07 Febbraio 2020

Bullismo e cyberbullismo: le minacce più temute da 1 adolescente su 3

scritto da

Quasi la metà degli adolescenti ha vissuto sulla propria pelle atti di bullismo da parte di compagni (44,9%, che sale al 46,5% nei maschi). A differenza del cyberbullismo che invece colpisce di più le ragazze: il 12,4% delle giovani ammette di esserne state vittima, contro il 10,4% dei ragazzi.È questa l’allarmante fotografia scattata da Terre des Hommes e ScuolaZoo attraverso i risultati dell’Indagine dell’Osservatorio indifesa, che ha raccolto le opinioni di 8mila ragazzi e ragazze delle scuole secondarie in tutta Italia su violenza, discriminazioni e stereotipi di genere, bullismo, cyberbullismo e sexting diffusi in...

16 Gennaio 2020

Siamo tutti un po' Geppetto? La lezione di Collodi ai genitori di oggi

scritto da

Mi sono avvicinata per la prima volta a Pinocchio da bambina, guardando il film a episodi di Comencini, dopo aver letto e riletto la sua storia nel mio libro di fiabe. L’incontro con Pinocchio, lo devo ammettere, per me era ogni volta una sofferenza: stavo in ansia tutto il tempo, seguivo con il fiato sospeso le sue scorribande e più di tutto mi arrabbiavo moltissimo perché faceva soffrire e tribolare il suo babbo. Oddio e adesso cosa combinerà! Che ingrato! Che sciocco! Egoista, incosciente e irrispettoso! Più lo rileggevo e meno lo sopportavo (il che la dice lunga sulla bambina che ero, più che su Pinocchio). Rivisto...

06 Gennaio 2020

Perché i ragazzi non studiano informatica?

scritto da

    La prima ragione che tiene le ragazze lontane da informatica e materie affini? I pregiudizi di genere, così radicati nella società da convincerle di non essere all'altezza di affrontare studi o carriere in tali settori. Lo rivelano i primi risultati di una ricerca promossa da Repubblica degli stagisti – che da poco ha festeggiato il decimo anniversario - e Spindox, società di consulenza e sviluppo di soluzioni It con 750 dipendenti e sedi tra Italia e Stati Uniti. Lo studio, realizzato da Ipsos, sotto la supervisione scientifica dell'Istituto Toniolo, è stato condotto su un campione di 2mila italiani tra i 20 e i 34...

01 Gennaio 2020

A Pistoia c’è una bottega dove si va all’Incontrario

scritto da

    «L’importante è non autofraintendersi». «Al cuore non si comanda mai, ma ai piedi sì». «Chi dorme non piglia né carne né pesce». «Il cuore è uno strumento col singhiozzo». Se è vero, come diceva Nanni Moretti, che le parole sono importanti, quelle pronunciate alla bottega L’Incontrario di Pistoia valgono di più. Nel centro storico della città toscana, infatti, ci sono artisti, artigiani e ragazzi con diverse abilità e sensibilità che creano oggetti e manufatti che hanno una marcia diversa. È una di quelle storie belle che riscaldano il cuore da leggere per iniziare l’anno. Questi aforismi  -...

23 Dicembre 2019

Libri sotto l'albero: la preadolescenza e la paura di crescere

scritto da

      Si può parlare di paure a Natale? Se abbiamo a che fare con la preadolescenza non solo si può, si deve. Anche perchè probabilmente è fresca la delusione della scoperta che Babbo Natale non esiste, e magari si è circondati da fratellini e cuginetti che fanno festa ancora ignari di cosa li aspetta, quando l’età adulta comincerà a far capolino. Intuizioni e agitazioni che la preadolescenza conosce bene, e se da una parte scalpita per veder trasformare il bruco in farfalla, dall’altra ci sono sicuramente mille piccole e grandi paure che possono scuotere l’animo di un bambino che non è più bambino, ma solo...

04 Dicembre 2019

Simonetta Bella, stilista: "Voglio formare le maglieriste del futuro"

scritto da

    Affinare competenze che si traducano direttamente in posti di lavoro. È il sogno di Simonetta Bella, 62 anni, stilista torinese e direttrice creativa di Bow. Dopo 10 anni dall'avvio del suo marchio ora la designer vuole passare dal telaio alla cattedra e dare vita a una scuola di formazione per magliaie. L'anniversario di Bow è caduto lo scorso novembre e ai festeggiamenti è corrisposta una nuova collezione, salda allo spirito del marchio, minimale nelle forme ma curato nei dettagli, a partire da lavorazioni e materie prime. La passione di Bella per la maglieria affonda le sue radici già negli anni 80. E' in quel periodo...

29 Novembre 2019

Perché non possiamo vincere contro i cellulari dei nostri figli

scritto da

      Come tutti i genitori, anch’io a un certo punto ho dovuto decidere se comprare il cellulare a mia figlia e quando. E’ stata tra le ultime della sua classe (quinta elementare) ad averlo, qualche settimana prima di compiere undici anni. Fino alla fine dell’estate tutto abbastanza bene: mi faceva sentire sicura sapere che poteva chiamarmi o scrivermi quando eravamo lontane, mi sembrava che la vita in vacanza fosse un buon argine ai giochi elettronici, a cui poteva dedicare trenta minuti al giorno; ogni tanto ci scappava qualche predica e la sua reazione era positiva. Poi è andata in prima media. Dai trenta...

09 Luglio 2019

Minori Stranieri Non accompagnati in Italia: “Abbiamo bisogno di essere ascoltati”

scritto da

      Dal 2015 più di 55.000 minori stranieri non accompagnati sono giunti in Italia. Basterebbe questo numero per dare le dimensioni di un fenomeno che è tutt'altro che marginale. Ma di numeri che ci possono restituire la fotografia della realtà ne abbiamo molti altri. Nonostante il calo generale registrato nel 2018, ad esempio, secondo i dati prodotti dalla Direzione generale dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al 31 dicembre dello scorso risultavano presenti in Italia 10.787 minori stranieri non accompagnati, un calo del 41,1% rispetto allo stesso...

16 Giugno 2019

Usa, quanti ragazzi muoiono in un giorno qualunque per un'arma da fuoco?

scritto da

      Quando ho letto la notizia dell’ennesima sparatoria negli Stati Uniti, un paio di settimane fa a Virginia Beach, mi è tornato in mente un libro pubblicato da Add Editore “Un altro giorno di morte in America”, che mi ha lasciato addosso una sensazione a metà tra la rabbia e l’incredulità. Sebbene il caso di cronaca sia di matrice diversa, è facile trovare il leit motiv, ovvero la disponibilità di armi. Questo libro nasce dall’intento del giornalista inglese Gary Younge, editorialista del “Guardian”, di fare un esperimento: ha scelto una data a caso – il 23 novembre 2013 – e ha scoperto quanti...

08 Gennaio 2019

Scuola, cosa entra nelle classi della società che li circonda?

scritto da

    Ma a scuola i nostri figli cosa imparano? La domanda pare banale ma, forse, non lo è poi tanto. La notizia è di qualche tempo fa. Il fatto è avvenuto in un istituto superiore in provincia di Bari ed è stato motivo di un’interrogazione parlamentare rivolta da due deputati a 5 Stelle al ministro dell’istruzione. Al centro della questione si pone l’intervento del Movimento per la vita di inizio dicembre, in una scuola pugliese. Una discussa e discutibile lezione sul tema dell’aborto, tenuta davanti alle prime classi di un liceo di Monopoli, con toni che i parlamentari definiscono, senza mezzi termini,...