08 Dicembre 2019

Clorofillati, ecco perché far crescere i bambini nella natura

scritto da

      Perché abbiamo così bisogno di natura? E in modo ben più profondo di quanto non immaginiamo? Semplicemente perché “noi siamo Natura e solo “con lei” possiamo proseguire il nostro cammino su questa splendida Terra.” (p. 9) È a partire da questa constatazione che Marcella Danon ci conduce attraverso un percorso alla ricerca delle nostre radici profonde nel suo libro Clorofillati. Ritornare alla Natura e rigenerarsi, Feltrinelli, Milano 2019, una guida pratica di ecopsicologia e green mindfulness che sa unire un solido impianto teorico (prevalente nei due capitoli iniziali) a un’impostazione sanamente...

05 Dicembre 2019

Diario di viaggio fra i rifugiati: la rinascita in sculture su punta di matita

scritto da

        650.000 persone, un’ondata di richiedenti asilo in fuga dalla guerra in Siria, accolti in Giordania non senza enormi difficoltà ma con senso di fratellanza. Fratellanza, una parola che sembra uscita dal nostro vocabolario. Paura, vulnerabilità, soprattutto tra quell’80% di siriani che vivono nelle città. Il rischio di non rientrare tra quanti ricevono dall’UNHCR una piccola ma indispensabile somma mensile di denaro, l’unica forma di rete protezione sociale. Perché i fondi non bastano per tutti. Nella procedura che porta a dare delle priorità alle famiglie beneficiarie vengono presi in...

05 Dicembre 2019

"Perché la Terra ha la febbre?": prendersi cura, imparando dai bambini

scritto da

  I bambini sanno. E chi sostiene il contrario non ha trascorso abbastanza tempo in loro compagnia. "Sono vivi ricercatori nell’ambiente e ricevono delle impressioni che via via andranno a cercare di nuovo. Si tratta di impressioni sensoriali e vengono attratti da caratteristiche peculiari che si trovano nelle cose che li circondano”: un aspetto, questo, trattato ampiamente dalla pedagogia e in particolare da Maria Montessori. I bambini hanno una tendenza naturale ad esplorare l’ambiente e hanno una capacità di osservazione molto sviluppata. Per questo non mi meravigliano le domande che spesso mi pongono, domande alle quali...

04 Dicembre 2019

Diario di viaggio fra i rifugiati: il centro UNHCR di Amman

scritto da

      Ho preso una vacanza.  Come sempre sono partita con il mio piccolo trolley camouflage, unico bagaglio a mano, leggero di contenuto, pieno di voglia di esplorare, curiosare, imparare tutto di questa nuova terra, della sue radici, dell’aria che si respira, del profumo dei suoi cibi, dei modi della gente, dei loro sogni e delle loro paure. Così, ieri mattina mi sono svegliata in vacanza.  Come facevo spesso sin da ragazzina, ho pensato di essere una di loro. Mi ha sempre divertito questo gioco. Come è vivere al mare, o in una grande metropoli americana, o in un villaggio sperduto in montagna di inverno? Per capire e...

03 Dicembre 2019

Piccole Scuole, in Italia sono 9mila e per lo più organizzate con pluriclassi

scritto da

    Nel piccolo comune di Céré-la-Ronde nella Valle della Loira (Francia), la piccola scuola del paese sembra destinata a chiudere. Non è sostenibile economicamente: umeri troppo bassi per formare le classi, per cui l'unica soluzione sembra essere quella di far spostare i piccoli alunni, 15 bambini tra i due anni e mezzo e i 6 anni  nei paesi vicini. Ma il sindaco Jacques Duvivier non ci sta: «un paese senza bambini è un paese condannato a morire». Così lui e la sua giunta hanno deciso di rinunciare alla propria indennità di amministratori per sostenere una scuola ibrida nata da una partnership pubblico-privata....

01 Dicembre 2019

Il dizionario dell'educazione: i bambini dalla A(more) alla V(olontà) secondo Montessori

scritto da

    A come Amore: “Il bambino ama, è instancabilmente fiducioso; l’oggetto d’amore è specialmente l’adulto, da cui prende ciò che gli necessita per la propria formazione. E’ sorprendente come possa essere insegnato l’odio mentre non si può insegnare l’amore che si può solo vivere: tuttavia è solo con l’amore che si può pensare ad una convivenza pacifica”.   L come Libertà: “L'aiuto all’espansione della vita di un bambino può solo passare attraverso la libertà di espressione perché ogni vita è un valore unico e in sé”. I come Immaginazione: “Dal nulla non si crea nulla e...

29 Novembre 2019

Perché non possiamo vincere contro i cellulari dei nostri figli

scritto da

      Come tutti i genitori, anch’io a un certo punto ho dovuto decidere se comprare il cellulare a mia figlia e quando. E’ stata tra le ultime della sua classe (quinta elementare) ad averlo, qualche settimana prima di compiere undici anni. Fino alla fine dell’estate tutto abbastanza bene: mi faceva sentire sicura sapere che poteva chiamarmi o scrivermi quando eravamo lontane, mi sembrava che la vita in vacanza fosse un buon argine ai giochi elettronici, a cui poteva dedicare trenta minuti al giorno; ogni tanto ci scappava qualche predica e la sua reazione era positiva. Poi è andata in prima media. Dai trenta...

28 Novembre 2019

Daniela Fatarella (Save the children): "In Italia troppi bambini in povertà"

scritto da

      Aumento della povertà, dispersione scolastica, povertà educativa. Il panorama italiano visto con gli occhi dei bambini è fatto di tante parti grigie e molte nere. "Il mondo non è a misura di bambino", osserva Daniela Fatarella, nuova direttrice generale di Save the children in Italia dal prossimo 1 gennaio. La prima volta di una donna al vertice dell'associazione nel nostro Paese. Oggi, per altro, Save the children sarà alla Fondazione Feltrinelli per l’evento “Investire nei diritti dell’infanzia crea valore”, un’iniziativa organizzata nell’ambito delle celebrazioni dei 30 anni della Convenzione sui...

20 Novembre 2019

I diritti dei bambini compiono trent’anni: rispettarli è un impegno di tutti

scritto da

Care bambine/Cari bambini di oggi e di domani, trent'anni fa, sullo sfondo di un ordine mondiale in cambiamento – la caduta del muro di Berlino, il declino dell'apartheid, la nascita del web – il mondo ha unito le forze in difesa dei bambini e dell’infanzia. La maggior parte dei genitori di allora erano cresciuti sotto dittature o governi in dissesto e speravano quindi, in una vita migliore e in maggiori opportunità e maggiori diritti per i loro figli. Così, quando i Capi di Stato e di Governo si sono riuniti nel 1989, in un momento di rara unità globale, per impegnarsi storicamente con i bambini del mondo per proteggere e...

25 Ottobre 2019

Bambini senza empatia: di chi è la colpa?

scritto da

“Sii empatico”, ecco una frase che non sentiamo spesso dire dai genitori, e il fatto non ci sorprende. Eppure sembra che, in questo modo, i genitori stiano mancando a uno dei loro doveri fondamentali: quello di insegnare l’intelligenza emotiva ai loro bambini. Il problema della mancanza di competenze come l’empatia nei bambini di questo millennio sembra essere universale: la presa di coscienza più forte si ha negli Stati Uniti, dove sta prendendo piede l’utilizzo della mindfulness nelle scuole per aiutare i bambini e i ragazzi a guardarsi dentro e ad esprimere ciò che sentono. In questi giorni, al World Social...