Micaela Cappellini

Sono una quarantenne, proprio come Alley Oop. Mi divido fra un lavoro di giornalista al Sole 24 Ore, che ancora mi piace, e due piccole pesti, che adoro e che mi fanno dannare. Più un compagno, una gatta e poco (troppo poco) tempo per leggere e viaggiare. Come Alley Oop, so cosa vuol dire essere in una fase della vita in cui si ha voglia di prendere quello che ci spetta. Perché se ne hanno le capacità e le responsabilità non ci spaventano più. Di Alley Oop sarò lo sguardo internazionale: là fuori, oltre le Alpi, oltre l’Europa, è pieno di donne sorprendenti che hanno qualcosa da insegnare. Su twitter: @GioDArco
13 Novembre 2019

Tutto quello che dobbiamo ancora imparare dalla prima donna direttrice al Financial Times

In Gran Bretagna è caduto un altro bastione maschile: per la prima volta in tutti i suoi 131 anni di vita, il Financial Times ha scelto un direttore donna. Anzi, una direttrice. Roula Khalaf da gennaio sarà alla guida dello storico quotidiano economico londinese, un baluardo dell’establishment e della moderazione britannica. Roula non solo è la prima donna, ma è anche il primo direttore non anglosassone del Ft perché è nata a Beirut, in Libano. Ha studiato negli Stati Uniti e nella redazione del quotidiano londinese ha cominciato dal basso. Si è fatta strada come corrispondente dal Medio Oriente, ha coordinato con grande...

06 Novembre 2019

L'Europa finanzia la parità di genere. La Polonia di più. E l’Italia?

    In Polonia abitano 38 milioni di persone, in Italia 62 milioni: poco meno del doppio. Eppure sapete quanti fondi Ue dedica la Polonia alla promozione della parità di genere? 441,9 milioni di euro. Contro i 255,5 dell’Italia. I dati si riferiscono al periodo di programmazione 2014-2020 attualmente in corso e sono stati raccolti dall'Istituto per la ricerca sociale di Milano, che ha cercato di quantificare la “dimensione di genere” all’interno della politica di coesione della Ue. Quanto, dei fondi strutturali messi a disposizione dei Paesi membri da parte dell’Unione europea, vengono dedicati al tema della parità...

23 Ottobre 2019

Tre donne dietro il concept del Padiglione Italia a Dubai 2020

Chi l’ha detto che la cultura deve essere nozionistica? La cultura è emozione. La cultura si fa con lo spettacolo, e uno spettacolo è trasversale a tutte le età. Resta meglio impresso nella memoria uno spettacolo, che tante didascalie. «In effetti, noi siamo un po’ allergiche, alle didascalie». «Noi» sta per Tania Di Bernardo: insieme a Erika Bignami e Greta Carandini, sono le tre donne - insieme a Davide Rampello - dietro al concept design del Padiglione Italia che rappresenterà il nostro Paese all’Expo di Dubai 2020. Tre donne, poco più che trentenni, tutte dello studio Rampello & Partners, tutte reduci dal successo...

16 Ottobre 2019

Stanno uccidendo il femminismo curdo

Novembre 2014, cinque anni che sembrano un secolo fa. Zerocalcare nel suo “Kobane calling”: «Noi donne curde abbiamo abolito i matrimoni combinati, insegnavamo la libertà». «E cosa rappresenta per voi lo scontro con l’Isis, l’oppressione religiosa..». «Aspetta. La religione non c’entra. Noi siamo musulmane. Sono quelli dell’Isis a non essere musulmani». Ecco, è tutto racchiuso qui, il femminismo delle soldatesse curde che combattono per l’indipendenza del loro popolo. Un femminismo islamico. Chi l’ha detto che le due cose non vanno d’accordo? Domenica scorsa Lucia Annunziata si è commossa in diretta,...

02 Ottobre 2019

Le aziende crescono con l’export ma l’export non è donna

    Marco Polo non porta la gonna. I giornali sono pieni di titoli “il settore tal-dei-tali si salva solo grazie all’export” e le donne sono tagliate fuori dal business del commercio internazionale. Siamo abituate a pensare che guadagniamo meno, che occupiamo meno poltrone o che guidiamo meno governi. Ma che anche vendessimo meno all'estero questo no, non me lo aspettavo. Peraltro, con percentuali decisamente ingenerose. Perché se nel caso dei ministeri o degli stipendi la media è di uno a tre, nel caso dell’export siamo a un rapporto di uno a cinque: solo un’azienda europea che esporta su cinque è guidata - o...

25 Settembre 2019

I pendolari sono i peggiori nemici della parità

La scuola è appena ricominciata, alzi la mano chi è già a proprio agio con i suoi ritmi e le sue richieste. Sveglia prima del solito, salti mortali per accompagnare i figli in orario. E poi via, di corsa, all’altro capo della città a lavorare. Si replica tra le 16.30 e le 18.30: autobus, treno, scuola, casa. Magari in tempo per i compiti, si spera almeno in tempo per la cena. Vita da pendolari. Ci riguarda in molti. Uomini e donne. Peccato però che per qualcuno sia il peggior ostacolo sulla via della carriera e della parità. Mi riferisco alle donne, naturalmente. E non è solo un discorso da bar, lo dice l’Ufficio...

31 Luglio 2019

Ecco i 70 Paesi dove essere gay è ancora illegale

La giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha appena approvato la legge anti-omofobia, una norma contro ogni discriminazione che sia determinata dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere. Principi scontati? Niente affatto. Perché nel mondo ci sono ancora 70 Paesi dove essere gay non è solo fonte di discriminazione. È addirittura illegale. L’Ilga (International lesbian, gay, bisexual, trans and intersex association) la chiama “omofobia di Stato”. Chi c’è nell’elenco? Le Maldive, per esempio: a dispetto di tutta la loro apertura turistica, le relazioni tra persone dello stesso sesso sono punite con otto...

24 Luglio 2019

Ho visitato la biblioteca più giusta al mondo (diario finlandese)

L’avete mai vista voi, una biblioteca che ha dentro gli alberi? Una biblioteca dove si può sedersi e chiacchierare? E una dove ci sia un’enorme cucina attrezzata, dove si possa invitare gli amici a cena come se fossimo a casa nostra? Basta prenotare (gratis) giorno e ora, e portarsi gli spaghetti da casa. I finlandesi si sa, nonostante tutto quel freddo - o forse proprio grazie a quelle condizioni estreme - hanno sempre saputo quali sono le cose che contano davvero nella vita. Piccoli piaceri per tener conto delle esigenze del corpo e dello spirito. Come la sauna calda dopo un pomeriggio d’inverno. Come il design minimalista...

10 Luglio 2019

Il segreto delle sorelle Ture per conquistare l’Occidente (diario etiope/2)

Sono forti, le donne dell’Etiopia. Determinate. Possono costruire fabbriche nel mezzo delle baraccopoli e del fango. Possono studiare negli Stati Uniti e poi tornare indietro, per crescere i figli tra le lamiere. Proprio come le sorelle Ture. L’una stampa imballaggi alimentari, l’altra macina teff. Che cos’è, il teff? Un cereale piccolissimo e fragile che cresce solo in Etiopia e in Eritrea, a duemila metri d’altezza. Nelle case di Addis Abeba col teff ci fanno l’enjera, quel pane spugnoso e acidulo che non manca mai sulle tavole, né a pranzo né a cena. Ma il vero segreto del teff è quello di non contenere glutine, il...

03 Luglio 2019

Lezioni da una tassista donna ad Addis Abeba (diario etiope/1)

Non andare a Merkato da sola! È un luogo pericoloso, soprattutto per una donna. Con quel suo nome italiano che allude a un passato coloniale, Merkato si trova ad Addis Abeba ed è considerato il mercato più grande di tutta l’Africa. Mi trovo in Etiopia per la prima volta nella mia vita, come faccio a perdermi un posto di questo genere? L’ombelico dei commerci del continente. Ci devo andare. Così chiedo al concierge di chiamarmi un taxi. E arriva Eskedar. L’unica donna tassista di tutta Addis Abeba. È finita persino sui giornali locali. Non poteva che capitare a me. «Ma tu sei bionda?», mi chiede in un inglese perfetto....