17 Gennaio 2023

Russi che aiutano ucraini: l'esperienza di "Casa con il faro"

scritto da

I profughi ucraini scappano dalla guerra, cercano Paesi dove poter ricominciare. Per quanto inaspettato, una buona parte cerca la libertà proprio in Russia.Secondo gli ultimi dati dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, da febbraio 2022 i profughi ucraini che hanno abbandonato la loro terra sarebbero quasi otto milioni, di cui due avrebbero varcato il confine con la Russia.In questo momento è complesso tracciare i dati dei rifugiati soprattutto in Russia, dove l’informazione è evidentemente pilotata dal governo. Ciò non toglie che a Mosca, Lida Moniava, fondatrice di "Casa con il faro" ("Dom s majakom"),...

08 Gennaio 2023

Tutte le vite dentro una vita: come fare spazio dopo un dolore

scritto da

Ci sono eventi nella vita che fanno da spartiacque, da punto di arrivo e di ripartenza insieme. Un trauma, un lutto è sicuramente uno tra quelli. C'è chi si ferma e stenta a proseguire, aggrappato al rimpianto, al ricordo, al dolore. E c'è chi, seppure legato con un filo invisibile che non reciderà mai, decide di andare avanti, di onorare quella vita costruita anche con e grazie alla persona che è venuta a mancare. Claudio Prizio, protagonista e narratore di questa storia apparentemente senza trama, perde la sua compagna, G., a seguito di una grave malattia, e si ritrova con una vita nuova fra le mani, una nuova compagna, Agata,...

20 Giugno 2022

Giornata dei rifugiati, la storia di Vittoria in fuga dall'Ucraina

scritto da

    Questa è la storia di Vittoria, una donna ucraina di 47 anni, che ha dovuto abbandonare la sua città, a causa dell'invasione russa avvenuta lo scorso 24 febbraio, oggi rifugiata in Italia. A lei e a tutti coloro che si trovano a vivere tale condizione Alley Oop dedica la celebrazione della Giornata mondiale del Rifugiato, istituita dall'ONU il 20 giugno. Ricordiamo che l’articolo 1A della Convenzione di Ginevra del 1951 definisce rifugiato colui “che temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova...

17 Maggio 2022

Rifugiati, dall'Ucraina all'Italia un gruppo di giovani atleti a Caprino Veronese

scritto da

La notte del 26 marzo, con un volo da Suceava, è sbarcato a Bergamo un gruppo di donne e bambini in fuga dall’Ucraina. Ad attenderli Claudio Arduini, istruttore Fidal e atleta, con gli amici dell’Atletica Baldo Garda e Atletica Insieme, due associazioni dilettantistiche di atletica leggera del veronese. A raccontarlo è Chiara Davini, agente sportivo e consulente  per la Federazione atletica, che è riuscita a realizzare il sogno di libertà di un gruppo di atleti ucraini, dopo aver ricevuto la chiamata di Iolanta Khropach, segretaria della Federazione di Atletica Ucraina. 11 giovanissimi atleti, soprattutto minorenni sono...

04 Aprile 2022

Diritto d'asilo: tener conto delle violenze sessuali è un'urgenza

scritto da

"La Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati del 1951, non è più uno strumento al passo con i tempi. Bisogna allargare il dibattito, tenere conto dei rifugiati climatici, delle sistematiche violenze sessuali sulle rotte migratorie". A utilizzare queste parole  durante il dibattito dal titolo Droit d'asile: la prise en compte des violences sexuelles est une urgence, svoltosi nel corso dell'ultima edizione del Fifdh, il festival del cinema e forum sui diritti umani di Ginevra (il più importante al mondo, che si tiene in concomitanza con il Consiglio dei diritti umani), non è un'attivista femminista-ambientalista, ma...

10 Marzo 2022

In Romania fra i profughi ucraini, la testimonianza di una video maker bielorussa

scritto da

  *Pubblichiamo la testimonianza di Tatsiana Khamliuk, video maker bielorussa e da poco tornata dalla Romania dove ha supportato i volontari nell'accoglienza dei profughi ucraini. Ucraina, Ucraina.. questa parola mi gira in testa da giorni. Ce l’ho in mente dal 24 febbraio, la data che ha cambiato tutto. In realtà ricordo che già qualche giorno prima scambiavo notizie e impressioni con parenti e amici. “Ci sarà o non ci sarà la guerra?” continuavo a pensare. Io vivo da molti anni in Italia, ma sono nata in Bielorussia e ho tanti amici ucraini. Sentivo la loro voce attraverso il telefono e cercavo di tranquillizzarli:...

09 Marzo 2022

8 marzo per le donne ucraine che lottano, il messaggio di Mattarella

scritto da

  “Madri, lavoratrici, giovani colpite da una violenza inattesa, crudele, assurda. Donne che partecipano coraggiosamente alla difesa della loro comunità, donne costrette a ripararsi nei rifugi d'emergenza, che lasciano le loro case e il loro Paese, che hanno paura per i loro figli, che prestano cura ai più deboli, che piangono morti innocenti”. Alle donne ucraine - con questo messaggio - il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella dedica l’8 marzo, Giornata internazionale delle donne. Donne in mezzo alla guerra, in cammino da sole o con i propri figli per raggiungere i confini, perché gli uomini sono obbligati a...

17 Febbraio 2022

Afghanistan, i progetti di OTB Foundation per l'emancipazione delle donne

scritto da

    “Diamo un aiuto, una speranza alle donne afgane rimaste lì o che hanno scelto di restare per riattivare le attività di emancipazione”. Non spegnere i riflettori. Con un accorato appello a parlare dell’accoglienza degli afgani dopo quattro anni di lavoro è Arianna Alessi, vicepresidente di OTB Foundation. L'Afghanistan è una nazione in guerra da 40 anni e dall'agosto scorso, con il ritorno dei Talebani al potere, si è interrotta la lenta ricostruzione del Paese. La fondazione è sul luogo con tre organizzazioni. La prima esperienza nata con l’ associazione CIAI è il progetto “Fearless Girls”, che ha aiutato 30...

14 Febbraio 2022

Andare in pensione dove (non solo quando) conviene

scritto da

    Arrivare alla pensione e fare le valige. Per il resto della vita. Non è forse una tendenza tipicamente italiana, ma è decisamente un tema in voga dell’Europa centro-settentrionale. Complici il clima non proprio felice, stipendi più alti dovuti a costi della vita elevati e, anche, una certa maggiore facilità a distaccarsi dai figli (in molti casi da decenni fuori casa), è lì alto il desiderio di espatriare superati i 60. Molto comune poi anche pianificare negli anni per farlo. Basti vedere il numero di guide, siti di informazione, programmi televisivi e aziende di servizi dedicati che accompagnano nella scelta del luogo...

04 Settembre 2021

Mostra Venezia: dal Lido il grido delle registe afghane, "il mondo ci ha traditi"

scritto da

    "Il mondo ci ha traditi". È straziante il nuovo appello che la regista afghana Sahraa Karimi ha rivolto alla comunità internazionale, non solo cinematografica, dal Lido di Venezia, dove nell'ambito della Mostra del Cinema è stato organizzato un panel sulla situazione disperata degli artisti nel Paese, sistematicamente perseguitati dai talebani: "Chiedo il vostro appoggio, non finanziario ma intellettuale. Noi meritiamo di vivere in pace, meritiamo di realizzare i nostri sogni". "Il 15 agosto ho dovuto prendere la decisione più difficile della mia vita, decidere in poche ore di lasciare l'Afghanistan", ha sottolineato con gli...