Da manager a illustratrice per bambini al bivio “maternità o carriera”

scritto da il 07 Novembre 2017

568d3ebd-5242-481f-a07b-4b4be90e6ada

A un certo punto capisci che conosci meglio i tuoi collaboratori che i tuoi figli. E scegli”. Quella di Sofia Masiello, 52 anni, madre di due figli, fino al 2014 manager del settore comunicazione, potrebbe sembrare l’ennesima variabile di un copione che molte donne conoscono. Quel bivio a cui si arriva a un certo punto, quel punto che si chiama maternità: carriera o famiglia. Sofia Masiello però, fino al 2014 direttore della comunicazione di una delle società leader in Europa nei servizi tecnologici finanziari, oggi aspirante illustratrice di libri per bambini, racconta un’altra storia, con colori e sfumature diverse.

c696bc51-d1af-4147-9bb5-2a87f403727fLa mia è una riflessione sulla necessità di pensare ad almeno due carriere nella vita che si è allungata. E sul fatto che il primo lavoro che cerchi ha caratteristiche ed esigenze di energie, tempo, motivazioni, relazioni diverse del lavoro che vuoi a 50 anni quando è più definita la passione e la consapevolezza di ciò che puoi fare veramente. .. magari fino a 90 anni”.

Laureata in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma, poi master all’Ice per la carriera diplomatica, quindi borsa di studio al Monte dei Paschi di Siena e inizio della carriera in banca, a 26 anni. Affascinata dal mondo della comunicazione, nel 1999 Sofia entra in Ketchum PR, a Milano e dal 2003 diventa direttore della comunicazione in Sia. “Fin dal primo figlio capisci che la conciliazione con un mestiere che ti richiede anche attività di rappresentanza serali è difficile. Se vuoi fare le cose bene, cominci a stare male, perché ti senti sempre a metà. Quando mia figlia ha compiuto 10 anni, mi sono detta che appena avessi potuto, avrei cambiato lavoro”. L’occasione è arrivata con il trasferimento del marito a Roma. “Sono andata dall’amministratore delegato della mia società e ho chiesto se avrei potuto lavorare nella Capitale. La risposta è stata no e io mi sono dimessa. A quel no dovrò sempre dire grazie”.

4f2d1c97-7297-47b7-ad0e-db501496ac58Sofia Masiello si è reinventata come professionista, rimodulando un percorso che comprende anche la formazione in quella che era una delle sue passioni, la pittura, e iniziando a studiare come illustratrice di libri per bambini. “Ero consapevole che non avrei messo a repentaglio la nostra economia familiare, anche se abbiamo dovuto fare delle rinunce. Ma la paura del cambiamento è una montagna che ci creiamo noi, una volta presa la decisione, quella montagna scompare. Io, oltre che a esprimere la mia creatività, ho imparato a fare la mamma, a instaurare una relazione, uno scambio che prima non avevo. Finché un giorno mi sono trovata un biglietto sul tavolo, firmato dai miei figli, che diceva: il tempo che passi con noi diventa più bello. E li ho capito di avere fatto la scelta giusta”.

This slideshow requires JavaScript.

Ultimi commenti (1)
  • Lucia Nello |

    Grazie per la tua testimonianza .. ho fatto la tua stessa scelta… mi sento spesso sola vedendo le mie amiche sempre al lavoro ma il sorriso delle mie tre bambine è il tempo che trascorriamo insieme non ha prezzo… mi sto reinventando anch’io… spero di seguire la mia passione ciao un bacio grande