14 Settembre 2020

Scuola, quali sono le richieste delle famiglie alla riapertura?

scritto da

    “La prima A entrerà alle 6 e la quinta G alle 11, però di sera perché altrimenti si incrocerebbe con la terza D che uscirà alle 10,58. Dovrete posizionare vostro figlio di fianco al cinesino posto sul pavimento, non fate quella faccia, a questo servono i cinesini, se avete altri figli legateli al palo fuori dal cancello. Verrà fatta valutazione stato di salute, i bambini dovranno stare sull'attenti, i primi 10 che crolleranno non saranno ammessi. Se arriverete in ritardo perderete lo slot e dovrete aspettare che il varco spazio/tempo si riapra”.   «Non è la trama di un gioco a livelli, ma quasi. Dopo mesi di...

01 Settembre 2020

Tornare, sì ma dove?

scritto da

    Riprendere la routine quotidiana dopo un periodo di riposo è già di per se difficile ma quest’anno lo è un po’ di più. Chi ha potuto, con la fine del #lockdown è scappato dalla città, si è immerso nella natura e si è goduto lunghe giornate all’aperto. Il mare “di sempre”, quello legato a parenti e amici che di solito snobbavamo non è mai stato così bello come quest’anno! La montagna di solito “ripiego” o intermezzo d’estate è diventata invece il nostro rifugio, la nostra nuova dimensione. In molti - sottoscritta compresa - hanno usato questo periodo, di vacanza o di stop più o meno voluto,...

20 Giugno 2020

Rifugiati, 79,5 milioni di persone in fuga nel mondo

scritto da

      Le persone in fuga da conflitti, persecuzioni o violenze sono più dell'1 per cento della popolazione mondiale - 1 persona su 97 - mentre continua a diminuire inesorabilmente il numero di coloro che riescono a fare ritorno a casa. Lo denuncia l'agenzia Onu per i rifugiati Unhcr nel suo rapporto annuale Global Trends pubblicato in occasione delal Giornata Mondiale del rifugiato il 20 giugno. Alla fine del 2019 risultavano essere in fuga 79,5 milioni di persone, il 40% dei quali minori (30-34 milioni). L'Unhcr non aveva mai registrato un dato tanto elevato di persone vittime di esodi forzati. "Dal 2011 ogni anno è un...

10 Aprile 2020

Ricreare i capolavori dell'arte: dove nasce il challenge che spopola sui social

scritto da

Negli ultimi tempi sui social impazza un nuovo challenge dedicato al mondo dell'arte che consente a chi si trova a casa per il lockdown di aguzzare l'ingegno e volare sulle ali della fantasia. Si tratta di ricreare a casa, con gli oggetti a disposizione, un'opera d'arte a scelta e di metterla a confronto con l'originale. Sebbene il boom mediatico sia arrivato grazie al Getty Museum di Los Angeles – che ha rilanciato l'iniziativa – l'idea nasce ad Amsterdam, opera della trentunenne Anneloes Officier, che racconta ad Alley Oop: "Dopo il primo giorno di quarantena l'idea di dover stare a casa per così tanto tempo senza alcuna...

18 Marzo 2020

Festa del papà: il 19 marzo un evento in diretta online

scritto da

      Pensato in tempi non sospetti, il dibattito laboratorio su nuovi modelli di leadership ispirati alla paternità che si terrà in live streaming il 19 marzo dalle 9.00 alle 10.30 è oggi più attuale che mai. L'intenzione degli organizzatori - la società che guido, Life Based Value, che da tempo propone alle aziende percorsi formativi online che, attraverso il metodo del Life Based Learning, sfruttano la compresenza nelle nostre vite di molti ruoli personali e professionali - era infatti di far parlare alcuni amministratori delegati di come l'essere padre abbia influenzato il loro modo di essere leader. Una...

16 Febbraio 2020

Parlare di sesso con le figlie, non è così semplice come sembra

scritto da

        Quando mi sono seduta al mio posto sull’aereo che da Boston mi avrebbe portato a Milano, il ragazzo di fianco a me, con un forte accento irlandese, mi ha chiesto: “Torni a casa o vai a trovare qualcuno?”. Sono rimasta molto colpita dalla domanda, perché, per quanto semplice, necessitava di una risposta assai complessa. Vivo negli Stati Uniti da più di venticinque anni, cioè più della metà della mia vita. Ma sono di Milano, città che mi ha formata e mi ha fatta diventare quella che sono, nel bene e nel male. Quindi sì, in un certo senso torno a casa. In realtà vado a trovare qualcuno, e, questa volta,...

11 Gennaio 2019

Perché essere madri è una scelta "cool"

scritto da

    Se posso dirla tutta, sono un po’ stufa di dover giustificare la maternità. Da anni, da quando frequento questo tema, prima perché ho avuto figli e poi perché ho cominciato a farne il mio lavoro, incontro persone che vedono nella maternità un “oggettivo problema logistico” o un “costo”, oppure donne che vogliono affermare la propria libertà di non essere madri e pensano che questo le ponga in conflitto con chi fa la scelta opposta. Incontro infine – mi è successo questa mattina a Milano e due mesi fa in un’università giapponese – giovani donne che dalla maternità sono spaventate: hanno la sensazione...

14 Dicembre 2018

Gestisci la tua famiglia come un'impresa, perché lo è

scritto da

    La “casa”, in inglese “household” – la lingua inglese consente parole con più sfumature delle nostre perché può unirne di diverse, e quindi non è solo "casa" ma anche nucleo familiare, unità domestica per così dire – è uno dei quattro settori dell’economia, secondo la visione macroeconomica. Ed economia vuol letteralmente dire “gestione (nomos) della casa (oikos)”. Ma allora perché, si domanda la coppia di autori dell’articolo “Creare dei margini (Creating some slack)” non gestiamo la casa con criteri un po’ più "economici"? E non intendono solo dal punto di vista monetario:...

25 Novembre 2018

Violenza sulle donne, storia di Martina che è riuscita a salvarsi

scritto da

"La nostra sembrava una bella storia d'amore, una come tante. Certo, da subito lui si era mostrato molto geloso e possessivo. Ma io avevo scambiato i suoi atteggiamenti per attenzione, per cura. 'Mi considera preziosa', pensavo". Martina, un nome di fantasia, ha 36 anni e quando racconta la sua storia di violenza subita dall'uomo che ha scelto, lo fa sorridendo. Perché la sua è una storia di rinascita, di riscoperta di se stessa, del suo valore e delle sue potenzialità. Dopo aver visto l'inferno. O meglio, dopo non averlo voluto vedere come un inferno per troppo tempo, dopo non essere riuscita a chiamare la violenza con il suo...

11 Luglio 2018

Affido congiunto, e se fossero i genitori a spostarsi nei fine settimana?

scritto da

    Cosa succede nell’animo dei figli quando i genitori si separano? La legge fissa le regole. I giudici le applicano. I genitori proseguono le proprie vite separatamente. E i figli? Dal punto di vista psicologico, i percorsi e le situazioni che i figli devono affrontare vanno ben oltre la matematica divisione del tempo quotidiano, dei giorni di vacanza con la mamma e dei weekend con il papà. La separazione dei genitori apre finestre che non sempre si è capaci a gestire nel bene e nell’interesse del minore. Iolanda Stocchi, psicologa e psicoterapeuta, si occupa da oltre vent’anni di aiutare bambini e famiglie...