25 Giugno 2020

Skam Italia, la serie tv Netflix che racconta i ragazzi senza censure

scritto da

      Skam Italia è il catalogo umano di una generazione. La quarta stagione del remake dell’omonima serie tv norvegese è disponibile dallo scorso maggio su TimVision e Netflix. Skam, con la regia di Ludovico Bessegato, apre agli adolescenti con autenticità, non ci sono immagini patinate e storie da risparmiare. Dopotutto la parola che le dà il titolo vuol dire vergogna, e da sola fa punto e partita. Gli adolescenti di Skam Italia vanno avanti diritti, felicemente apolidi. Pazienza per la reputazione e per il coro. E piacciono proprio per la capacità di accogliere le esperienze degli spettatori, che negli episodi...

14 Giugno 2020

Storie per ragazzi che sognano di essere liberi

scritto da

      Qualche anno fa, un film con il bravissimo Benedict Cumberbatch ci ha fatto conoscere la storia di uno scienziato, un geniale matematico considerato un precursore degli studi sull’intelligenza artificiale. Si tratta di Alan Turing, di cui il film racconta come durante la seconda guerra mondiale riuscì rocambolescamente a codificare i codici criptati dai nazisti. Nonostante ciò, fu ostracizzato dal suo stesso paese con l’accusa di omosessualità. Tristemente famosa l'immagine della  sua morte con una mela mangiata di fianco, probabile simbolo che ispirò Steve Jobs nel creare la sua azienda più nota. Quella...

06 Luglio 2018

Le parole di Papa Francesco nel docufilm del regista tedesco Wim Wenders

scritto da

    “Se la sente di fare un film su Francesco?”: così sembra che Dario Viganò, l’ex direttore del Centro Televisivo Vaticano, si sia rivolto al celebre regista tedesco Wim Wenders per commissionargli un film nientemeno che su Jorge Mario Bergoglio, meglio noto come Papa Francesco. C’è da immaginarsi che Viganò abbia apprezzato i magistrali ritratti cinematografici del fotografo brasiliano Sebastião Salgado e della coreografa tedesca Pina Bausch ad opera di Wenders, prova tangibile dell’abilità del regista nel valorizzare i suoi protagonisti. E così quattro anni dopo Il sale della terra e sette anni dopo Pina,...

19 Dicembre 2016

Omofobia, discriminazione e (cyber)bullismo, che difese offre la scuola e quali sono le domande dei nostri figli?

scritto da

Non fa in tempo a circolare la notizia della nomina di Valeria Fedeli al ministero dell’istruzione del neonato governo Gentiloni che parte il linciaggio mediatico. L’accusa è chiara: la neo-ministra è rea di aver firmato (nel 2014) un disegno di legge sull’educazione di genere nelle scuole. Per fortuna a poche ore dalla nomina arriva la, ben più succulenta, notizia della “falsa” laurea e la polemica sul “gender” si sgonfia come un sufflè mal riuscito. Una polemica lampo quindi, ma sufficiente per innescare un parapiglia mediatico alimentato dai sostenitori del family day. Tuttavia, di fronte a un coacervo di opinioni...

30 Novembre 2016

Cassazione: “omosessuale” non è più un insulto. E’ cambiata la cultura.

scritto da

Se c’è un Paese dove le sentenze giuridiche hanno determinato cambiamenti culturali spesso importanti (soprattutto nel campo dei diritti), quello è sicuramente l'Italia, per uno e più motivi. Ieri è accaduto di nuovo, quando la Corte di Cassazione, trovatasi a decidere evidentemente su un caso di diffamazione, ha scritto nero su bianco che dare dell’omosessuale a qualcuno non è più reato, nemmeno quando lo si attribuisce ad un eterosessuale. Nel presente contesto storico è da escludere che il termine "omosessuale” abbia conservato un significato intrinsecamente offensivo come, forse, poteva ritenersi in un passato...