15 Giugno 2019

Valorizzare il design italiano nel mondo. Conversazione con Luisa Bocchietto

scritto da

  «Sono architetto e mi sono laureata al Politecnico di Milano con Marco Zanuso in “Progettazione artistica per l’Industria”, corso antesignano della facoltà del design» racconta Luisa Bocchietto, classe 1960, architetto e designer, ex presidente ADI (Associazione per il Disegno Industriale) e presidente in carica WDO (World Design Organization). «Fra il 1979 e il 1983 la facoltà di architettura era un luogo abbastanza turbolento per via degli strascichi del 1968. In molti mi dicevano che non avrei imparato nulla, così oltre a frequentare architettura di giorno frequentavo contemporaneamente lo IED di sera. La laurea...

14 Giugno 2019

I tre segreti dell'innovazione (che i genitori conoscono benissimo)

scritto da

    Costa circa 5mila euro e dura tre settimane intensive (48 ore d’aula e 40 ore di attività didattiche pratiche): è un esempio di corso in Creatività e innovazione offerto da una business school italiana. Le aziende ne hanno sempre più bisogno: parlando di creatività e innovazione non si riferiscono solo alla capacità di produrre idee nuove, ma anche all’abilità di gestione di un cambiamento continuo che richiede agilità mentale, propensione alla sperimentazione, abitudine all’incertezza, capacità di apprendere dagli errori e di risolvere problemi sempre nuovi e sempre più complessi. Se la lista vi è...

11 Giugno 2019

Giornata Mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile: 152 milioni di bambini coinvolti

scritto da

        Lavorano presso pizzerie e kebabberie per oltre 12 ore al giorno, all’inizio senza un regolare contratto, arrivando a percepire un compenso che varia tra i 150 e i 200€, che basta a stento per pagare il posto letto nelle case dei connazionali che li ospitano. Tra i minori stranieri vittime di sfruttamento lavorativo, un numero significativo, in particolare, proviene dall’Egitto. Nella maggior parte dei casi provengono dalle zone di Al Sharkeya e Assiut giunti in Italia tramite ricongiungimento familiare, sono poco scolarizzati e già inseriti nel mondo del lavoro sommerso sin tenera età in lavori di poca...

10 Giugno 2019

A che punto siamo in Italia con la parità di genere?

scritto da

    “Manca una visione coordinata delle politiche per costruire un futuro dell’Italia equo e sostenibile. Il confronto tra le forze politiche nelle ultime elezioni non si è svolto intorno a programmi chiari e con un orientamento in tal senso. Il fattore tempo è cruciale”   L'osservazione è del portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini, espressa in occasione della presentazione dell’ultimo Rapporto sullo sviluppo sostenibile, dal quale emergono forti ritardi nel cammino verso gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030. L’Italia sta perdendo la sfida dello sviluppo sostenibile, secondo il rapporto: anche negli ambiti in...

10 Giugno 2019

Meet and Code, in palio micro-finanziamenti per l'educazione digitale

scritto da

    Al via la nuova edizione di Meet and Code, l'iniziativa promossa da SAP e TechSoup, per le organizzazioni no-profit di tutta Europa. Il progetto ha l'obiettivo di fornire micro-donazioni per organizzare eventi che favoriscano l'interesse e l'accesso alle competenze digitali tra i giovani. L'anno scorso, a livello europe oltre 50.000 giovani hanno preso parte a più di 1.100 eventi di programmazione. In Italia, sono state 33 le organizzazioni no-profit che hanno organizzato 36 eventi, coinvolgendo oltre 3.600 ragazzi. La proposta didattica è stata variegata ed ha spaziato dalla programmazione di droni, di palloni...

07 Giugno 2019

Che cosa non dici di te in ufficio? Tre motivi per cui nascondiamo chi siamo sul lavoro

scritto da

      Una recente ricerca del Center for Talent Innovation rivela che il 30% delle persone in azienda ha qualche forma di disabilità. Di questi, il 13% ha una disabilità evidente, e che quindi è nota a colleghi e capi, il 26% ha una disabilità che a volte è visibile e a volte no, e il restante 62% ha una disabilità che non “si vede”. Questo mette nelle mani delle persone la scelta di parlarne o meno: di fare quello che potremmo definire “coming out”. Il termine “coming out” si riferisce tradizionalmente al dire che si è omosessuali, ma esattamente allo stesso modo può riguardare il dire altre cose di sé...

06 Giugno 2019

Bce, 5 borse di studio in economia dedicate alle ragazze

scritto da

    La Banca centrale europea punta sul futuro delle ragazze. E lo fa con un'iniziativa concreta: 5 borse di studio da 10mila euro per le giovani che vorranno seguire un master in economia in Europa. "Aspiriamo ad essere un'organizzazione in cui la diversità è accolta e apprezzata per la ricchezza che offre. Garantire la diversità è vitale per la nostra istituzione per fornire il miglior risultato possibile per il nostro personale e per l'Europa" ha dichiarato Mario Draghi, presidente della BCE. La borsa di studio di 10.000 all'anno può coprire le tasse scolastiche e altri costi correlati. Non solo. L'iniziativa prevede...

05 Giugno 2019

Ad Aurora Casillo, 28 anni, affidato il rilancio della pasta di Gragnano

scritto da

    Ha solo 28 anni, Aurora Casillo. Eppure insieme al fratello e al padre è già sulla plancia di comando del Pastificio Liguori. E da marzo è anche la prima presidente donna del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP.  Eletta all’unanimità dai 14 produttori soci: «Sono tra le persone che si sono battute di più per far ottenere al consorzio il riconoscimento da parte del Ministero, per questo mi hanno scelta», racconta. E ora che è al comando delle imprese di Gragnano ha chiaro in testa dove portarle: sempre più verso l’orizzonte lontano dei mercati esteri. Là dove può crescere davvero il business...

03 Giugno 2019

Part time: necessità o scelta di vita per le donne?

scritto da

      Una donna che lavora, è una risorsa, può raggiungere un’indipendenza economica in certi casi fondamentale per uscire da situazioni difficili. E numeri più alti di donne ai vertici delle aziende migliorano la redditività e più donne occupate portano a migliorare l’economia generale di un Paese. Frasi che si sentono ripetute da anni, eppure ancora oggi le donne sono peggio occupate, lavorano meno e, un po’ dovunque, si trovano spesso (costrette o per scelta) a preferire il part time. Parlando di percentuali il numero più alto di lavoratori impiegati per meno di 30 ore settimanali si registra nei Paesi Bassi...

27 Maggio 2019

La competizione non può essere meritocratica

scritto da

      La maggior parte delle donne in Italia ha redditi sotto i 15mila euro. Più salgono gli scaglioni di reddito, più la presenza femminile va rarefacendosi. La fotografia emerge dai dati recentemente diffusi da Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) sul reddito imponibile pro capite del 2017 confermano che la differenza di genere nel nostro Paese è molto marcata: maggiore è il livello di reddito lordo annuo, minore è la percentuale di donne che si collocano a quel livello.     La presenza femminile è predominante nelle fasce di reddito da 0 a 15.000 euro, con la punta massima in corrispondenza...