26 Febbraio 2019

Il successo dell'incompetenza spiegato con l'effetto Dunning-Kruger

scritto da

      Cosa c’entra la chimica con la letteratura? Un giorno curiosando nella libreria di mio fratello, trovai una copia di Siddharta con una dedica: era un regalo della sua professoressa di chimica. Una frase di quella dedica mi è rimasta impressa nella mente e ci ho pensato spesso: “Leggere, si impara a scuola. Quanto ad amare leggere…” Dove si impara ad amare leggere? Come si impara l'amore per la cultura, per il sapere? Quella dello studioso è una macchietta di cui si è sempre bonariamente riso, guardandola con un misto di rispetto e di compatimento. Sui banchi di scuola abbiamo incontrato vari tipi di...

25 Febbraio 2019

Italia, un'economia in mano a dirigenti senza laurea

scritto da

    In Italia gli occupati in possesso di una laurea sono pochi, rispetto alla media dei Paesi europei (22% contro 34%), e dunque non sorprende che anche tra i dirigenti (cod. 1 ISCO08) la quota dei laureati sia più bassa rispetto alla media europea: 25% contro 58% (la più bassa tra tutti i Paesi membri). E’ però da sottolineare il dato rappresentato nella Figura 1. Il grafico mostra la differenza tra due percentuali: la quota dei laureati sul totale dei dirigenti e la quota dei laureati sul totale degli occupati. Questa differenza evidenzia che, nel nostro Paese, la quota dei laureati non aumenta marcatamente quando si...

11 Febbraio 2019

Magistratura, imparare l'imparzialità è difficile ma lo dobbiamo al popolo italiano

scritto da

    Il pensiero della differenza di genere ci ha insegnato che essere un uomo o una donna, in qualsiasi contesto, non è un dato neutro. E’ l’unico dato, originario, con cui facciamo i conti, da quando nasciamo a quando muoriamo. Anzi, che ci portiamo oltre, anche nella memoria altrui. L’essere stati noiosi, neri, bianchi, coraggiosi, arroganti, omosessuali, sposati, corrotti finisce con il nostro corpo. Quel che resta, imperituro, è il nostro nome al maschile o al femminile. Appartenere ad un genere segna la storia di una vita, di un progetto, di un modo di essere, di un’aspettativa sociale, di un ingabbiamento...

29 Gennaio 2019

Davos, il nostro futuro parte dalla formazione

scritto da

    Nell'anno delle defezioni, da Donald Trump a Therese May e a Emmanuel Macron, a Davos in occasione della riunione annuale del World Economic Forum a Davos tiene banco l'incertezza e una certa lentezza su temi che si ripropongono di anno in anno senza soluzioni condivise. Il gotha della politica, della finanza, dell'imprenditoria si è ritrovato per confrontarsi ancora una volta su cambiamento climaticoBrexit, impatti dello shutdown americano, futuro dell'Europa, oltre a rallentamento e disparità delle economie globali. Ma c'è stata anche una questione che ha appassionato molti dibattiti: come stanno cambiando i...

15 Gennaio 2019

Sindrome di Asperger, ecco gli spettacoli teatrali che fanno informazione

scritto da

    Il teatro non è solo intrattenimento. Può anche assolvere a una funzione educativa. Può usare la narrazione di storie per aprire finestre su mondi che altrimenti non andremmo ad esplorare. Può essere un contenitore di informazioni da approfondire e lezioni da apprendere. Il Teatro dell’Elfo, punto di riferimento non solo per il territorio milanese, quest’anno ha inserito in stagione tre spettacoli che ruotano attorno allo stesso tema: l’autismo. Chiaramente una finestra spalancata, su un argomento che ancora deve essere molto approfondito per essere liberato dai pregiudizi che vi ruotano attorno. Per due di...

10 Gennaio 2019

Il bambino capovolto: si sta diffondendo una visione distorta dell'infanzia?

scritto da

In definitiva, sotto le vesti di questo culto dell’infanzia/noi abbandoniamo il bambino a se stesso/nella gestione della sua difficile situazione:/celebrandolo, lo ignoriamo. (Marcel Gauchet) E’ pieno di scorci illuminanti, che meritano più di una visita, Il bambino capovolto di Giampaolo Nicolais. Non semplicemente un libro da leggere, ma un libro che non si può non leggere se si hanno dei figli o dei nipoti, o si è impegnati a diverso titolo nella cura, nella difesa e nella tutela dell’infanzia. Uscendo dai consueti circuiti accademici e dalle riviste di settore, Giampaolo Nicolais - professore associato di Psicologia...

01 Gennaio 2019

Facebook, e il tuo 2018 come è stato?

scritto da

    Come ogni anno, anche per questo dicembre Facebook ha voluto farci dono di un video con i nostri momenti condivisi nell’ultimo anno. Per qualche giorno la nostra timeline è stata invasa da animazioni glitterate con volti sorridenti e vite splendide, tutti incantati dalla sapienza con cui l’algoritmo ha saputo cogliere i momenti migliori del nostro ultimo anno di condivisioni. Ammettiamolo, abbiamo guardato il nostro video, che l’abbiamo condiviso oppure no. Bisognerà dunque ricambiare la gentilezza al nostro amico Facebook, uno di famiglia ormai, ricordandogli come è andata per lui, l’ultimo...

24 Dicembre 2018

Natale, brevi considerazioni sul "gesto del dono"

scritto da

    "Donare" crea relazioni e permette di trasformare quelle già esistenti: mai come in questo periodo dell'anno, al di là del legame con la tradizione religiosa che, in Occidente, ci  invita a celebrare con gioia la nascita di Gesù attraverso i regali, è più che mai evidente l'impatto sociale del gesto. Ma possiamo davvero parlare di spontaneità del dono? L’autore che nel secolo scorso ha contribuito maggiormente a approfondire questo argomento è stato Marcel Mauss, antropologo e sociologo, secondo il quale il meccanismo del dono si articola in tre momenti fondamentali, basati sul principio della...

18 Dicembre 2018

Giornata Internazionale per i diritti dei migranti: e l’Italia che fa?

scritto da

    Dal 18 dicembre del 2000 si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti dei Migranti, proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Quest’anno, dunque, la ricorrenza diventa maggiorenne: la Convenzione internazionale sulla protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie è stata siglata il 18 dicembre del 1990. Le Nazioni Unite decisero di affrontare la questione dopo il tragico episodio accaduto nel 1972, in cui un camion ebbe un incidente sotto il tunnel del Monte Bianco. Lì dentro non c’erano macchine da cucire, come avrebbe dovuto essere, ma 28 lavoratori del...

11 Dicembre 2018

Scuola, solo uno studente su 10 raccomanderebbe quella italiana

scritto da

  Ragazzi che trovano lavoro immediatamente dopo la scuola. Ragazzi che imparano giocando con le nuove tecnologie. Professori aggiornati. Un bambino che gioca con le bambole, una bambina che gioca a calcio in cortile: benvenuti nella scuola immaginaria dove ognuno è libero di esprimere i propri talenti. Tutti vorremmo una scuola che sappia valorizzare il talento e le diversità di ogni bambino e bambina, sappia motivare invece che punire, sappia valorizzare la tecnologia e non solo vietarla, sappia parlare con le imprese per preparare i ragazzi al lavoro e non progettare della formazione lontano dalle competenze richieste dal...