14 Novembre 2018

Ecco i lavori per guadagnare tanto anche senza una laurea

scritto da

Secondo Moneyfarm, in Italia per tre anni di studio in un’università pubblica si spendono 35-45mila euro fra retta, libri, vitto e alloggio. Dal punto di vista della cultura, è sempre un buon investimento. Ma dal puto di vista finanziario? L’ufficio statistico del Canada - dove per un anno di studi universitari si spendono 6.838 dollari, circa 4.560 euro, solo per le tasse - si è messo a fare i calcoli: in media, da Toronto a Montreal un laureato guadagna 68.600 dollari all’anno contro i 52.300 di un diplomato. Sembrerebbe, dunque, che a studiare all’università si guadagni di più. Eppure, a quanto pare, ci sono...

13 Novembre 2018

Laura Burdese: «Alle giovani possiamo insegnare che per maturare c’è bisogno di tempo»

scritto da

    Sogno un giorno in cui una ragazza giovane che lavora con me mi comunichi che è incinta con gioia, senza che sguardo e tono di voce tradiscano l’ansia mista a timore che questa meravigliosa notizia possa compromettere in qualche modo la propria realizzazione professionale». Si conclude così l’intervista a Laura Burdese, presidente e ceo di Acqua di Parma e country general manager di Profumi e cosmetici Lvmh Italia. Una conversazione iniziata all’insegna di tre parole: efficienza, efficacia e velocità in funzione di un nuovo business plan da preparare e che invece si dipana riflessiva e generosa lungo oltre...

12 Novembre 2018

Marina Salamon: «L’Italia sarà come noi la costruiremo, giorno per giorno»

scritto da

    Cinque figli, sei cani e una holding, Alchimia, che è la fotografia della sua versatilità imprenditoriale e della sua filantropia: azionista di Banca Ifis; attraverso il trust Web of Life controlla sia Altana, leader nell’abbigliamento di lusso per bambini fondata a 24 anni, sia Doxa e Connexia, attive nel settore delle ricerche di mercato e della comunicazione digitale e multicanale; e coordina i tanti progetti di charity del gruppo. Marina Salamon, sessant’anni a settembre, incarna a pieno l’«Italian dream»: quel misto di fiducia nel futuro, impegno (anche politico) e scommessa sulle proprie potenzialità tipico...

06 Novembre 2018

Climate change: un ottobre tra ultimatum e premi Nobel ottimisti

scritto da

    Acqua alta a Venezia, in questi giorni di maltempo, e fin qui nessuna novità. Ha colpito però l’immaginario collettivo una fotografia scattata a due giovani turiste orientali, con le gambe immerse nell’acqua e shopping bag di Luis Vuitton. L’immagine potrebbe essere tra il divertente e il patetico, se non fosse che richiama alla mente quelle ben più amare di uno street artist spagnolo, Isaac Cordal: i suoi uomini in miniatura, dallo sguardo vitreo, immersi nell’acqua senza fare nulla per venirne fuori, sono uno spiazzante monito sui cambiamenti climatici in atto. La serie più famosa è intitolata Follow the...

05 Novembre 2018

Real estate, crescono le carriere al femminile anche in Italia

scritto da

    Inclusion e diversity, parole per indicare la tanto agognata parità. Tra i sessi nel mondo del lavoro, ma più estesa negli ultimi anni a etnie e culture, abilità fisiche e orientamento sessuale. Nel Global gender gap index 2017 per Nazione l’Italia è all’82esimo posto dopo Norvegia, Finlandia, Rwanda, Francia, Namibia, Ghana, Bolivia e così via. E nel real estate quanto conta la presenza femminile? Quanto è cresciuta, se lo è, negli anni? In Italia è ancora esigua, nonostante ci sia una donna, Silvia Rovere, a capo di Assoimmobiliare, la prima associazione del settore. Una risposta positiva ha cercato di darla...

31 Ottobre 2018

Posto fisso? Non c'è e i giovani si inventano il lavoro con le startup

scritto da

    I giovani della Generazione Z, che comprende 1,4 milioni di ragazze e ragazzi dai 16 ai 22 anni in Italia, sperano di trovare un lavoro appassionante, di responsabilità e ricco di valori.Certo è sempre più difficile con un tasso di disoccupazione di nuovo in crescita per i giovani al al 31,6%, secondo le ultime rilevazioni di ottobre. Allora cosa resta da fare? Se il lavoro non c'è, i giovani cercano di crearselo. D'altra parte a guardare le loro aspirazioni, l'imprenditorialità sembre un desiderio respirato fin da piccoli: il 72% degli studenti vuole iniziare un proprio business e il 61% vuole diventare...

30 Ottobre 2018

Se sei donna e vuoi una promozione, che cosa aspetti a chiederla?

scritto da

    "Ricordo perfettamente quando mia figlia aveva tre o quattro anni e tornò a casa da scuola piangendo perché un bambino le aveva detto che non poteva fare giochi da maschio. Cominciai a insegnarle che lei poteva fare tutto quello che voleva, e anche meglio dei suoi compagni, indipendentemente dal genere". Kathleen Mitford è Executive Vice President products di PTC, una società americana che spazia dai software CAD, all'Internet delle cose e alla Realtà Aumentata. Tra i clienti dell'azienda, che ha sede nel nostro Paese, ci sono tra gli altri Dallara, BMW, Toyota, Leica, Hitachi, Rancilio. Alley Oop incontra alla...

23 Ottobre 2018

Trentenni sovraistruiti, iperqualificati, talvolta anche felici

scritto da

          Non è la prima volta che, raccontando storie di 30enni, ci troviamo davanti a questo fastidioso dato Istat: un laureato su tre è iperqualificato rispetto al lavoro che fa, per le mansioni che svolge o per il settore in cui opera. I microdati riferiti ai lavoratori laureati tra i 25 e i 34 anni raccontano di un 28% sovraistruito, e lo zoom sulla fotografia ci dice che il 30,5% delle laureate di sesso femminile appartiene a questo esercito, a fronte di un 20,1% di laureati di sesso maschile. Ma non è una guerra tra sessi, quanto piuttosto un’amara constatazione. I dati arrivano dopo, a certificare quello...

21 Ottobre 2018

Festival della Crescita 2018: la riscossa delle città

scritto da

Quando il sociologo Francesco Morace lanciò nel 2015 il Festival della Crescita, parlò di un appuntamento itinerante, che si sarebbe concretizzato in un tour fisico in giro per l’Italia, coinvolgendo attivamente i territori. Che non significava portare il verbo delle grandi città in periferia, ma dare voce a cittadini, istituzioni, imprese, professionisti e studenti per far emergere e connettere l’intelligenza collettiva di cui è innervato il paese. E così è stato per le quattro edizioni che si sono susseguite. Per fortuna, c’è ancora qualcuno che crede nel significato delle parole e le usa con cura! Il Tour 2018 del...

17 Ottobre 2018

Università, il direttore della Normale: "Non è possibile promuovere donne"

scritto da

    Vincere il Nobel da professoressa associata e non ordinaria. E' successo a Donna Strickland, premio Nobel per la fisica proprio quest'anno. Il valore della scienziata è riconosciuto a livello internazionale ma non nel suo ateneo. Solo un caso eclatante di quello che succede nelle università. Basta dare un occhio ai dati italiani:le donne sono il 58 per cento dei laureati, il 52 per cento dei dottori di ricerca, il 42 per cento dei ricercatori, il 36 per cento dei professori associati e solo il 23 per cento degli ordinari. Insomma, una piramide che in qualche modo va spiegata. Ci ha provato oggi il direttore della Normale...