18 Novembre 2020

Università, essere studentesse oggi al PoliMi

scritto da

      Politecnico di Milano a due velocità. Ma solo se si parla di presenza femminile fra gli studenti. Dopo la prima edizione del 2019, anche quest'anno il Politecnico di Milano ha pubblicato il suo Bilancio di Genere. Un’istantanea dell’Ateneo rispetto alla prospettiva di genere nei percorsi di studio e di lavoro (cioè all’interno del corpo docente e tra il personale tecnico-amministrativo), ma anche un approfondimento di alcuni ambiti specifici che sono considerati strategici per la definizione di ulteriori politiche dell'istituto, vale a dire l’internazionalizzazione della componente studentesca e il...

27 Ottobre 2020

La complessa relazione tra donne e lavoro

scritto da

    E’ appena stato pubblicato sul sito della Ragioneria generale dello Stato il Bilancio di genere relativo al Rendiconto generale 2019. Il documento si apre con un commento dei divari di genere nel nostro Paese, rispetto al contesto europeo, in base ai dati del Gender Equality Index 2019 calcolato dall’EIGE. L'indice misura l’andamento dell'uguaglianza tra donne e uomini nel tempo, assegnando ogni anno agli Stati membri un punteggio che va da 1 a 100 in ognuno dei seguenti ambiti o “domini chiave”: lavoro, denaro, conoscenza, tempo, potere e salute. I punteggi misurano le differenze che permangono in ciascuno...

13 Ottobre 2020

Recovery Fund, ecco le risposte della politica alle richieste di investimenti sulle donne

scritto da

    Il Pd si schiera compatto:  "La parità di genere deve essere un obiettivo centrale del Recovery fund". A farsene portavoce è il segretario Nicola Zingaretti, che su facebook scrive: "Per l'Italia è l'occasione di un cambiamento radicale. Facciamo nostre le proposte della Conferenza Nazionale Donne Democratiche: un Piano nazionale di misure per il sostegno e l'incentivazione del lavoro femminile; un Fondo permanente per l'imprenditoria femminile; contrasto delle differenze di genere nelle retribuzioni e nelle carriere; la riforma del congedo di paternità, un Piano "Nidi"; servizi educativi 0-3 anni; un meccanismo di...

05 Ottobre 2020

Occupazione femminile, è l'ora di usare il pulsante antipanico

scritto da

      In a year marked by crisis and uncertainty, corporate America is at a crossroads. The choices companies make today will have consequences on gender equality for decades to come.   L'incipit del rapporto annuale Women in the Workplace di McKinsey & Company e LeanIn.Org riassume in poche parole la situazione non solo delle aziende americane ma anche delle corporate di molti Paesi occidentali. Negli States ci sono sicuramente notizie positive: le donne iniziano a fare carriera. La percentuale femminile nei ruoli di vicepresidente senior è aumentata al 28% all'inizio del 2020 dal 23% nel 2015, secondo il rapporto. Non...

14 Settembre 2020

Scuola, nidi, cura, lavoro: basta bonus, servono politiche integrate

scritto da

    Basta con i recinti delle "politiche settoriali per le donne". Largo invece a "politiche strutturali e integrate" in tre settori, abbandonando le azioni per compartimenti stagni e cogliendo la straordinaria opportunità del Recovery Fund: l'allargamento dell'offerta sulla prima infanzia, a partire da nidi e tempo pieno, e del supporto alla cura familiare di anziani e non autosufficienti, anche con una spinta alla condivisione; il rilancio dell'occupazione femminile, pure attraverso il sostegno fiscale; l'eliminazione del gender pay gap. Nel giorno in cui gran parte dell'Italia riapre le scuole, le donne della società...

08 Marzo 2020

8 Marzo, essere le prime della classe non basta

scritto da

È una strada ancora in salita quella delle studentesse italiane. Si applicano di più, hanno maggiori interessi e voti più alti, ma poi quando varcano la soglia del mondo del lavoro hanno retribuzioni inferiori e, peggio, risultano penalizzate se hanno figli. È lo scenario fotografato dalle indagini Almadiploma e Almalaurea che in occasione della Festa dell’8 Marzo hanno raccolto i dati sulle performance femminili, dai banchi della scuola superiore fino al mercato del lavoro passando per gli anni dell'università. Come emerge dallo studio, le ragazze registrano risultati in media migliori fin...

30 Dicembre 2019

Salari, perché misurare quelli delle donne su quelli degli uomini?

scritto da

        Quanto guadagnano le donne in meno rispetto agli uomini? Questa è la domanda che si pongono i ricercatori[1] quando calcolano il gender pay gap, ma usare i salari maschili come termine di paragone è una scelta, e non è l’unica scelta possibile. Stabilire quale debba essere il termine di paragone è cruciale per l’interpretazione dei risultati, perché misurare lo scostamento rispetto al livello retributivo maschile significa assumere che sia proprio il salario degli uomini a rappresentare “la giusta mercede”, cioè la retribuzione che riflette e compensa il contributo di ciascuno all’attività...

03 Ottobre 2019

Una lavoratrice in Italia ha guadagnato tra i 2.500 e i 9000 euro in meno del collega

scritto da

      Nonostante si sia detto tanto sul tema scandaloso del gender pay gap, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Questa volta l’occasione arriva da un report messo a punto da Linklaters Italia, studio legale internazionale best in class sui temi dell'inclusione. Un lavoro che si distingue per un approccio multidisciplinare, volto a indagare il fenomeno nelle sue diverse dimensioni, da quella individuale e familiare, a quella collettiva sociale, oltre, naturalmente, a quella economica in una prospettiva di lungo periodo. La stessa modalità di lavoro che hanno stanno seguendo i centri di ricerca più avanzati, come...

12 Agosto 2019

Il vantaggio economico di avere una moglie

scritto da

      Il matrimonio è una variabile importante nella spiegazione del gender pay gap perché i suoi effetti sulla carriera e sulle retribuzioni sono molto diversi per i due sessi. Ce lo dicono i numeri. Prendiamo, ad esempio, il grafico qui di seguito, che rappresenta la retribuzione in dollari degli individui per anno d’età, disaggregata per sesso e stato civile. Basta uno sguardo al grafico per constatare che gli uomini sposati hanno redditi ben più consistenti delle altre tre categorie (uomini single, donne single e donne sposate). Se la retribuzione premia la produttività, perché gli uomini sposati sono così tanto...

29 Luglio 2019

Milionari, le donne guadagnano più degli uomini

scritto da

    Le donne milionarie superano gli uomini milionari in guadagni. E considerato il divario che c'è stato storicamente fra i generi in fatto di soldi, questa di per se è già una notizia. La fonte è l'ultimo studio IRS redatto da Bloomberg. Ma come è stata misurata questa realtà? In base alle tasse pagate. In soldoni (è il caso di dirlo), le donne, che pagano le tasse e che hanno una remunerazione superiore al milione di dollari, guadagnano in media 2.506.220 all'anno contro i 2.477.680 dei milionari uomini. Il calcolo si basa sui dati relativi a 144,2 milioni di tasse di dichiarazioni fiscali relative al...