01 Settembre 2020

Tornare, sì ma dove?

scritto da

    Riprendere la routine quotidiana dopo un periodo di riposo è già di per se difficile ma quest’anno lo è un po’ di più. Chi ha potuto, con la fine del #lockdown è scappato dalla città, si è immerso nella natura e si è goduto lunghe giornate all’aperto. Il mare “di sempre”, quello legato a parenti e amici che di solito snobbavamo non è mai stato così bello come quest’anno! La montagna di solito “ripiego” o intermezzo d’estate è diventata invece il nostro rifugio, la nostra nuova dimensione. In molti - sottoscritta compresa - hanno usato questo periodo, di vacanza o di stop più o meno voluto,...

31 Agosto 2020

Bonus casalinghe? Sì, grazie

scritto da

      Prof, ma con tutti i disoccupati che abbiamo c’era proprio bisogno del bonus casalinghe? Sì, c’era bisogno perché il tasso di inattività nel nostro Paese è troppo elevato, in particolare per la componente femminile.   Ns. el. su dati Eurostat Il confronto tra Paesi europei mostra che in Italia la quota di donne che sono inattive pur essendo in età lavorativa è in assoluto la più elevata (43,5%), più del doppio rispetto alla Svezia (18,8%). Le casalinghe fanno parte della popolazione inattiva, come tutte le persone che non sono occupate perché non hanno un lavoro retribuito, ma non sono...

28 Agosto 2020

Come imparare a stare nell'incertezza

scritto da

      Si chiama zona neutra, e se ci sembra che niente sia certo è perché è proprio così. La paura è un po’ passata, ma le cose non vanno bene come avevamo sperato mentre entravamo nell’estate più strana della nostra vita (fin qui). Continuiamo ad avere la sensazione di navigare a vista, mentre aspettiamo che qualcuno ci dica che la “fase di test” è finita e che possiamo tornare ai nostri posti. Stare a lungo nell’incertezza è intollerabile per il nostro cervello per cui, in modo atavico, incertezza equivale a possibile pericolo. Quindi cosa fa? Riempie i vuoti con soluzioni provvisorie e imperfette, ma...

20 Agosto 2020

Mario Draghi e i giovani che hanno bisogno di fiducia

scritto da

      “Sono giunto alla spaventosa conclusione che sono io l’elemento decisivo. È il mio atteggiamento che crea l’atmosfera. È il mio umore quotidiano che crea il clima. Possiedo il tremendo potere di rendere la vita miserabile o gioiosa. Posso essere uno strumento di tortura o di ispirazione, posso umiliare o divertire, ferire o guarire. In tutte le situazioni, è la mia risposta che decide se una crisi si inasprirà o ridurrà, e se una persona viene resa più umana o de-umanizzata. (...) Se trattiamo le persone come dovrebbero essere, le aiutiamo a diventare ciò che sono capaci di diventare.” Johann Wolfgang...

13 Agosto 2020

Smartworking, la tecnologia è pronta e noi lo siamo?

scritto da

      La tecnologia è il mezzo che può permetterci relazioni lavorative anche a distanza. Ma le persone erano e sono pronte a tutte queste opportunità offerte dalla tecnologia? Capi e collaboratori, clienti e fornitori hanno realmente saputo vivere al meglio questo periodo? Chi come me lavora nel settore delle risorse umane, ha vissuto un momento eccezionale e ricchissimo dal punto di vista dell’osservazione, della ricerca e della possibilità generativa, ma molto difficile nel poter realmente aiutare le persone. La pandemia è stata portatrice di stress e reattività che a loro volta hanno generato un aumento...

10 Agosto 2020

Cnh Industrial, per promuovere diversità fissati target annuali per i manager

scritto da

    Cnh Industrialper sottolineare il suo impegno nel promuovere la diversità” all’interno nel gruppoper la prima volta ha inserito degli obiettivi di D&I (diversità e inclusione) nei suoi target annuali per tutti i manager che riportano direttamente all’amministratore delegato”. Ad annunciarlo è stata la presidente e acting ceo di Cnh Industrial, Suzanne Heywood, in occasione della presentazione dei risultati del secondo trimestre del 2020 del gruppo che produce mezzi agricoli, macchine per costruzioni e mezzi di trasporto pesanti. L’obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza e sviluppare la...

06 Agosto 2020

AAA cercansi storie di disabilità in azienda

scritto da

    Guardando le aziende italiane mi chiedo spesso se ci sia davvero tutta l'apertura che esiste nel mondo dello sport e dello spettacolo verso la disabilità e la diversità. Ci sono molte leggi a tutela ma sono realmente efficaci per coinvolgere le persone e favorire l’espressione del potenziale di tutti? Nei mondi paralleli di sport e spettacolo ci sono esempi virtuosi che possano ispirare il contesto lavorativo. Lo scorso 21 giugno abbiamo realizzato una diretta Facebook (che si può vedere qui) con Simone Barlaam, Federico Morlacchi, Angela Procida e Giulia Ghiretti, due allenatori, Massimiliano Tosin e Federica...

05 Agosto 2020

Alessandro Spanò, il capitano che lascia il calcio per lo studio

scritto da

      Il capitano non tiene mai paura, Dritto sul cassero, Fuma la pipa, in questa alba fresca e scura Che rassomiglia un po' alla vita […]. I muscoli del capitano – Francesco De Gregori   Al chiodo, stavolta, c’ha appeso gli scarpini. Che fanno bella mostra ora vicino a quell’altro, di chiodo, dove appena ventiquattr’ore dopo c’ha attaccato un foglio, una pergamena incorniciata da un bordo di legno sottile e un vetro poco spesso, con scritte poche frasi, un numero (o meglio, un voto, che altrimenti magari qualcuno lo confonde col numero di maglia…) e una sigla: “Dott…”. Appesi lascia anche noi,...

03 Agosto 2020

Lavoro, donne e uomini seguono percorsi differenti nell'occupazione

scritto da

    Quanti in questi mesi di sospensione fra lockdown e ripresa hanno pensato, sognato o solo accarezzato l'idea di cambiare vita? Dalla casa alla città in cui si abita, dal compagno/a di una vita al lavoro si è messo in discussione parte del nostro mondo. Ma soprattutto sul lavoro, anche non volendo, nel futuro si vivranno diversi cambiamenti e per capire dove andremo bisogna partire dai numeri che conosciamo. La Figura 1 rappresenta il numero di occupati in valori assoluti (migliaia) dal 2006 al 2019 in Italia.     Prof, ma a guardare il grafico sembra che non succeda mai niente … I dati rappresentati...

30 Luglio 2020

Flow sportivo, 7 regole per viverlo anche sul lavoro

scritto da

    “Sono rimasto concentrato fino alla fine, la moto era fantastica e mi sono divertito.” Valentino Rossi. Queste parole mi risuonavano in mente a luglio 2013, quando dopo una grande cavalcata in solitaria durante il campionato di serie A2 di pallanuoto e dopo aver vinto i play off, mancava una sola partita per tornare nell'olimpo dell'A1. Volevo quella partita da almeno sei mesi, ero carico e concentrato e non avevo mai perso il focus. Sentivo la squadra e me stesso muoversi all'unisono e solo ora capisco che abbiamo davvero giocato alla grande, abbiamo vinto ma soprattutto: è stata una emozione pazzesca! Questi sono...