09 Giugno 2021

La metà sospesa: differenti visioni e parità di genere

scritto da

  Una cassetta degli attrezzi abbandonata in corridoio dopo aver cambiato la bombola del barbecue: missione compiuta? Una lavapiatti piena a metà, o già mezza vuota? Punti di vista o questioni di genere? Già più di trent'anni fa John Gray lo aveva spiegato in un libro molto divertente – diventato un cult - “Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere”: uomini e donne hanno modi di pensare, di parlare e anche di comportarsi molto diversi. Prima regola quindi: non dare nulla per scontato. Non fulminiamolo con gli occhi perché non collabora nel preparare la cena, mentre noi cuciniamo con il pc di lavoro di fianco e...

30 Aprile 2021

Serena Dandini, "nella violenza le parole sono come pietre"

scritto da

    Una rivoluzione culturale contro gli stereotipi sessisti e la cultura patriarcale. Una rivoluzione che parta dalla scuola e porti a un mondo dove le donne sono libere di esprimersi e di essere. Un mondo dove gli uomini “non costringano le donne a fare quello che dicono loro”, afferma Antonella Veltri, presidente di D.i.Re-Donne in rete contro la violenza. In un mondo così, la violenza contro le donne avrebbe poco spazio, non troverebbe il suo nutrimento e non avrebbe le sue fondamenta. Il Festival “Libere di essere”  che apre i battenti il 7 maggio, organizzato da D.i.Re in collaborazione con Hero e con la...

21 Aprile 2021

"Donna casalinga" e "uomo con i pantaloni", gli stereotipi resistono fra gli adolescenti

scritto da

  Dall’uomo che deve mantenere la famiglia e comandare in casa alla donna che deve assolvere al suo ruolo "naturale" di mamma e moglie e accudire i figli; dal tradimento femminile considerato più grave di quello maschile al perdurare di atteggiamenti discriminatori nei confronti delle ragazze con tolleranza nei confronti di sessismo e omofobia. Gli stereotipi di genere sono ancora oggi duri a morire, ma se ad esserne ingabbiati sono gli adolescenti allora la questione diventa allarmante, soprattutto se trovano consenso nello stesso universo femminile. I ragazzi italiani, vivono ancora permeati da comportamenti tradizionalisti e...

26 Marzo 2021

STEAM, quando alla scienza si unisce l'arte

scritto da

  Come definireste la meraviglia? Quella sensazione prende allo stomaco, che dà il senso di eternità e di assoluto? Le immagini aiutano e un'immagine è quella di un gruppo di donne anziane che per la prima volta vedono il mare. "Immaginate alcune donne, ormai ottantenni, provenienti da un paesino sperduto, tal Daone in Trentino-Alto Adige. Un giorno qualsiasi, uno di tanti, le donne decidono di intraprendere un viaggio verso il mare (...) Sentono la necessità di provare qualcosa che non aveva mai potuto far parte delle loro vite fino a quel momento: immergersi nelle acque del mare". Così, con questa immagine, inizia il...

12 Marzo 2021

Togliamoci la maschera e diciamocelo: il normale non esiste, siamo tutti diversi

scritto da

        E’ ancora in cima all’agenda delle aziende, forse oggi più che mai, ma in modo radicalmente nuovo: il concetto di diversità e inclusione. È ormai evidente che lo spazio di ciò che può essere considerato “non diverso” (uguale?) si è ridotto a un fazzoletto: in troppi sono troppo giovani o troppo vecchi, troppo colorati, troppo femminili, troppo nuovi, troppo qualcosa di diverso da ciò che il sistema è in grado di trattare come normale. Ne stiamo perdendo troppi, direbbe il comandante di un esercito – o il responsabile delle risorse umane di un’azienda: ne stiamo perdendo troppi perché non...

05 Marzo 2021

Le nostre vite non vanno più bene neanche per un film?

scritto da

                  Nelle mie sempre più frequenti serate davanti alla TV, inizio a sentirmi a disagio. Anche i film e le serie più recenti non parlano più di noi: del mondo in cui viviamo oggi. Sono film in cui nessuno indossa la mascherina, le persone si toccano, vanno a cena fuori, viaggiano. Se film così erano normali sei mesi fa, oggi sembrano foto di un mondo antico: sembra che registi, attori e sceneggiatori siano rimasti a vivere su un altro pianeta, dove la pandemia non c’è. Un pianeta fortunato: il pianeta del passato o – e sorge il dubbio che questa sia la speranza che vogliono tenere...

26 Febbraio 2021

Maura Gancitano (Tlon): "Una donna editrice ha un valore politico"

scritto da

Il lavoro editoriale è un lavoro lento, artigianale. La nascita di un libro richiede cura”. Maura Gancitano, oltre a essere un’editrice, è anche un punto di riferimento culturale per il suo attivismo con il progetto Tlon, e non sorprende che parli con tanta attenzione dei principali strumenti e veicoli di trasmissione culturale: i libri. Dal 2016 Tlon è diventata anche casa editrice, sotto la direzione editoriale di Gancitano e del suo compagno di vita e professione Andrea Colamedici. Ma Tlon è nato qualche anno prima, nel 2014, fondato sempre da loro con Nicola Bonimelli. Progetto di divulgazione culturale, casa...

18 Febbraio 2021

Storie di figli diversi dai genitori

scritto da

      Un figlio è il prodotto di due genitori. Non sempre però i genitori somigliano al proprio figlio. Il colore della pelle nel caso di un figlio di coppia mista, i gusti sessuali nel caso di un figlio omosessuale, la disabilità in quello di genitori normodotati. E’ da queste considerazioni che ho deciso di dar vita al progetto Figli ≠ Genitori, Raccolta di storie di figli del presente, Guida al genitore del futuro. Sono Lidia Carew, ballerina professionista, performer e attrice e da novembre sono diventata mamma di Cesare, anche lui un "figlio nel mezzo" come li definisco io. Cesare ha mamma nera e papà...

22 Gennaio 2021

Alzi la mano chi si sente responsabile

scritto da

      In Italia la politica fa tendenza, da un po’ di tempo persino sul vocabolario: per questo la recente comparsa sui media del termine “responsabili” in riferimento al voto sulla fiducia ha acceso un campanello di allarme in chi, come me, ritiene che le parole abbiano un significato e che, soprattutto oggi, siano in grado di far succedere cose. Fino ad oggi, l’aggettivo “responsabile” non sembra aver goduto di chiara fama nel Bel Paese, anzi: in questi anni di ricerca sulla leadership ho potuto constatare che raramente la responsabilità veniva associata all’idea del potere e, seppure spesso responsabile...

24 Novembre 2020

Chiara Ferragni contro il patriarcato: "Solo unite possiamo cambiare le cose"

scritto da

      È diventata famosa occupandosi di moda, quando con il suo inconfondibile “Hi guys” introduceva video su outfit, party e eventi fashion di varia natura. Oggi sta utilizzando la sua visibilità per dedicarsi a temi per nulla frivoli: il rilancio turistico e culturale, la raccolta fondi per ampliare i reparti di un ospedale nell’emergenza sanitaria, e adesso anche la lotta al patriarcato. Chiara Ferragni sta lasciando di stucco anche i suoi detrattori più indefessi, e lo sta facendo con una semplicità disarmante. Lo scorso 20 novembre ha pubblicato su Instagram un video di circa 10 minuti dal titolo “Essere...