa paralimpica, primatista mondiale, testimone e testimonial, studentessa universitaria: una donna con tante vite e tutte interpretate con uno scatenato ritmo rock and roll. Energia allo stato puro. Non potrebbe essere diversamente non avendo ancora la bacchetta magica per moltiplicare le ore della giornata. Martina Caironi, trent’anni, unica donna amputata a correre i 100 metri in meno di 15 secondi (14”61, per la precisione) e primatista mondiale nei 200 nella categoria T42 (32”29), ha un’agenda fittissima, è sempre di corsa ma trova il tempo per tutto. «Mi alleno ogni giorno, in palestra, in...

31 Ottobre 2019

Paola Egonu: "Voglio crescere per andare a Tokyo e giocarcela"

scritto da

      Ben 324 punti, 275 schiacciate, 26 muri e 23 ace. Basterebbero le statistiche dei Mondiali 2018 in Giappone per disegnare la grandezza di un’atleta di appena 20 anni, Paola Egonu, già diventata il simbolo della Nazionale italiana, tanto che i brand fanno la fila per averla come testimonial. D’altra parte riuscire a saltare un massimo di 3,44 metri in elevazione in partita e schiacciare siluri da far paura alle avversarie non è caratteristica comune e al mondo già ci invidiano la campionessa che ha trascinato l’Italia ai Mondiali 2018 fino all’argento. E ancora una volta i numeri lo confermano: nella...

28 Ottobre 2019

Dal campetto all’oro lo sport al femminile in Italia cambia volto

scritto da

      Nel pomeriggio assolato il tum tum tum di una palla rompe il silenzio. Una ragazzetta palleggia fino al campetto e lì dopo un cenno del capo,lascia giù la sua palla e inizia a giocare con gli altri. Nel campo accanto una bimba in calzoncini cerca di scartare il compagno di classe e di andare in porta. Scene da un oratorio qualunque in un’Italia che sta cambiando, anche nello sport. E una parte importante del cambiamento sono le calciatrici scese in campo ai Mondiali di Francia, che a suon di gol e parole hanno aperto una breccia culturale profonda. Sono le ragazze d’oro della neve Sofia Goggia, Michela Moioli e...