28 Ottobre 2021

Pensioni, la parità salariale inciderà solo parzialmente

scritto da

    L’approvazione della legge sulla parità salariale è indubbiamente un passaggio importante nel processo di evoluzione del nostro Paese. Per troppo tempo si sono tollerate delle consuetudini inaccettabili e constatare che si va finalmente in controtendenza è di certo una boccata d’ossigeno. Non nego che lascia un po’ l’amaro in bocca pensare che ancora oggi debbano essere approvate delle leggi affinché le persone siano trattate tutte con uguaglianza, il ché è sintomo di una società non ancora matura. La legge approvata amplia la platea delle donne tutelate, ma è giusto sottolineare che ancora una buona...

26 Ottobre 2021

Parità salariale, approvato dal Senato il disegno di legge

scritto da

  Non è "comune" che nel passaggio da una Camera all’altra l’approvazione di un disegno di legge impieghi meno di 15 giorni. Che sia accaduto con il provvedimento sulla parità salariale tra donne e uomini dimostra l’urgenza e la concretezza che questo Parlamento, d’accordo tutte le forze politiche, ha voluto riconoscere all’incrocio tra i due assi fondamentali per l’uscita dalla crisi pandemica e per la crescita del Paese: lavoro e parità di genere. Nella consapevolezza piena e fattiva che senza uguaglianza "di fatto" tra donne e uomini non potrà esserci ripresa e non potrà esserci sviluppo sostenibile e...

25 Ottobre 2021

Per le donne: stipendi più bassi e prezzi più alti nei consumi

scritto da

    Il divario di stipendio e di spesa tra uomo e donna è un tema che si sta facendo sempre più cruciale anche nell'agenda politica. il 13 ottobre la Camera ha dato il via libera unanime con 393 voti favorevoli al testo unico delle proposte di legge in materia di pari opportunità tra uomo e donna in ambito lavorativo. Questa settimana il testo sulla parità salariale passerà all'esame del Senato. Un passo avanti importante, soprattutto perché riconosce anche a livello istituzionale un problema di cui gli economisti parlano ormai da decenni e non solo in Italia, considerato che a livello internazionale si ripetono...

14 Ottobre 2021

Parità salariale, approvata alla Camera la proposta di legge

scritto da

  L'Aula della Camera ha approvato all'unanimità (393 sì e nessun contrario) la proposta di legge unificata che punta a sostenere la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e a favorire la parità retributiva tra i sessi. Il provvedimento, che modifica il Codice delle pari opportunità, passa ora all'esame del Senato. Tra le novità introdotte figura l'ampliamento dell'obbligo di redazione del rapporto sulla situazione del personale alle aziende, pubbliche e private, con più di 50 dipendenti (anziché più di 100, come attualmente previsto) e vengono previsti, tra l'altro, strumenti per favorire la conciliazione dei...

20 Settembre 2021

I Paesi migliori per fare impresa in Europa

scritto da

Il miglior posto dove aprire un'attività nel vecchio continente è – udite udite – il Regno Unito. Lo dice uno studio della società inglese Tide. La ricerca fa riferimento a dati della Banca Mondiale e Eurostat dei 27 stati membri dell’Unione europea più il Regno Unito. Si basa quindi su numeri raccolti da fonti ufficiali. Considerazioni sui risultati specifici a parte – qui sotto la tabella con le migliori 10 destinazioni e il dettaglio delle posizioni per ciascuna voce -, offre spunti su alcune valutazioni pratiche da considerare qualora si pensi di tentare un’avventura imprenditoriale. E cercare di farlo dove sia più...

13 Settembre 2021

Gender gap: se pensi che non esista, in realtà stai contribuendo a perpetrarlo

scritto da

    Prof, che male c’è ad essere ottimisti? Io credo che la discriminazione di genere sia un problema evidente nei dati, e quindi rilevante ai nostri giorni, solo perché perdurano nel tempo gli effetti della discriminazione passata, ma oggi come oggi i manager, come potrei essere io, conoscono la legge e non commettono più l’errore di sottovalutare le donne in quanto tali, perlomeno nei settori dove la presenza femminile è ormai paritaria. Un buon manager deve essere consapevole del fatto che la discriminazione di genere non è un problema risolto. Questa consapevolezza è parte della soluzione del problema, mentre...

12 Luglio 2021

In arrivo la trasparenza delle retribuzioni per una maggiore parità salariale

scritto da

    Il 9 giugno il Comitato economico e sociale europeo (CESE) ha espresso parere favorevole alla direttiva del Parlamento volta a rafforzare l'applicazione del principio della parità salariale tra uomini e donne per uno stesso lavoro, o per un lavoro di pari valore, attraverso la trasparenza delle retribuzioni (COM(2021)93 final). La direttiva stabilisce il diritto dei dipendenti di ricevere le informazioni qui di seguito specificate nell'articolo 8: (a) il divario retributivo tra tutti i lavoratori di sesso femminile e di sesso maschile; (b) il divario retributivo tra tutti i lavoratori di sesso femminile e di sesso...

28 Aprile 2021

Stipendi, a un dipendente servono 36 anni per guadagnare quanto un manager nel 2020

scritto da

    Due milioni di euro. Anzi, per la precisione 2.056.600 di euro (di cui 834.100 euro la quota fissa e 1.222.500 la quota variabile). Si tratta dello stipendio medio di un top manager delle big dell'industria e dei servizi italiane quotate sul Ftse Mib nel 2020. Naturalmente lordi. Il dato emerge dall'analisi dell'area studi di Mediobanca, secondo la quale il monte compensi delle figure apicali delle 27 società considerate nel report è calato del 17% (da 123,8 a 102,5 milioni di euro) rispetto all'anno precedente. D'altra parte lo scorso anno le stesse aziende hanno dovuto registrare una perdita netta di quasi 1,5...

23 Marzo 2021

Le differenze di genere nelle retribuzione sono più alte nel privato che nella PA

scritto da

      Il differenziale retributivo di genere (GPG: Gender Pay Gap[i]) nel nostro Paese è pari al 6,2%. Questo dato, appena pubblicato dall’Istat nel Rapporto sulla Struttura delle retribuzioni in Italia - anno 2018, aggrega però due valori molto diversi tra loro a seconda che si consideri il comparto a controllo pubblico (l’insieme delle istituzioni pubbliche e delle imprese a prevalente controllo pubblico) oppure quello a controllo privato (l’insieme delle imprese sulle quali il controllo privato è totale o prevalente). Il rapporto dell’Istat evidenzia infatti che il GPG nel comparto a controllo pubblico è pari...

16 Novembre 2020

Gender pay gap, i valutatori offrono stipendi più bassi alle donne. Ecco perchè

scritto da

      Capire il gender pay gap non è facilissimo. Servono un po’ di tempo, un po’ di spazio e un po’ di dati (anche un po’ di pazienza, forse …). Grazie alle lettrici e ai lettori di Alley Oop che ci dedicano il loro tempo e mantengono vivo l’interesse di lungo periodo su questo tema, a cui noi diamo spazio sul Sole 24 Ore alla luce dei dati di cui, di volta in volta, possiamo disporre. E la disponibilità dei dati è il punto centrale: persone diverse hanno caratteristiche produttive diverse e quindi retribuzioni diverse, ma di queste caratteristiche produttive i dati disponibili ci dicono molto...