Filomena Spolaor

Vivo vicino a Venezia. Scrivo come giornalista per un quotidiano locale. Lavoro nel settore della comunicazione e formazione.
Sono affascinata dal potere emotivo e dal messaggio etico delle parole.
Mi occupo anche di progetti culturali e sociali dedicati ai giovani e agli anziani.
Come cronista ho scritto il racconto “La ragazza di Mestre”.
Amo le storie, la poesia, il nero, il mare, le rose, lo sport.

Da bambina sono stata rapita dalle favole, e su Twitter mi chiamo @filly.
27 Novembre 2020

Fa' la cosa giusta! Le buone pratiche della fiera virtuale sul consumo sostenibile

Pensarsi insieme. “Non come nemici, ma cooperatori”. Un nuovo modo di consumare ci mette in gioco in questo periodo di emergenza. Gli strappi, le contraddizioni che lacerano realtà, gli sprechi, continuano a essere una sofferenza. La “collaborazione” è la buona pratica che emerge da un’edizione speciale, tutta online di “Fa' la cosa giusta”, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, come dice ad Alley Oop Miriam Giovanzana, direttrice editoriale di “Terre di mezzo”, che la organizza. Rinuncia alla parte fisica in questa diciassettesima edizione in era Covid, ma non alla possibilità di uno...

24 Novembre 2020

#in25peril25, i volti degli uomini contro la violenza sulle donne

La componente maschile non è rimasta alla finestra. 25 uomini rappresentativi della società civile sono coinvolti #in25peril25, campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, presentata dalla Commissione Pari Opportunità del comune di Treviso. I loro messaggi contro un fenomeno che non conosce fine. I protagonisti sono esponenti delle istituzioni, del mondo dello sport e dello spettacolo, che hanno messo a disposizione il proprio volto, immortalato dal fotografo Orio Frassetto, e una frase, stimolo a diventare tutti “modelli positivi”. Visibili sui bus e pannelli installati in una mostra diffusa fino a fine...

18 Novembre 2020

La didattica a distanza tra stimoli e ostacoli, l'esperienza dei docenti

    Tornano i pc e i tablet sui tavoli delle cucine e sulle scrivanie delle case italiane. I ragazzi dai 12 anni fanno lezione nelle proprie case. La didattica a distanza, Dad, ribattezzata in questo autunno Didattica integrata digitale (Did), torna a essere la regola per tutti gli studenti delle superiori e le seconde-terze medie delle regioni con tassi di contagio più alti, con il nuovo Dcpm, in vigore fino al 5 dicembre. A differenza del primo lockdown, in cui le aule erano rimaste completamente deserte in ogni ordine e grado della scuola, stavolta continuano a fare lezione in presenza i più piccoli. Ma quali sono stati i...

21 Ottobre 2020

Salute, qual è la nuova frontiera della telemedicina?

    Una rivoluzione che parte dai numeri. E che è sempre più rosa. Mirella Mastretti stringe la mano a una statua all’interno della Sala Napoleonica dell’Accademia di Brera, su cui è posato un robot (scultura di Alex Guzzetti) con un volto di plastica trasparente, quello di una donna dagli occhi azzurri. I fili elettrici, che lo muovono, sono visibili. “Si possono fare innovazione e ricerca – dice la scienziata – così, mettendo insieme umanesimo, scienza, tecnologia e arte”. C’è anche il suo ritratto nell’ambito del festival di fotografia “Todimmagina”, a Todi (fino al 25 ottobre), parte della...

21 Ottobre 2020

Sanità, tante donne in reparto poche ai vertici

    Il 75% degli iscritti al corso di Laurea in medicina e chirurgia è donna. Ma solo 45 dottoresse su 169 ricoprono la posizione di direttore di struttura semplice, dipartimentale o di struttura complessa. Solo a 3 donne è stato assegnato il ruolo di professore ordinario in Oncologia e una sola dirige la di Scuola di specializzazione. Questa la fotografia che emerge dalla prima indagine sulla percezione della discriminazione di genere, condotta da Women 4 Oncology. In chirurgia, professione maschile per tradizione, va anche peggio: a fronte di un progressivo aumento delle iscritte alle scuole di specialità chirurgiche...

18 Ottobre 2020

Dietland, dall'obesità alla violenza, per il rispetto del proprio corpo

      Obesità, body shaming, autolesionismo, antidepressivi, abusi sessuali. “Dietland” svuota un vaso di Pandora, condensando il tutto in un’unica citazione di Virgina Woolf: “E’ molto più difficile uccidere un fantasma che uccidere una realtà”. Sarai Walker racconta un mondo di demoni. L’autrice porta uno scheletro di acciaio, si può dire che tocca tanti temi, è percorsa da un dolore angelico, mai sedato che continua a pugnalare fino alla fine del romanzo. Un libro diabolico, scritto nel 2015, fatto conoscere in Tv dalla serie che ne è stata tratta tre anni dopo, adattamento curato da Marti Noxon in...

21 Settembre 2020

Tiziana Lippiello: "Ecco come immagino la 'mia' università Ca' Foscari"

La prima donna rettrice dell’università Ca’ Foscari di Venezia. Il primo rettore donna eletto da un’università del Veneto. Tiziana Lippiello guiderà l’ateneo veneziano per i prossimi sei anni. Sono solo 8, lei compresa, le rettrici in Italia. “Orgoglio non per me – racconta ad Alley Oop - ma per tutte le donne. Perché è il segno di un cambiamento, anche se non sono la sola in Italia. E’ un segnale forte di cambiamento sociale, di forte riconoscimento del nostro ruolo, della nostra intelligenza, delle nostre capacità. Sono contenta, so che colleghe e colleghi desideravano questo cambiamento di genere. E’...

02 Settembre 2020

La lotta al Covid nei disegni dei bambini

Mancavano persino i colori e le matite, per non parlare di Internet nella piccola comunità del villaggio Happydu, alla periferia di Windhoek, Soweto, Namibia. Ma le mamme e i bambini, quando hanno saputo che l’Italia era stata investita dall’epidemia Coronavirus, hanno chiesto di fare qualcosa. Ecco perché hanno deciso di disegnare per trasmettere ai loro amici italiani dei messaggi di speranza, affetto, e allegria. Si snodano tratti infantili, frasi semplici e commosse, tra gli inviti a lavarsi le mani spesso (e l’acqua da loro è un bene prezioso), a tenere la mascherina, a lottare come i pugili sui ring contro il...

29 Luglio 2020

Brasile, viaggio nella più grande comunità italiana

  Ancora isolate, ma questa volta causa Covid. Non è un sentimento nuovo per le comunità del Brasile del sud. Qui vive quella italiana più grande del mondo, con 30 milioni di persone, metà veneti e trentini. Giorgia Miazzo quando è scoppiata la pandemia, stava accompagnando una delegazione veneta negli stati di San Paolo e Santa Catarina. “Siamo tornati appena in tempo, anche se per un periodo chissà quanto lungo non potrò più fare ritorno” dice Giorgia. Giorgia è consulente linguistica, interprete e traduttrice, esperta della cultura dell’America Latina, specializzata nelle migrazioni italo-venete, ed è...

12 Luglio 2020

Letture estive, sguardi d'amore in forma di racconto

      C'è la malinconia, la tenerezza, l'incanto e lo stupore, il dolore di ciò che accade e non è posseduto, come in uno sguardo d'amore. Quello delle donne protagoniste dei racconti di Nadia Terranova raccolti in "Come una storia d’amore" (Giulio Perrone), di età diversa, accomunate dal vivere nella periferia di Roma, che non è la loro città d’origine, ma in cui sono approdate, senza mai più staccarsene. Dieci donne, ma forse la stessa donna osserva le altre o si narra in una dichiarazione di appartenenza a Roma, alla sua luce e ai suoi quartieri di periferia. Spaesate, in posizioni scomode, tutte dentro a una...