07 Febbraio 2024

Sullo stupro arriva il compromesso Ue, ma manca il coraggio

scritto da

  L’eco dello stupro di Catania, con vittima una tredicenne non si è ancora spento, ma di stupro in questi giorni si parla molto anche a livello giuridico e politico. I riflettori sono stati puntati sull’accordo, arrivato poi ieri in serata, del Consiglio europeo e del Parlamento Ue sulla direttiva contro la violenza sulle donne. Al centro del braccio di ferro politico la norma (articolo 5, poi stralciato) sul reato di stupro da considerare sesso senza consenso, come richiesto da larga parte della società civile e della politica. La soluzione che è stata trovata appare di compromesso: lo stupro è definito sesso senza...

16 Novembre 2023

Violenza sulle donne: ActionAid, mancano i fondi per la prevenzione

scritto da

    Maggiore attenzione al problema, risorse stanziate in aumento ma il numero dei femminicidi non accenna a diminuire. Cosa non funziona nel sistema di contrasto alla violenza di genere? Secondo l'analisi presentata da Action Aid una riposta sta nell'utilizzo delle risorse, che riflette un approccio emergenziale ma che non affronta il nodo strutturale, ovvero il necessario cambiamento culturale da più parti richiamato. Nell'analisi presentata da ActionAid, infatti, emerge che l'aumento delle risorse complessive si accompagna a una drastica diminuzione delle risorse destinate alla prevenzione, fondamentale per incidere in...

19 Ottobre 2023

Violenza contro le donne, gli effetti dell'adesione Ue alla Convenzione di Istanbul

scritto da

    In vigore dal primo di ottobre la Convenzione di Istanbul - strumento giuridico che punta alle quattro P per eliminare la violenza sulle donne (prevenire, proteggere, perseguire attraverso l'attuazione di politiche integrate) - è legge anche per l'UE. Nel giugno scorso, infatti, si è finalmente concluso, con l’approvazione di due decisioni del Consiglio, il percorso di adesione dell’Unione europea alla Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. La violenza è censura delle società democratiche                                     ...

26 Luglio 2023

L'UE aderisce alla Convenzione di Istanbul. Cosa aspettarsi ora?

scritto da

    Nel mese di giugno si è finalmente concluso, con l'approvazione di due decisioni del Consiglio, il percorso di adesione dell'Unione europea alla Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. "L’UE conferma il ruolo centrale e l’importanza della Convenzione di Istanbul", con queste parole la  ministra dell’uguaglianza di genere e della vita professionale svedese commenta l'annuncio all'indomani della ratifica. "L’UE conta 14 dei primi 20 Paesi al mondo nella classifica della parità di genere – prosegue Paulina Brandberg – Ciò nonostante,...

19 Luglio 2023

Parità di genere, l’estate calda delle leggi per le donne

scritto da

    Cresce nel mondo la consapevolezza pubblica che i diritti delle donne e una piena partecipazione di queste alla società siano imprescindibili per la prosperità (anche economica) dei Paesi. Diverse sono le iniziative di legge che, proprio in questi mesi, sono state implementate o sono in discussione in tutto il mondo e che hanno come minimo comune denominatore l'uguaglianza tra i generi. Dal Brasile al Pakistan passando per Stati Uniti ed Europa, ecco tutti gli ultimi provvedimenti. Contrasto alla violenza di genere tra Usa e Europa Mentre gli Stati Uniti si sono appena dotati della loro prima legislazione contro la violenza...

01 Luglio 2023

La violenza contro le donne è la reazione alla loro libertà

scritto da

      "La violenza contro le donne nasce dalla sopravvivenza nelle relazioni private del rifiuto della libertà conquistata dalle donne. Un rifiuto antico che si esprime oggi in forme malate. Per questo l'azione di contrasto dovrebbe essere continua, strutturale, non episodica, basata su standard omogenei sul territorio nazionale. La violenza tocca un punto chiave, che riguarda la pienezza della cittadinanza delle donne. Come si fa a discutere di parità salariale, di soffitto di cristallo, di partecipazione femminile alla vita politica, se nella sfera privata la libertà delle donne non è ancora accettata?". Fabrizia...

24 Maggio 2021

Caso Penati, Antonella perde a Strasburgo ma non si ferma

scritto da

        Antonella Penati, la madre di Federico Barakat, ucciso durante un incontro protetto col padre, ha perso, dopo sei anni, il ricorso a Strasburgo con il quale chiedeva la condanna dello Stato italiano per non aver protetto il diritto alla vita di suo figlio. La Corte europea dei diritti dell’Uomo ha ritenuto, infatti, che il ricorso fosse inammissibile da punto di vista sostanziale, dato che la donna aveva accettato 100mila euro e si era accordata su un nulla a pretendere nel corso di un processo civile contro i servizi sociali, ammissibile sotto il profilo procedurale, ma non ha ravvisato la violazione dell’articolo 2...

22 Marzo 2021

La procura della Cassazione: "L'alienazione genitoriale è incostituzionale"

scritto da

    Sette pagine fitte e senza tentennamenti: sono quelle in cui la procura generale presso la Corte di cassazione smonta pezzo per pezzo il castello di carta dell’alienazione parentale tanto in voga nell'universo parallelo delle aule giudiziarie in cui, non di rado, alle donne vittime di violenza viene sottratta la custodia dei bambini. Una requisitoria senza appello depositata nell'udienza del 15 marzo scorso sul caso di un bambino allontanato dalla madre e collocato in casa famiglia, dopo le denunce di violenza domestica sporte dalla donna. Un capovolgimento di responsabilità, con esiti kafkiani, possibili grazie alla...

22 Marzo 2021

La Turchia bandisce la Convenzione di Istanbul. Ecco cosa vuol dire

scritto da

          La Convenzione di Istanbul stracciata dalla Turchia a dieci anni dalla firma. Sembra un brutto gioco di parole, quasi un ossimoro in termini di geopolitica. Il principale strumento di contrasto alla violenza di genere, giuridicamente vincolante, mina l'unità familiare e incoraggia i divorzi. Sarebbero questi i motivi alla base del decreto presidenziale, firmato da Erdogan. La notizia battuta dall'ANSA, nella mattinata di sabato, rimbalza e fa discutere. Immediata la reazione in Italia di Valeria Valente. La presidente della Commissione monocamerale d'inchiesta su femminicidio e violenza di genere, si dice sgomenta. "La...

24 Febbraio 2021

Violenza sulle donne: D.i.Re, 2021 ancora senza nuovo piano, rafforzare la governance dei fondi

scritto da

                    Fondi insufficienti per i centri antiviolenza, governance delle risorse “sbagliata” e un 2021 che parte senza il nuovo piano anti violenza, visto che quello precedente è scaduto nel 2020. Sono le lacune nella lotta alla violenza sulle donne che Antonella Veltri, presidente di D.iRe-Donne in rete contro la violenza, mette in luce in un’intervista a Alley Oop Il Sole 24 Ore, di fronte a un mutato scenario politico, una ministra delle Pari opportunità, Elena Bonetti, riconfermata ma senza portafoglio, e ancora criticità, acuite dal Covid, nella gestione finanziaria dei centri anti violenza, pur...