20 Novembre 2020

Il piano anti-Covid di Women20 per il G20

scritto da

      Spesso ci dimentichiamo che non siamo sole. A combattere la battaglia della parità di genere – oltre a tutte coloro che ci hanno spianato la strada sin qui, come ci ha ricordato Kamala Harris - ci sono milioni di donne in tutto il mondo organizzate in associazioni, movimenti, enti e istituzioni che ogni giorno lavorano per affermare i diritti e le istanze di metà della popolazione mondiale. Anche e, soprattutto, in momenti drammatici come il 2020. Uno delle più rappresentativi è il gruppo di interesse della società civile Women 20, nato in seno al G20 nel 2015 durante la presidenza turca, con l'obiettivo di...

23 Settembre 2020

Londra, per la prima volta le donne nei board del Ftse 350 superano il 30%

scritto da

    C'è anche chi non ha bisogno di quote obbligatorie. E' il caso della Gran Bretagna, che per la prima volta vede i consiglio di amministrazione delle prime 350 aziende del Paese avere una percentuale di donne oltre il 30%. "I dati mostrano un continuo aumento della rappresentanza delle donne nei consigli di amministrazione delle società Ftse 350. Nonostante le sfide affrontate dalle imprese attraverso la pandemia di COVID-19, la rappresentanza delle donne al vertice delle imprese è aumentata del 3,8% nell'ultimo anno" si legge nel comunicato del governo britannico. Certo la crescita della rappresentanza femminile nei...

09 Settembre 2020

WomenCorporateDirectors, a Starbucks e Shiseido il premio 2020

scritto da

      Nel decimo anniversario dalla nascita del Visionary Award, per l'impegno delle aziende in tema di diversità, inclusione e leadership delle donne nellla C-suite e nel board, la Women Corporate Directors Foundation (WCD) ha deciso di premiare Starbucks, Shiseido, Elkay e Ana Paula Pessoa, presidente della società di intelligenza artificiale Kunumi AI in Brasile e membro del consiglio di Newscorp, Credit Suisse, Suzano e Vinci Group. "I nostri premi Visionary Award rappresentano, a livello globale, il tipo di pensiero inclusivo, innovazione e agilità di cui abbiamo bisogno per far progredire le nostre aziende e i...

10 Marzo 2020

Wall Street, Fearless Girl ha convinto 681 aziende a inserire una donne nel board

scritto da

        Che Wall Street sabbia da imparare dall'Italia in quanto a diversity nei board è cosa nota. Non fosse altro perché noi abbiamo una legge, la Goldo-Mosca del 2011, che impone alle società quotate quote di genere negli organi societari. Fatto sta che negli Usa sono ancora molte le aziende quotate che non hanno neanche una donna nel proprio board (mentre in Italia siamo arrivati ad una media del 36,4%, presto in aumento al 40% dopo la revisione della quota con la Manovra di Bilancio 2019). Dicevamo, a Wall Street ci sono ancora società senza donen nei board, ma sono meno di tre anni fa. A lanciare la campagna...

14 Febbraio 2020

Oltre le quote di genere nei cda

scritto da

      L’Italia è, ancora oggi, un Paese nel quale le disuguaglianze di genere sono molto radicate e diffuse. Lo certificano molteplici studi internazionali, tra cui il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum, che ha analizzato i dati di 153 paesi su quattro dimensioni: partecipazione alla vita economica e opportunità; educazione e formazione; salute e sopravvivenza; conferimento di potere (empowerment). Il Rapporto posiziona l’Italia al 76° posto in uno scenario di peggioramento: abbiamo perso altre 6 posizioni. Nella regione Europa occidentale e Nord America siamo 19°, subito dietro agli Stati Uniti e...

30 Gennaio 2020

A che punto siamo sulla leadership femminile?

scritto da

      Quanto sei a tuo agio con una donna leader, rispetto a un uomo? Ruota attorno a questa domanda specifica e diretta il Reykjavik Index for Leadership del Reykjavik Global Forum, iniziativa nata nel 2017 e protagonista di un panel del programma odierno / del 23 gennaio del Word Economic Forum a Davos. Osservati particolari del rapporto 2019, sono le maggiori economie globali, i Paesi del G7 più Brasile, Russia, India e Cina, studiati entro 22 settori economici: dall'automotive all'industria dell’intrattenimento, dalla partecipazione politica alla moda e al tech. In cima alla lista di questa seconda edizione si...

28 Gennaio 2020

Piano 2020 per le donne e per il Paese: una manciata di proposte (a costo quasi zero)

scritto da

        Qualcosa si è fatto. Molto resta da fare. Potremmo riassumere così la situazione delle iniziative parlamentari e del governo per le donne in Italia. La Manovra ha regalato, in zona cesarini (permettetemi la metafora tanto i parlamentari italiani sono per il 70% uomini e la capiranno agevolmente), grazie a qualche emendamento la proroga (a sei mandati) e l'aumento delle quote di genere negli organi societari delle società quotate (su cui per altro ora Consob ha aperto una consultazione lampo, dal momento che il 40% risulta inapplicabile nei collegi sindacali di 3 membri). Oltre ad aprire la strada al...

10 Dicembre 2019

Ddl Bilancio, sale al 40% la quota di genere nei cda e collegi sindacali delle quotate

scritto da

      La quota di genere negli organi societari delle quotate sale da un terzo previsto dalla Legge Golfo-Mosca a due quinti (circa il 40%).  E' quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. La richiesta, prima firmataria Donatella Conzatti (Iv) e appoggiata da Valeria Fedeli (Pd), ha ottenuto un consenso trasversale. L'emendamento di fatto estende quanto previsto dalle legge 120 del 2011, che introduceva la quota nel riparto dei membri per i consigli di amministrazione e i collegi sindacali delle società quotate in Borsa e controllate pubbliche. "Il grande lavoro che...

11 Gennaio 2019

Proroga Golfo-Mosca, la parità di genere è una questione di crescita economica

scritto da

    Uno dei punti di forza della legge Golfo-Mosca è stato la previsione della propria “scadenza". Questo perché l’intento era quello di dare il via a un cambiamento culturale profondo con una forzatura del sistema, sfondare il famigerato soffitto di cristallo per far sì che le donne meritevoli e competenti potessero, presto, farcela da sole. Oggi ci troviamo a pochi anni di distanza da quella scadenza e la situazione, apparentemente, sembra estremamente positiva: le donne nei cda sono passate da meno del 6% al 36% in sei anni, portando con loro un abbassamento dell’età media, un aumento dell’istruzione di tutti i...

11 Gennaio 2019

Cda, sostegno da tutti i partiti per una proroga della legge Golfo-Mosca

scritto da

      La legge n. 120/2011 è stata presentata e approvata per far fronte alla consistente discriminazione nei confronti delle donne nei consigli di amministrazione delle aziende, riflesso della discriminazione complessiva nella nostra società. Gli «effetti» oltre che quintuplicati. Nel 2010 le donne rappresentavano solo il 6 per cento dei componenti dei consigli di amministrazione delle società quotate, uno dei tre peggiori dati di tutti i Paesi membri dell’Unione Europea. Nel 2018, grazie alla legge, la percentuale è aumentata al 33,5 per cento con punte di periodo al 37 per cento. Gli «apporti» in concreto....