07 Aprile 2021

Manager: ricambio generazionale alle porte

scritto da

      A valle della pubblicazione del Global Gender Gap Report 2021 del World Economic Forum, leggere il tema delle asimmetrie di genere e della difficile affermazione della leadership femminile nelle imprese attraverso la lente dell'evoluzione delle organizzazioni, della società e della demografia – cosi' come fa il recente Rapporto dell'Osservatorio mercato del lavoro e competenze manageriali di 4.Manager - offre una prospettiva molto interessante. Innanzitutto, perché permette di vedere la realtà nel suo insieme, non in modo unilaterale, ma interconnesso, non in modo statico ma in continuo movimento. E scoprire...

19 Febbraio 2020

Aziende, come sta cambiando l'organizzazione del lavoro?

scritto da

        Quanto è cambiata la sensibilità delle aziende riguardo al tema donne e lavoro negli ultimi 30 anni? Per rispondere a questa domanda, oltre alle statistiche, ai manager e ai boardroom, può essere utile interrogare chi nei consigli di amministrazione entra come consulente dell’innovazione e del cambiamento, per rispondere magari proprio a quesiti, anche indiretti, che riguardano i temi di inclusione e coinvolgimento delle risorse nei processi e nelle dinamiche aziendali. I consulenti, dunque. Mariacristina Galgano, amministratore delegato del gruppo Galgano, da circa vent’anni si occupa, come consulente,...

20 Luglio 2018

Perchè le aziende dovrebbero investire in life skills

scritto da

      Una recente indagine di Lenovys ci dice che i manager italiani, di fatto, soffrono di stress lavoro-correlato e il più delle volte la fatica non è ripagata dai risultati ottenuti. Ampliando lo sguardo, sappiamo che la produttività del lavoro in Italia è tra le più basse d’Europa, a causa di una serie di vincoli burocratici, superate modalità organizzative, carenza di competenze e modesta innovazione tecnologica. Basta ricordare che nel nostro Paese il tasso di occupazione è ancora fermo al 58,2%, al penultimo posto nell’Area euro, e la produttività, secondo le ultime previsioni, cresce meno del costo del...

04 Aprile 2018

Il lavoro è cambiato, cambiamo lavoro. La piccola grande impresa dei Pasticcioni

scritto da

  Li chiamano Xennials. Li chiamano generazione perduta. Li hanno chiamati choosy e anche bamboccioni. Adesso gli danno un po’ più di dignità e li chiamano 30-40enni, forse perché il mezzo del cammin di nostra vita comincia a richiedere un po’ di rispetto, nonostante tutto. Una cosa è certa: si fa sempre più chiaro come si debba guardare con più attenzione, politica, economica e istituzionale, a questa grossa fetta di società che si è trovata a fare i conti con un mercato del lavoro quanto meno paradossale, quando non in malafede. Un mercato del lavoro che talvolta ha costretto a scelte estreme e inedite: da una parte...

25 Maggio 2017

Lavoro agile: usciamo dalla logica “ti vedo, ti controllo e allora so che lavori”

scritto da

Lavoro agile, smart working, lavoro flessibile: sono tanti i nomi che in questi giorni vengono utilizzati per indicare il disegno di legge “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”, approvato dal Parlamento lo scorso 10 maggio. Tanti nomi diversi creano, almeno in me, altrettanta confusione. Così, complice il fatto che il comune di Milano ha indetto, dal 22 al 26 maggio, la settimana del lavoro agile, ho pensato di fare una ricerca su Internet (e dove altrimenti?) per capire quanto ne sapevo davvero di questo...

24 Maggio 2017

Dalla palestra ai voucher nido nel welfare delle aziende italiane

scritto da

Servizi dedicati alla famiglia, asili, rette scolastiche e servizi accessori, materiale didattico. Sono le scelte dei 35-45 anni in tema di welfare aziendale. I più giovani, invece, scelgono abbonamenti a palestre, teatro, cinema e divertimento. Le opzioni si moltiplicano e più le aziende riescono ad essere flessibili e maggiore è la soddisfazione che riescono ad ottenere fra i loro dipendenti. La fotografia delle preferenze emerge da uno studio di Day Gruppo Up, azienda che si occupa di consulenza per servizi di welfare. "Per garantire il successo di un piano di welfare l’offerta di servizi deve essere molto variata e tenere conto...

23 Novembre 2016

Marina Salamon e i 70 anni di Doxa: "Il futuro della ricerca è nel digitale e nell'internazionale"

scritto da

Digitale e Internazionale. Sono queste le parole d'ordine per lo sviluppo futuro di Doxa, che quest'anno compie 70 anni dalla sua fondazione. La società, che archivierà il 2016 con un fatturato consolidato di 41,1 milioni di euro (+41% sul 2011), conta 246 dipendenti (86 in più rispetto a cinque anni fa). "Il futuro inizia adesso. Nel medio termine intendiamo fare ulteriori investimenti e non escludo operazioni straordinarie volte a rafforzare ulteriormente la nostra posizione di leadership" osserva Marina Salamon, presidente della società, in una chiacchierata negli uffici Doxa a Milano. Uffici particolari, con pareti tutte di vetro...

26 Aprile 2016

Roberta Marracino (Sace): le nazioni leader hanno abdicato al loro ruolo, ecco i rischi che dovremo affrontare

scritto da

"Il mondo che ci attende sarà segnato da una crescente incertezza e volatilità, il che rende molto difficile fare previsioni su tempi medio-lunghi. Per il 2016 vediamo tre principali rischi per l’economia mondiale: i bassi prezzi delle materie prime, fonte di insidie per le economie poco diversificate e incapaci di fronteggiare un calo così brusco e duraturo; la posizione debitoria di diversi mercati emergenti e il crescente ruolo del terrorismo internazionale come fonte di instabilità geo-politica".  Roberta Marracino, direttore divisione ricarca, comunicazione, relazioni istituzionali e csr di Sace, ha un osservatorio...