13 Febbraio 2019

Donne ai vertici, costruiamo l'ascensore per far emergere i talenti

scritto da

    Quando si parla delle pari opportunità e dell’uguaglianza di genere nel mondo del lavoro la mente va quasi automaticamente alla Legge Golfo-Mosca del 2011, che ha introdotto le quote di genere nei consigli di amministrazione e nei collegi sindacali delle società quotate e delle società pubbliche (anche se per molti studiosi la parità di genere nelle società pubbliche derivava già direttamente dalla Costituzione). La Legge sta svolgendo il suo compito egregiamente, l’Italia ha fatto un balzo in avanti nelle classifiche internazionali, facendo così bella figura sulla strada della “modernità” e dimostrando...

12 Febbraio 2019

Donne in finanza, quanto servono i capi illuminati!

scritto da

    Qualche tempo fa entro nella sala di un evento a cui era presente tutto il vertice della finanza italiana (del settore pubblico e privato). Mi guardo intorno e vedo una distesa di completi blu, grigi e neri: eravamo forse 10 donne su 80 persone. Mi si avvicina una donna sorridendo e mi dice “cercavo le quote rosa” (lo stesso istinto che avevo avuto io!). Questo episodio spiega bene i numeri che seguono. Nel settore finanziario le donne costituiscono circa la metà della forza lavoro a livello globale: in Italia erano circa il 44% nel 2015. Le donne in posizioni di vertice sono però circa il 22% nel settore pubblico e...

11 Gennaio 2019

Proroga Golfo-Mosca, la parità di genere è una questione di crescita economica

scritto da

    Uno dei punti di forza della legge Golfo-Mosca è stato la previsione della propria “scadenza". Questo perché l’intento era quello di dare il via a un cambiamento culturale profondo con una forzatura del sistema, sfondare il famigerato soffitto di cristallo per far sì che le donne meritevoli e competenti potessero, presto, farcela da sole. Oggi ci troviamo a pochi anni di distanza da quella scadenza e la situazione, apparentemente, sembra estremamente positiva: le donne nei cda sono passate da meno del 6% al 36% in sei anni, portando con loro un abbassamento dell’età media, un aumento dell’istruzione di tutti i...

11 Gennaio 2019

Cda, sostegno da tutti i partiti per una proroga della legge Golfo-Mosca

scritto da

      La legge n. 120/2011 è stata presentata e approvata per far fronte alla consistente discriminazione nei confronti delle donne nei consigli di amministrazione delle aziende, riflesso della discriminazione complessiva nella nostra società. Gli «effetti» oltre che quintuplicati. Nel 2010 le donne rappresentavano solo il 6 per cento dei componenti dei consigli di amministrazione delle società quotate, uno dei tre peggiori dati di tutti i Paesi membri dell’Unione Europea. Nel 2018, grazie alla legge, la percentuale è aumentata al 33,5 per cento con punte di periodo al 37 per cento. Gli «apporti» in concreto....

11 Gennaio 2019

Donne nei Cda, quote per altri 3 mandati: proposta di legge trasversale per prorogare la Golfo-Mosca

scritto da

    La premessa: grazie alla legge Golfo-Mosca 120/2011 le donne nei Cda delle scoietà quotate sono passate dal 5,6% (172) del 2010 al 35% (1.240) del 2018. La tesi: questi risultati eccezionali vanno stabilizzati, messi in sicurezza, protetti dal rischio, non remoto, di passi indietro. Basta un piccolo ritocco: l'estensione da tre a sei mandati del ricorso al criterio di riequilibrio introdotto allora, secondo cui almeno un terzo dei consiglieri eletti deve appartenere al genere meno rappresentato. È proprio questo "raddoppio" l'oggetto di una nuova proposta di legge trasversale presentata ieri alla Camera, frutto...

27 Novembre 2018

Nasce l'Osservatorio per i consigli di amministrazione di società quotate, pubbliche e banche

scritto da

    Dipartimento della Presidenza del Consiglio per le Pari Opportunità, Consob e Banca d’Italia uniscono le forze per monitorare la presenza delle donne negli organi societari delle imprese quotate e non, private e pubbliche. Il protocollo firmato dà vita a un Osservatorio per i prossimi 5 anni. «L’Osservatorio nasce per valorizzare i presidi di accesso delle donne a ruoli apicali in imprese non solo come leve di pari opportunità ma anche come misure per accrescere la qualità della governance di tali organizzazioni» dichiara Anna Genovese, presidente vicaria della Consob. L'Osservatorio avrà come oggetto non solo...

22 Novembre 2018

Aziende, le donne nei board fanno bene ai bilanci

scritto da

    Tutta questione di margini e redditività. Provate a chiederlo ai manager, agli investitori o ai fondi chiusi che rilevano aziende. In quest’ottica le conclusioni dell’ultimo Quaderno della finanza “Boardroom gender diversity and performance of listed companies in Italy”, pubblicato da Consob, non possono passare inosservati. «Le donne possono influenzare le decisioni del board e le performance quando raggiungono una determinata massa». I ricercatori dell’authority italiana (G.S.F.Bruno -Bocconi, A Ciavarella e N.Linciano) entrano così in un dibattito globale che sta impegnando economisti da circa un decennio. E...

30 Ottobre 2018

Master, in palio una borsa di studio per l'Executive per entrare nei cda

scritto da

    Corporate governance, sistemi economici, sistemi organizzativ, lettura di bilanci, gestione delle situazioni di crisi. Le competenze necessarie per sedere in un consiglio di amministrazione, che sia di una società pubblica o privata, sono svariate e sempre più spesso esperti di un settore tornano alla formazione per poter ampliare a 360 gradi le loro conoscenze. Perché? Perché sedere in un board vuol dire rispondere personalmente delle proprie decisioni e ogni scelta va fatta in base a un'informazione consapevole sul tema. Non poco se si considera che in caso di errore si potrebbe dover rispondere con i propri beni...

08 Ottobre 2018

Silicon Valley, le donne entreranno nei board delle società quotate per legge

scritto da

      Per una volta è la Silicon Valley a seguire l’Italia. Dopo anni di dibattito sull’efficacia delle quote di genere, discussioni sui pro e contro dell’introduzione delle quote e come gestire le (inevitabili) reazioni all'obbligo di aumentare di fatto il numero di donne nei board, due giorni fa lo Stato della California ha passato una legge che impone alle società quotate con headquarter in California di avere almeno una rappresentanza femminile nei consigli di amministrazione entro il 2019. Entro il 2021, poi, la nuova normativa richiede che le società quotate con più di cinque consiglieri abbiano almeno due...

23 Luglio 2018

Meritocrazia, dal Csm a Borsa Italiana come sta cambiando in Italia?

scritto da

    Capita quotidianamente di incontrare qualcuno che ti dicauomini : "Io non sono d'accordo con le quote riservate alle donne. Se poi è una donna a essere contraria aggiunge: Non ho voglia di essere trattata come un panda, non siamo una minoranza. Se, invece, è un uomo allora nei migiori dei casi sottolinea: le donne hanno tutte le capacità di affermarsi per le loro capacità e le loro competenze, riservare loro delle quote è umiliante. Sono passati sette anni dall'approvazione della legge 120, cosiddetta Golfo-Mosca dal nome delle firmatarie: la prima, Lella Golfo, di Forza Italia e la seconda, Alessia Mosca, del Pd a...