13 Settembre 2021

Cara Alley, sono un professore e mi chiedo se il green pass sia la via giusta per la scuola

scritto da

    Pubblichiamo una lettera del prof. Tomaso Bozzalla. Per scrivere alla redazione l'indirizzo è: alleyoop@ilsole24ore.com   Sono un insegnante e considero la questione del green pass da un punto di vista educativo. Sono preoccupato perché sembra mancare tra i professori un pensiero critico su quanto sta avvenendo. Io sono a favore del vaccino per gli adulti e ho fatto le mie due dosi, ma sono contrario al green pass come lasciapassare nelle scuole. Essendomi vaccinato mesi fa potrei essere portatore asintomatico del virus, ma col green pass posso accedere comunque a scuola. Impedire, quindi, ad un professore di...

04 Luglio 2021

Elisabetta e Jackie, cosa possiamo imparare da due simboli di un'epoca?

scritto da

È il 5 giugno 1961 quando a Buckingham Palace la regina Elisabetta II e il principe Filippo ospitano il presidente John Kennedy e la moglie Jackie. Un incontro storico che celebra due donne che, con il tempo, sarebbero diventate non solo icone di stile, ma anche esempi di grandi lavoratrici. Sono stati pubblicati recentemente in Italia due libri che, in modo diverso, celebrano e raccontano Elisabetta II e Jackie Kennedy Onassis: “Elisabetta e le altre. Dieci donne per raccontare la vera regina” e “L' editor”. Sebbene con modalità di racconto diverso e punti di vista differenti, entrambi i volumi restituisco al lettore...

24 Giugno 2021

I bambini ce la fanno, nonostante e grazie a noi

scritto da

    Guardo la foto di fine anno scolastico di mio nipote, prima elementare. I bambini sono disposti su tre file con la maestra che svetta alla loro destra, come in una piccola squadra di calcio. Ma non è la solita foto di classe da annuario scolastico, perché i loro visi sono coperti dalla mascherina. Mio nipote non sa cosa significhi andare a scuola a volto scoperto e senza distanziamento: per lui la scuola è iniziata con la pandemia. Quale eredità di consapevolezze e auspici ci consegna quest'ultimo anno scolastico? Più volte in questi mesi mi sono ritrovata a parlare con mamme e papà, amici e colleghi,...

07 Maggio 2021

Lavoro, smettiamo di trattare i dipendenti come adolescenti

scritto da

    E' in corso nel mondo del lavoro un'insostenibile situazione di squilibrio. Ed è ancora più insostenibile perché invisibile: scorre sullo sfondo, ignorata dai più. Si tratta del modo in cui (non) si parla delle responsabilità che i collaboratori hanno verso i propri manager. Se si inseriscono le parole “collaboratori”, “responsabilità” e “manager” su un motore di ricerca, l’unica connessione che emerge riguarda le responsabilità dei manager verso i propri collaboratori: non c’è niente, insomma, che vada nella direzione opposta. E’ vero, i manager possono fare molto per abilitare le persone che...

01 Gennaio 2021

Benvenuto 2021: un anno che non ha più niente di scontato

scritto da

      Forse nel 2021 torneremo ad abbracciarci. A sfiorarci per la strada, a toccare le stesse cose, a respirare la stessa aria senza averne paura. Ma non sarà la stessa cosa. Ogni gesto che all’inizio del 2020 ci sembrava scontato non lo sarà più. Durante quest’anno abbiamo dovuto scegliere, e abbiamo scelto, a chi e a che cosa circoscrivere l’area del rischio tollerato: chi tenere vicino a noi con il suo portato di vita, a che cosa insomma non eravamo proprio disposti a rinunciare. Ogni relazione si è ridisegnata intorno a nuovi confini: niente più di superficiale ci è stato consentito, in ogni situazione il...

18 Settembre 2020

Perché scegliere di non avere figli fa ancora discutere?

scritto da

    Prima del 1978, “orologio biologico” era una locuzione che per la scienza medica stava a indicare i ritmi circadiani dell’uomo e il suo adattarsi allo scorrere del tempo, del giorno e della notte. È stato un giornalista, in un articolo di costume del Washington Post, ad appiccicare alla metafora il significato familiare a noi tutti, ovvero la presunta urgenza prettamente femminile di generare figli via via che il ticchettìo di questo orologio si farebbe più pressante e sinistro. Quando si parla di donne e maternità, i luoghi comuni non si contano, e questo è solo uno di quelli sezionati e sviscerati da Flavia...

23 Agosto 2020

Le figlie di Salem, quando il potere è responsabile dell'odio

scritto da

      Una ragazza sola entra in un bosco, con un secchio. Attraversa il sentiero e le ombre tra gli alberi, sbuca in una radura, al passaggio di un fiume, a cui si avvicina per riempire il secchio. Si solleva la gonna e scopre le gambe. Un uomo la sta guardando. In un’epoca in cui anche scoprire le caviglie poteva mettere nei guai una donna, lei si accorge con sgomento dell’uomo che la sta fissando mentre ha la gonna sollevata fino all’inguine. Ma l’uomo arriva da un altro villaggio, conosce altre leggi, altre regole. Non le sta guardando le gambe. Non la sta concupendo. La sta incontrando, semplicemente, come una...

11 Maggio 2020

Cara Alley, saremo in grado di costruire una normalità diversa?

scritto da

  Cara Alley, si discute animatamente di fase2. L'hanno chiesta aziende, imprese, associazioni di categoria, professionisti, operai, tutti i lavoratori e le lavoratrici (anche quelli in nero cui per una volta, messa da parte l'ipocrisia, è stato concesso di uscire dall'ombra). Siamo fermi, immobili ma attivi, dietro l'hashtag #restoacasa. Soli nelle nostre case ma solidali, in particolare con chi svolgendo lavori essenziali, continua ad uscire e lavorare con dedizione e spirito di sacrificio #distantimauniti. Abbiamo impastato, infornato, sfornato, mangiato. Abbiamo fatto ginnastica con i video tutorial. Abbiamo letto la...

31 Marzo 2020

Covid-19: i freelance tra indennità e responsabilità

scritto da

      “Avevo appena concluso la prima faticosa stagione della mia startup ed è arrivato lui, il Covid-19. Mi è caduto il mondo addosso. Sto perdendo la stagione e sono ferma con tutti i progetti messi in atto. All’inizio non l’ho presa bene, sono sincera. Avrei potuto scendere a compromessi, passare a una vendita per corrispondenza pur di vendere. Ma non voglio snaturare il progetto. Continuo a fare comunicazione in una prospettiva di rinascita per tutti. Sono solo all’inizio e so che ho bisogno di supporto e mi aspetto che, alla fine di questa brutta storia, si generi in ognuno di noi di un senso di responsabilità...

12 Marzo 2020

Covid-19, da "tampone" a "droplet", il nuovo lessico dell'epidemia

scritto da

    Nel nuovo lessico familiare e politico al quale l'epidemia di coronavirus ci condanna c'è una parola sopra tutte che colpisce sempre per la sua somma ambiguità: "positivo". Il vocabolario ci ricorda come l'aggettivo sia utilizzato per affermare la bontà, l'utilità, il valore di qualcosa. "Sii positivo", esortiamo per incoraggiare qualcuno all'ottimismo. Eppure, in ambito medico e mai come in questi tempi, lo stesso aggettivo assume il suo significato di "contrapposto a negativo", dunque infetto, colpito. "Positivo" - si legge nel dizionario Treccani - viene ora usato per quello che vuol dire nel linguaggio medico, nel...