22 Aprile 2021

IntheBoardroom apre la formazione anche agli uomini

scritto da

    Nei board delle società ciò che funziona è il mix di competenze, esperienze, formazione e anche di genere. Ma per una volta ad aprire all'altro sesso sono le donne. Dopo dieci anni Valore D rinnova InTheBoardroom, il percorso di formazione executive nato per promuovere l’inserimento di donne di talento nei consigli di amministrazione, e apre agli uomini. La 10a edizione di InTheBoardroom 4.0, supportata dai partner storici Egon Zehnder e London Stock Exchange Group, a cui quest’anno si affianca DLA Piper, ha l’obiettivo di accelerare l’adozione di una cultura inclusiva e di valorizzazione delle diversità per...

15 Aprile 2021

Csm, eletta Maria Tiziana Balduini e si raggiunge il record di donne

scritto da

    Al Consiglio superiore della magistratura è stata eletta un'altra donna. E' Maria Tiziana Balduini, presidente di sezione al Tribunale di Roma e candidata di Magistratura Indipendente. Balduini ha vinto le terze elezioni suppletive del Csm (stavolta si trattava di sostituire l'ex consigliere Marco Mancinetti), battendo con 2.086 preferenze gli altri candidati: Luca Minniti, giudice a Firenze e candidato di Area (1637 voti); Mario Cigna, presidente di sezione al tribunale di Lecce e candidato di Unicost (1011) e Marco D'Orazi, giudice a Bologna e candidato di Autonomia e Indipendenza (526). Per la prima volta in 60...

12 Aprile 2021

Management: idee e consigli di 4 donne ai vertici

scritto da

La crisi legata al Covid ci ha dimostrato che (e perché) abbiamo bisogno di maggiore leadership femminile. Se da una parte sta crescendo la partecipazione delle donne al management delle aziende (ma non ancora nelle posizioni ceo), il progresso rimane lento e non sembra affatto potersi risolvere nel medio (ma alle condizioni attuali, nemmeno nel lungo) periodo. “The urgency is still very real”, chiosava a inizio marzo l’ambasciatrice olandese in Italia, Desirée Bonis, aprendo l’incontro "Leading the Way”, evento animato da 4 professioniste che ai vertici ci sono arrivate da tempo: Marguerite Soeteman-Reijnen, Chair...

23 Marzo 2021

Convegni, il Gruppo 24 Ore sigla un impegno per la parità di genere nei panel

scritto da

    I dati parlano chiaro: il 70% degli speaker ai convegni internazionali è uomo. Lo conferma il rapporto 2019 di Bizzabo, che ha analizzato la diversità di genere fra oltre 60.000 relatori di eventi in un periodo di sette anni, dal 2013 al 2019, 58 Paesi in cinque continenti, 45 industrie e migliaia dei più grandi eventi professionali del mondo. Un trend confermato da tempo anche in Italia, dove non mancano convegni tutti al maschile, anche quando si trattano temi che coinvolgono direttamente le donne dalla famiglia alle ricerche sanitarie su endometriosi o parto. Il cambiamento arriva solo se le istituzioni...

19 Marzo 2021

Tra amore e potere: 5 cose in comune tra paternità e leadership

scritto da

    "Mi sorprendo ancora quando i miei figli mi chiamano papà”, esordisce Eraldo Federici, dirigente di Capgemini, durante la conferenza “L’era dei leader papà” che Il Sole 24 Ore, Alley Oop e Lifeed, la società di education technology di cui sono fondatrice, hanno organizzato lo scorso 17 marzo, coinvolgendo cinque “papà-leader” di diverse aziende. “Perché per me papà è ancora mio padre…”. Emerge fortissima, durante tutta la conferenza, la consapevolezza che essere padri è una rivoluzione, che vuol dire aggiungere un ruolo alla propria vita in grado di compenetrare tutti gli altri, contaminandoli....

01 Febbraio 2021

Banche, a Bnl arriva una ceo. Ma quali sono i numeri dell'industria?

scritto da

    Da Citigroup a Bnl-Bnp Paribas. Il settore bancario a livello internazionale inizia a dare segni di diversity anche fra i ceo e l'Italia batte un colpo. Lo fa con la controllata italiana del gruppo francese Bnp Paribas, da sempre impegnato nei temi di diversità di genere ad ogni livello. Con la prossima assemblea per l'approvazione del bilancio a fine aprile, Andrea Munari, attuale amministratore delegato, verrà designato presidente mentre Elena Patrizia Goitini sarà indicata per il ruolo di ceo di Bnl. In Italia non sono mancati esempi di presidenti al femminile: da Letizia Moratti a Ubi Banca a Stefania Bariatti a...

21 Gennaio 2021

Società quotate, l'Italia al 6° posto in Europa per gender diversity

scritto da

    Sono appena il 6% le società dell’indice di borsa STOXX Europe 600 con a capo una donna e solamente in 130 (19%) è presente una donna che ricopre la funzione di amministratore delegato oppure di chief operating officer. Sono numeri che non stupiscono (purtroppo) quelli che emergono dallo studio europeo presentato da EWOB, l’associazione European Women on Boards di cui Valore D è membro, che ogni anno analizza la rappresentanza di genere nei consigli di amministrazione e nei vertici aziendali delle più grandi realtà europee. L'Indice sull'uguaglianza di genere 2020 evidenzia un progresso lento, ma costante, in...

18 Gennaio 2021

Governi europei, le donne al potere nei momenti di crisi

scritto da

      Kaja Kallas è stata nominata prima ministra dell’Estonia, e per la prima volta è una donna a guidare il governo nel Paese. Avvocata specializzata in antitrust, eurodeputata liberale, Kallas è stata anche membro dell’Alleanza Antimonopolio Europea ed è a capo del partito riformista. Figlia dell’ex premier, va a sostituire Juri Ratas, venuto a dimettersi a seguito di una bufera che ha travolto il suo gruppo politico per sospetta corruzione. Kallas va alla guida del Paese dunque in un momento complesso politicamente, oltre che per le contingenze internazionali dovute alla pandemia.  Con l’Estonia salgono a...

06 Gennaio 2021

Quote di genere, anche la Germania punta ad avere più donne nei board

scritto da

La Germania si appresta a varare una legge sulle “quota rosa” per cercare di recuperare terreno nella parità di rappresentanza negli organi di gestione delle grandi imprese. La prima economia europea, nonostante veda alla guida del governo da 15 anni una donna, la cancelliera Angela Merkel, sul fronte societario appare in ritardo rispetto ai principali partner internazionali. Così la storica avversione per le quote di genere alla fine è venuta meno. Mercoledì 6 gennaio, il governo ha presentato ai deputati tedeschi un progetto di legge che prevede di imporre la presenza di almeno una donna nei consigli di amministrazione...

16 Dicembre 2020

Lavoro, dal governo a Confindustria l'obiettivo dichiarato è la parità di genere

scritto da

        Un gap che non può più aspettare di essere colmato. La parità di genere sul lavoro non è solo una questione di uguaglianza di diritti ma è necessaria alla ripresa del Paese, dopo la crisi della pandemia. Serve una svolta, però, in tempi rapidi. Perché nella situazione attuale e senza cambi di rotta serviranno ancora 60 anni per raggiungere la piena parità e per colmare il gender gap sul mercato del lavoro e sono davvero troppi. A metterlo in evidenza è un rapporto pubblicato dall'Osservatorio mercato del Lavoro e competenze manageriali di 4.Manager. Non solo: anche l'analisi di Asvis sull'attuazione...