18 Gennaio 2023

Violenza contro le donne: 5 vittime da inizio anno

scritto da

    Cinque donne uccise dal primo gennaio, tutte in ambito famigliare e affettivo, quattro per mano del partner/ex partner.  Sono i numeri aggiornati pubblicati dalla Direzione centrale della polizia criminale, che nel 2022 registra 124 donne uccise, contro le 119 del 2021, 102 in ambito famigliare e affettivo. La prima vittima di femminicidio del 2023 è Giulia Donato, 23 anni, uccisa con la pistola d’ordinanza da Andrea Incorvaia, 32 anni - guardia giurata – che, poi si è ucciso. L’ultima è Teresa di Tondo, 44 anni accoltellata dal marito 52enne, Massimo Petrelli, morto suicida. A lanciare l’allarme la figlia di 17...

04 Ottobre 2022

Femminicidi, cosa ancora non funziona. Le sfide per il nuovo governo

scritto da

  Ilaria Sollazzo, 31 anni, mamma di una bimba di due anni e uccisa dall’ex marito Antonio Russo, che poi si è suicidato. Lilia Patranel, 41enne ammazzata dal compagno Alexanandru Dimitrova nella loro casa, nella camera accanto il figlio di 4 anni. E poi Giuseppina Fumarola, 48 anni, che ha lasciato due figli ventenni e Alessandra Matteuzzi, 56 anni, uccisa dal suo ex, denunciato per stalking. Sono i nomi di alcune delle vittime di femminicidio del 2022, sempre una ogni tre giorni: i numeri parlano chiaro e le statistiche sono sempre le stesse. Secondo i dati del Viminale, da gennaio sono 82 gli omicidi di donne in Italia, 72 in...

21 Marzo 2022

Cuoche Combattenti, l’autoimpresa femminile che contrasta la violenza di genere in cucina

scritto da

“Avere un reddito mio, non dover dare conto a nessuno, riconoscere le mie capacità e l’abuso che le aveva soffocate: il potere economico mi ha restituito la libertà”. Nicoletta Cosentino, founder del progetto di imprenditoria sociale Cuoche Combattenti, si definisce “una donna dal temperamento perentorio e assertivo”. Eppure, per 18 anni della sua vita, non si è sentita capace: la violenza psicologica è “l’elefante nella stanza” di troppe relazioni abusanti “così integrata all’interno delle coppie da essere considerata normalità”. Ingombrante, eppure invisibile. Cosentino ne ha squarciato l’esistenza,...

15 Febbraio 2022

Perché scriviamo di violenza sulle donne

scritto da

  I numeri raccontano le storie, fotografano la realtà, danno le dimensioni, tracciano i confini. E da giornaliste del gruppo 24 Ore, proprio dai numeri siamo partite quando abbiamo cominciato il nostro viaggio nella lotta alla violenza contro le donne. Nel giugno 2016 ci siamo imbattute, un po’ per caso, nella storia di un centro antiviolenza di Roma, Sos Donna H24 per il quale, scaduti i finanziamenti del Comune, si paventava la chiusura. In quel momento, era fresco il ricordo del terribile femminicidio di Sara Di Pietrantonio, 22 anni, uccisa e bruciata dall’ex fidanzato, Vincenzo Paduano, in una strada di periferia della...

09 Novembre 2021

Cara Alley, contro la violenza sulle donne un piano che esclude le associazioni

scritto da

  Lettera aperta alla ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti Apprendiamo dalla stampa in un articolo dal titolo “Violenza sulle donne, ecco il nuovo piano strategico 2021-2023”, scritto da Simona Rossitto il 5 Novembre 2021, che a distanza di 11 mesi dalla scadenza il nuovo Piano antiviolenza sarebbe pronto. Sorprende il metodo usato che avrebbe dovuto tenere conto di una condivisione fortemente consigliata anche nel rapporto GREVIO ma certamente auspicabile soprattutto per la presenza dei centri antiviolenza D.i.Re ai tavoli che hanno preceduto la stesura finale. Consultate ma non ascoltate. Ancora una...

06 Luglio 2021

Violenza contro le donne, il faro dell'Europa sulla giustizia

scritto da

Il mese di giugno si è concluso con il rinnovo delle cariche di vertice del Grevio per il prossimo biennio. Iris Luarasi è la nuova presidente, Simona Lanzoni e Maria-Andriani Kostopoulou sono rispettivamente prima e seconda vice-presidente. Il Gruppo di 15, fra esperte ed esperti nominati dal Consiglio d'Europa sulla lotta contro la violenza nei confronti delle donne, è un organismo previsto dalla Convenzione di Istanbul. Tra i suoi compiti c'è principalmente quello di monitorare, anche attraverso visite di valutazione presso gli Stati firmatari, l'applicazione delle disposizioni che l'11 maggio hanno compiuto dieci anni. Un...

10 Giugno 2021

Donne oltre la violenza, storie di riscatto e di rinascita

scritto da

  Valentina subisce violenza sessuale una sera d'estate dopo la maturità. Prova a denunciare, ma non riesce. Incontra persone sbagliate. Passano 10 anni e decide di raccontare. Scrive un libro dal titolo X, una lettera a suo fratello - il suo confidente - che non le ha creduto e si è schierato con lo stupratore. Con il SUO stupratore, amico di tutti, anche di Valentina, non un MOSTRO, ci racconta. “Quello che volevo fare con X è far capire che le storie di violenza non sono eccezionali, lo stupratore non è – a seconda della tesi che si cavalca – l’immigrato, un pazzo, un malato di mente, il mostro. Qualcuno ha scritto: il...

20 Maggio 2021

Storie di violenza e di chi resiste grazie ad altre donne. Ma servono aiuti

scritto da

La mia è una storia di resistenza, non so neanch’io come sono riuscita a trovare la forza per andare avanti, ci sono stati più momenti in cui ho pensato di farla finita, io e mio figlio insieme”. A raccontare la sua storia è Pamela, ha vissuto nella violenza per 30 anni, fino a quando il figlio è diventato maggiorenne. “Volevo lottare solo contro il mio ex, avere un solo nemico. Ho conosciuto troppe donne che combattono per non perdere i propri figli”, ci spiega. Pamela ha trovato “la persona giusta al momento giusto. Un amico di famiglia mi ha aiutato, mi ha detto che avrebbe fatto di tutto se solo glielo avessi...

17 Maggio 2021

Violenza contro le donne, picco di chiamate al 1522 nell'anno della pandemia

scritto da

  L'anno della pandemia porta a una crescita record delle richieste di aiuto al numero di pubblica utilità contro la violenza e lo stalking. Richieste arrivate per telefono ma anche per chat, visto che anche solo fare una telefonata durante il lockdown poteva rappresentare un problema, in contesti di violenza domestica. Crescono le violenze da parte dei familiari e le richieste di aiuto da parte di ragazze con meno di 24 anni e donne con più di 55 anni e si conferma il ruolo fondamentale dei centri antiviolenza. I dati diffusi dall'Istat motrano che nel 2020 le chiamate al 1522, il numero di pubblica utilità contro la violenza e...

08 Aprile 2021

Dalla denuncia di violenza all’affido, la paura di perdere i figli

scritto da

    “Non si può escludere che la paura e il rifiuto del bambino nascano da una violenza subita da parte del padre, diretta o indiretta. Nonostante questo dubbio, bisogna considerare la condotta alienante della madre. Per questo suggerisco l’interruzione di ogni rapporto con la madre e la famiglia materna attraverso l’allontanamento, con trasferimento temporaneo del minore in una comunità educativa, quindi l’affido super esclusivo al padre”. Così scrive il consulente tecnico d’ufficio in una causa civile di separazione e affidamento di un bambino, dopo che la mamma ha denunciato il marito per violenza anche nei...