15 Ottobre 2018

#moltopiùdi194, la manifestazione di Verona per difendere il diritto all’aborto

scritto da

    Erano in tantissime e tantissimi. Una marea di oltre 5 mila persone ha riempito il centro di Verona sabato per partecipare alla manifestazione di protesta #La194nonsitocca della rete femminista Non Una di Meno contro la mozione antiabortista approvata dal consiglio comunale della città scaligera. Un impegno collettivo e massiccio che ha unito donne e uomini, associazioni, collettivi studenteschi e LGBTQI provenienti da tutta Italia scesi in piazza per l’iniziativa a favore dell’aborto libero e sicuro. Non Una di Meno a livello nazionale ha aperto uno stato di agitazione permanente. Verona è la prima tappa di una...

12 Ottobre 2018

Perché è un privilegio poter indossare la cravatta

scritto da

        Il Parlamento italiano non ha un dress code (regole di abbigliamento) per le donne, perché non erano previste. Questo dà una “divisa” agli uomini (giacca alla Camera, giacca e cravatta al Senato) e lascia libere le donne di vestirsi come vogliono. E di non avere una divisa. Che effetto fa la divisa? Rende più facile il riconoscimento dei propri simili, rendendoli immediatamente visibili e creando un “effetto squadra”. Chi non la indossa ha più difficoltà a farsi riconoscere e di conseguenza a essere incluso. Come evitare questa forma di esclusione? Tremo all’idea di un dress code per le donne nelle...

07 Ottobre 2018

Mamme con la partita iva. Chi sono e come se la cavano?

scritto da

    “Ho sempre invidiato un pochino chi lavora in un posto che sa di caffè del dopo pranzo preso insieme ai colleghi mentre si chiacchiera di cosa fare nel fine settimana: ero, e sono, abituata a lavorare da sola; e il caffè bevuto da soli resta amaro anche se ci si affoga dentro un’intera piantagione di canna da zucchero.”   Accompagno il mio bimbo all’asilo, lo lascio con il labbrino tremulo in braccio all’educatrice che mi saluta dicendomi “buon lavoro”! Grazie, anche a te. Poi torno a casa. No, non si è sbagliata a dirmi buon lavoro. È che io a casa ci lavoro. Rientro nel mio appartamento concentrandomi...

30 Settembre 2018

Oltre la paura per essere libere e lanciarci dalle stelle

scritto da

      Avete presente gli istanti in cui chiediamo all’universo un segno e lui ci risponde? Il libro di cui vi parlerò è entrato nella mia vita in questo modo. È accaduto uno di quei momenti. Quando il destino ci mette davanti le risposte alle domande che affollano il nostro cuore. Stavo leggendo una rivista che avevo trovato in libreria. E all’improvviso, boom, mi sono imbattuta in questa descrizione: “Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e troverai la forza per farne altre”. Sembrava parlare a me. La paura mi ha spesso bloccata nella mia vita. Pian piano con il tempo ho cercato di farla andare...

17 Settembre 2018

“L’ha scritto una femmina”, su Facebook uno sguardo diverso sulla letteratura

scritto da

      «Mio caro signore desidero dirle perché la sua recensione mi ha tanto afflitto: non per la critica tagliente o per i severi rimproveri, non perché abbia lesinato gli elogi, bensì perché, dopo aver sottolineato che desideravo essere valutato in quanto autore e non in quanto donna, lei ha rozzamente impostato la sua critica proprio su una questione di genere».   Così Charlotte Brontë, una delle più grandi scrittrici della letteratura di ogni tempo, scriveva a George Henry Lewis che aveva recensito il romanzo Shirley incentrando la sua critica sul fatto che lei, l’autrice, fosse una donna. Sono passati due...

03 Settembre 2018

Io (non) viaggio da sola per dire no alla violenza

scritto da

      È notte fonda quando una ragazza viene aggredita. All’improvviso, mentre sta dormendo, sente qualcuno che la tocca. Il torpore del risveglio dura un attimo. In un brevissimo battito di tempo realizza. La mano che le percorre il corpo non è quella del fidanzato assopito vicino a lei, ma di un uomo che la molesta aggredendola mentre riposa su una delle poltrone da viaggio della nave che la sta portando a Messina. Lei lo guarda, lui con un gesto si porta l’indice alla bocca e le intima di stare zitta. La ragazza, invece, cerca di ricacciare indietro la paura di quei momenti e chiede aiuto. Lo descrive al comandante...

20 Agosto 2018

Millennials, un nuovo modo di essere freelance

scritto da

    Sognava di fare la pilota di aerei, è diventata invece imprenditrice. «Ho esaudito in un altro modo quel desiderio che avevo da bambina. Volevo viaggiare e avere la libertà di muovermi nel mondo. Ho pensato così la mia startup. Me la sono cucita addosso. Flessibile, senza confini e capace di creare opportunità» dice Emma Perrotta, classe 1982, origini calabresi, laurea in architettura, ha poi scelto nella sua vita di occuparsi di marketing digitale per grandi aziende internazionali. Spirito gitano, ora abita a Londra, una delle capitali mondiali delle startup. Fulminata dall’esperienza dello smart working, la...

29 Giugno 2018

Ho pianto, e non me ne vergogno

scritto da

      Al recente incontro di Giovani Confindustria Forlì Cesena, dal titolo “Coniugare genitorialità e imprenditoria è possibile? Le storie di chi ci è riuscito”, un’imprenditrice di successo ha iniziato a piangere mentre raccontava come aveva messo insieme tutto lei: la sua azienda, i suoi bambini e una separazione. La sala, già scaldata dal tema del dibattito che invitava a guardare al binomio vita-lavoro in modo diverso, è scoppiata in un applauso affettuoso e l’imprenditrice ha così potuto condividere altre emozioni, insieme ad alcuni importanti insegnamenti su come l’animo umano sia sempre in gioco e...

11 Aprile 2018

Beatrice e la nostra incapacità di liberarci dai modelli

scritto da

    Sabato scorso durante il serale del programma televisivo Amici, la ballerina Lauren, che partecipa al talent ideato da Maria De Filippi, è stata attaccata dalla maestra di ballo Alessandra Celentano. Lauren, fisico e muscoli scolpiti dalla ginnastica artistica, secondo l’insegnante è in sovrappeso, non ha la forma fisica adeguata per il lavoro che sogna di fare: la danzatrice professionista. Un’affermazione forte che ha portato la ragazza a sfogarsi in diretta Tv dopo aver ballato in un modo splendido sulle note della canzone resa famosa da Marilyn Monroe “Diamonds are girl’s best friends” : «Prima di questo...

19 Marzo 2018

Diritti civili: battaglia popolare o questione d’élite?

scritto da

    Una delle analisi più ripetute dopo l’esito delle elezioni politiche del 4 marzo, sostiene che in Italia la sinistra si sia trasformata da partito popolare, a partito di élite, votata dai ceti più abbienti del centro storico, e quasi ignorata nelle periferie. Tra le argomentazioni usate per sostenere questo mutamento, quella che più colpisce riguarda principalmente il Partito Democratico, che ha governato l’ultima legislatura. Secondo alcuni avrebbe smesso di occuparsi dei problemi dei cittadini più in difficoltà, (specialmente al sud), per fare invece battaglie più “fighette” e da salotto bene, come i...