26 Maggio 2019

Dalla Sposa di Tarantino a Audrey in Colazione da Tiffany: le rivoluzionarie al cinema

scritto da

    Confesso che il libro di Marta Perego ha subito attirato la mia attenzione per la sua scelta di copertina. Di 30 donne che hanno fatto la storia del cinema, Beatrix Kiddo nella sua tuta gialla da combattimento è esattamente la scelta che avrei fatto anch'io. La Sposa di Kill Bill è - lo rivendico - il personaggio femminile più strepitoso mai apparso sul grande schermo. Un'icona. A suo modo, un modello (e un riscatto) per tutte le madri del mondo. Ma di donne straordinarie, intese sia come attrici sia come personaggi di fantasia, il mondo del cinema è ricco. E non solo nei tempi più recenti. Sono solo gli Anni 30,...

09 Gennaio 2019

Gettate via il rossetto, è la rivoluzione femminista che ve lo chiede

scritto da

Sono almeno vent’anni che mia madre, quando mi vede, mi dice: «Diavolo Micaela, perché non ti trucchi un po’?». E ogni tanto lo faccio, certo: la matita sugli occhi, il mascara sulle ciglia, il rossetto sulle labbra. Però tutti i giorni no, non ce la posso fare. Credo sia la pigrizia, il motivo. Il mio. Perchè il motivo delle coreane è un altro: il no al rossetto è la liberazione da una società che le vuole perfette nell’apparenza mentre si disinteressa della loro sostanza. Così, gettare via il rossetto è diventato il primo passo della Corea del Sud verso la rivoluzione femminista. Esattamente come cominciare a...

18 Novembre 2018

Manuale per ragazze rivoluzionarie…e giovani femministe felici

scritto da

    L’autrice è Giulia Blasi e il suo ultimo libro è come lei: difficile da descrivere con una parola sola. Scrittrice, giornalista, conduttrice radiofonica, blogger, nota per aver ideato #quellavoltache che è diventato, come si legge nel blog della scrittrice, un progetto narrativo estemporaneo per raccontare le volte in cui siamo state molestate, aggredite, ma anche le volte in cui ci siamo sentite in pericolo e non sapevamo bene perché, e ci davamo delle cretine per esserci messe in quella situazione. Perché il patriarcato che non ti crede è lo stesso che cerca di colpevolizzarti per quello che ti infligge. E che...

24 Settembre 2018

La rivoluzione silenziosa dei papà Millennial

scritto da

      Una nuova creatura si aggira tra i parchetti di città e sul lungomare delle località di vacanza: è il papà Millennial. Lo si può riconoscere dai tatuaggi che spuntano dalla t-shirt, dal taglio della barba ben curato ma soprattutto, dal passeggino che spinge. Rispetto al passato i nuovi papà sono più presenti nella vita dei figli e trascorrono più tempo con loro: otto ore a settimana secondo il Pew Research Center, il triplo rispetto al 1965. Anche in casa si danno più da fare: dedicano 10 ore a settimana alle faccende domestiche contro le quattro di 50 anni fa. Ipgwarehouse li definisce senza mezzi termini "i...