Maria Luisa Colledani

04 Novembre 2019

Francesca Dallapé: "Voglio andare a Tokyo perché con la maternità non finisce tutto"

    Un’atleta la vedi dal coraggio, dall’altruismo e dai particolari. Come un piccolo tatuaggio che sulla caviglia riesce a stilizzare la parola “sogno” con le due O che sono un quadrifoglio e una stella. «Era il 2007, mille anni fa - sorride Francesca Dallapé, trentina, pluripremiata campionessa dei tuffi - ero giovanissima e volevo convincermi che solo avendo, anche sulla pelle, grandi sogni, da qualche parte sarei arrivata». Oggi, che ha 33 anni e una marea di allori, fra cui l’argento olimpico di Rio 2016, due argenti mondiali e otto medaglie europee consecutive tutte d’oro, Francesca ha fatto la storia dei...

02 Novembre 2019

Martina Caironi: "Corro per dimostrare che tutti abbiamo una seconda vita"

    Atleta, campionessa paralimpica, primatista mondiale, testimone e testimonial, studentessa universitaria: una donna con tante vite e tutte interpretate con uno scatenato ritmo rock and roll. Energia allo stato puro. Non potrebbe essere diversamente non avendo ancora la bacchetta magica per moltiplicare le ore della giornata. Martina Caironi, trent’anni, unica donna amputata a correre i 100 metri in meno di 15 secondi (14”61, per la precisione) e primatista mondiale nei 200 nella categoria T42 (32”29), ha un’agenda fittissima, è sempre di corsa ma trova il tempo per tutto. «Mi alleno ogni giorno, in palestra, in...

01 Novembre 2019

Eleonora Giorgi: "Ho attraversato il deserto di Doha e vinto una medaglia inseguita da tanto

      Sul suo comodino c’è il volume Storie della buonanotte per bambine terribili. Eleonora Anna Giorgi, milanese, 30 anni, non è più una bambina per l’anagrafe ma per lo spirito e il suo stato mentale di sognatrice professionista è una bambina a tutto tondo ed è anche terribile, tenace, indistruttibile come ha dimostrato nella 50 km di marcia del Mondiale di atletica che si è svolto a Doha dal 27 settembre al 6 ottobre. Un calvario fra i grattacieli della capitale del Qatar, un massacro di fatica, di paura di non arrivare in fondo, di vomito e nervi da imbrigliare: Eleonora ha conquistato il traguardo e un bronzo...

24 Settembre 2019

The best Fifa football Awards al femminile alla Scala di Milano

      I The best Fifa football Awards celebrati in un sontuoso teatro alla Scala sono stati una grande festa delle donne. Saranno ricordati come una festa delle donne storica. Lo ha detto il presidente della Fifa, Gianni Infantino: «Sono orgoglioso del successo che ha avuto il Mondiale in Francia, con un milione di tifosi sugli spalti e un miliardo di telespettatori ai quattro angoli del mondo. Quella manifestazione ha segnato un cambio di passo: investiremo sul calcio femminile, che ci fa battere il cuore e ci emoziona. E investiremo anche su nuove competizioni. C’è poi il fronte dei diritti civili: difenderemo le donne...

03 Settembre 2019

Trent'anni dalla morte di Scirea: il calciatore nei ricordi della moglie

    Se Scirea era così diverso dal resto dei calciatori era anche perché sua moglie Mariella era altrettanto differente dalle mogli dei colleghi. Il detto, un po’ abusato, secondo cui dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna perde la ridondanza del luogo comune con Gaetano e Mariella. Scirea, di cui il 3 settembre ricorrono i trent’anni dalla scomparsa su quella maledetta strada sgangherata della Polonia, è stato immenso e lo dicono i numeri: 563 partite in bianconero (meglio di lui solo Alex Del Piero e Gigi Buffon), 36 gol (un’enormità per un difensore), tutte le coppe vinte, compreso il Mondiale di...

02 Settembre 2019

Ilaria Capua: "Ragazzi, muovetevi studiate rischiate, qualcosa accadrà"

    L’innovazione come totem, l’immobilità come tabù. Ilaria Capua, 53 anni, virologa di fama internazionale e direttore dell’One Health Center of Excellence dell’Università della Florida, è tutta qui. Ha appena scritto il volume "Salute circolare - Una rivoluzione necessaria" (Egea, 2019, 118 pagine, 15 euro) in cui prova a dare una nuova e contemporanea definizione di salute e invita i ragazzi a muoversi, scoprire, rischiare, esporsi perché proprio questo dimostra la storia della scienza che lei ha raccontato nel suo libro, scritto sotto la forma felicissima dell’intervista con il giornalista e scrittore Daniele...

24 Luglio 2019

Federica e le sue sorelle: in vasca, in campo e in pista questa è l'Italia delle donne

  https://www.youtube.com/watch?v=IzEg91L_nOg     Il cielo è sempre più rosa, come quello delle sere baciate dalla magia del tramonto. Federica Pellegrini, a quasi 31 anni, conquista l'oro nei suoi 200 stile ai Mondiali di nuoto di Gwangju. Ottava medaglia nei 200 stile libero iridati. Un record mai raggiunto da nessuno, uomo o donna che sia. Un'atleta infinita, irripetibile che ha iniziato la sua collezione di allori ai Giochi olimpici di Atene, con la medaglia d'argento. Era il 2004 e lei, Federica, aveva un viso acerbo, che, con gli anni, le vittorie e le sconfitte e le perdite (fra tutte quella del suo allenatore,...

09 Febbraio 2018

Olimpiadi: da Fides Romanin a Arianna Fontana le portabandiere italiane

      Fides ha regalato il filo della storia ad Arianna. Fides Romanin, classe 1934, è stata la prima italiana portabandiera ai Giochi olimpici, e “taroccarono” un po’ la sua data di nascita perché fosse maggiorenne. Era l’edizione invernale di Oslo 1952. Arianna Fontana, classe 1990, campionessa dello short track, brilla con la sua zazzera biondissima nel tricolore che precede i 121 azzurri protagonisti a PyeongChang 2018. Da Fides ad Arianna 66 anni: atleti, sogni di gloria, sempre gli stessi, la guerra fredda e il crollo del Muro, i Beatles e il mondo digitale, e la lunga marcia delle donne alla conquista del...