Claudia Radente

Un marito, due figlie gemelle, un cane con verme solitario al seguito, un lavoro a tempo pieno. Nata nel 1974, laureata in lingue e amante dei viaggi…assunto il ruolo di madre, per ora i viaggi sono più low cost e 'low Km': da casa a scuola, da casa in ufficio, da casa al mini-volley, da casa all'oratorio, da casa al supermercato e..ritorno. Meno male che dopo le 21, quando tutti (verme solitario a parte) dormono, indosso scarpe sportive e tuta e via a tirare calci al pallone o a fare tiri a canestro. Da sempre la matita in mano per colorare la realtà un pò come si vuole.
17 Giugno 2019

La Nazionale italiana volley sorde vince l'oro e diventa campione d'Europa

      La nazionale volley sorde ha vinto l’oro. Ha perso un solo set durante gli scontri del campionato europeo e si è portata a casa la medaglia più prestigiosa. Dopo l’argento alle Olimpiadi dei Sordi di Samsun 2017, un altro risultato eccezionale per la squadra allenata da Alessandra Campedelli. Naturalemente l'allenatrice è più che soddisfatta del risultato ottenuto, anche perché le russe in finale, sono state surclassate da un 3 a 0 (25-13; 25-19; 25-16): “Questo oro è stato il coronamento di un percorso che dura da tre anni, da quando sono arrivata ho voluto creare una squadra che fosse all’altezza ma anche...

08 Giugno 2019

Il potere della mente: Alessia Zecchini e l’apnea

  https://www.youtube.com/watch?v=a5XKw5T6SIw     "Abbiamo un potere straordinario. Siamo in grado di controllare la nostra mente, nell'affrontare le prove della vita che si tratti di sport o altro"   Alessia Zecchini, intervenuta alla quinta edizione di TedxBergamo, non ha dubbi: imparando a scendere nelle profondità dell'oceano, ha imparato una maggiore conoscenza di se stessa, del suo corpo e della sua mente. E ha imparato ad usare queste nuove competenze, anche fuori dall'acqua. Alessia è campionessa di apnea: ha conquistato finora 10 ori mondiali e 14 record del mondo, di cui l’ultimo il 26 luglio del 2018 al...

04 Maggio 2019

Ilaria Galbusera quando la sordità non è una malattia

      “Mi chiamo Ilaria, ho 28 anni e abito a Bergamo. Sono sorda profonda dalla nascita per un fattore ereditario. Mi mancano le cellule cigliate nel timpano, in poche parole quelle cellule che consentono di acchiappare i suoni e trasmetterli al nervo acustico. Io sono cresciuta bilingue, con mamma udente e papà sordo. Ho un fratello di 4 anni più grande udente. I miei nonni materni erano sordi, mentre i nonni dalla parte di papà sono udenti. Il fratello di mia mamma è udente, la sorella di mio padre è sorda. Ho cugini udenti e sordi, insomma...un gran casino!  Sono cresciuta quindi con la lingua dei segni italiana e...

06 Aprile 2019

Claudia Pagnini 17 anni e 10 passati a fare acrobazione sul wakeboard

        “Ho cominciato a 7 anni dietro alla barca grazie a mio papà che ha sempre fatto sci nautico. Un giorno mi hanno chiesto se mi sarebbe piaciuto provare a fare wakeboard e da lì mi sono innamorata e non ho più smesso. Considero il wakeboard più che uno sport, uno stile di vita. Grazie al wake ho girato il mondo, conosciuto un sacco di gente e fatto mille amicizie ed esperienze”. Così comincia il racconto di Claudia Pagnini ad Alleyoop, frizzante e leggero come può essere una ragazza di 17 anni che ha fatto della sua passione la sua vita. Claudia ha iniziato 10 anni fa e grazie agli assidui allenamenti...

23 Marzo 2019

Ivan Cottini, lo sport come "antidoto" alla sclerosi multipla

      “Avevo 27 anni. Una mattina al risveglio mi sono accorto che non ci vedevo bene. Verso sera non riuscivo più a star in piedi e perdevo urina,  allora capii che la mia vita stava cambiando verso un qualcosa che non conoscevo ancora”.   Ivan Cottini ora che ha 34 di anni, ha imparato a conoscerla bene la sclerosi multipla, perché gli ha cambiato la vita completamente. Quel giorno ha segnato la fine della carriera da modello e l’inizio di un nuovo viaggio. Non è stato facile, però Ivan ha messo tutto se stesso per non adattarsi alla malattia ma perché fosse lei ad adeguarsi a lui, al suo essere ribelle,...

23 Febbraio 2019

Da Roma a Pechino in tandem, il viaggio di Davide Valacchi

      “Fino a nove anni sono stato un bambino ipovedente. Distinguevo il bianco della strada dal verde dei campi e andavo in bici, era la mia grande passione. A quattordici il glaucoma la ebbe vinta sui miei occhi, ma mio papà mi regalò un tandem”.   Queste parole sono di Davide Valacchi, che il prossimo 8 marzo partirà in tandem da Roma per arrivare fino a Pechino, in piazza Tienanmen, passando da Slovenia, Croazia, Serbia, Romania, percorrerà la costa sud del mar Nero e passerà in Turchia. In Iran, a Teheran, i suoi due accompagnatori Michele Giuliano e Samuele Spriano si daranno il cambio. Successivamente il...

26 Gennaio 2019

Tam Tam Basket, quando l'integrazione dei migranti passa per lo sport

Mentre centinaia di immigrati vengono sfrattati dal centro di accoglienza a Castelnuovo di Porto nei pressi di Roma, mentre barconi di immigrati continuano a transitare nel Mediterraneo in cerca di aiuto e il nostro governo litiga con i vicini di casa per chi debba assumersi la responsabilità della povera gente che cerca asilo, a Castel Volturno c’è chi ha una missione: accogliere, accogliere, accogliere, senza nessun dubbio. La squadra di basket Tam Tam è infatti nata con l’idea di coinvolgere i ragazzi della comunità casertana di Castel Volturno italiani e figli di immigrati africani senza alcuna distinzione....

12 Gennaio 2019

L'impresa di Nausicaa dell'Orto: come è nato il football americano femminile in Italia

    “Un giorno ho deciso che il mio posto non era lì in sideline a guardare I ragazzi, il mio posto era in campo a correre, bloccare e placcare”. Così racconta ad Alleyoop Nausicaa Dell’orto, giocatrice di football americano e attualmente junior producer e screenwriter per NFL FILMS, la divisione cinematografica della lega americana di football. Non sono solo le sue parole, i suoi toni, il suo piglio a renderla tosta, Nausicaa è stata protagonista di un'impresa che ha dell'eccezionale. Insieme alle compagne di sport ha fatto nascere il football americano femminile in Italia, con squadre di club e tanto di Nazionale. Una...

08 Dicembre 2018

Silvia Bertagna: adrenalina e creatività nei salti di freestyle

    https://www.youtube.com/watch?v=4zdVI36ybro   Eccola alla partenza, scende a grande velocità, prende la rampa con i suoi sci alla massima accelerazione...in un attimo le gambe sono in alto e la testa in basso. Un secondo e di nuovo appoggia gli sci sulla pista e conclude il suo percorso con un gran sorriso. Il tutto con una naturalezza incredibile. Questa bionda scatenata è Silvia Bertagna, classe 1986 di Bressanone, campionessa di freestyle, specializzata in big air e slopestyle. Silvia, vivendo in Val Gardena, ha iniziato a sciare a tre anni. Il suo percorso sportivo, però, ha avuto inizio con il pattinaggio...

27 Ottobre 2018

Special Olympics, quando la disabilità è manifestazione di abilità

                  “Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”.   Questo è il giuramento degli atleti di Special Olympics lo stesso dei gladiatori quando entravano nell’arena. E non è un caso, perché chi è affetto da disabilità nasce gladiatore e la vita è la sua arena tutti i giorni. E proprio a tutti loro Special Olympics dà la possibilità ad atleti con disabilità intellettive di partecipare ad eventi sportivi a livello mondiale.  Che differenza c'è con il comitato paralimpico? Quest'ultimo aggrega i migliori atleti con disabilità, mentre...