10 Settembre 2021

Tornare in ufficio senza perdere il cuore

scritto da

      Alzi la mano chi in questi mesi non ha fatto un applauso o mandato un emoticon, per esempio un cuore, a un collega durante una riunione. Credo che lo abbiamo fatto in molti, cercando così di supplire alla mancanza di feedback emotivo generata dalla connessione da remoto: alla mancanza di calore che uno sguardo diretto e ben assestato avrebbe potuto trasmettere. Ci siamo fatti applausi, abbiamo alzato pollici e mandato cuori per complimentarci e far sentire che stavamo ascoltando, che eravamo lì. In chat abbiamo forse osato dire cose che di persona ci avrebbero intimidito un po’, alzare la mano con un clic ci è...

21 Maggio 2021

La capacità di presenza è il superpotere dei leader

scritto da

    A volte capita di ripetersi le stesse domande perché si fa fatica a riconoscere una risposta anche se è semplice e a portata di mano, o forse proprio per quello. Può capitare per esempio quando si parla di leadership, mettendo a confronto vecchi e nuovi modelli. C’è un vecchio modello sempre di moda, che ha dato forma in gran parte al modo in cui lavoriamo e veniamo misurati, il cosiddetto “comando e controllo”: frequentato dalla specie umana da diversi millenni e quindi familiare, sicuro, ma con dei limiti chiari. Sappiamo, infatti, che in un mondo veloce e interconnesso come il nostro di oggi è...

08 Febbraio 2021

Smart working, chi potrebbe lavorare da remoto e chi no

scritto da

    Prof, sembra che lei sia proprio favorevole al lavoro a distanza … Sì, sostengo con convinzione le politiche che agevolano il lavoro da remoto[1] perché penso che sviluppando questo potenziale si aprano ampi spazi di miglioramento nell’organizzazione della produzione e nella divisione del lavoro, ma non intendo dire, con questo, che sia una cosa facile da realizzare. L’effetto auspicato di queste politiche dovrebbe essere quello di incrementare nel lungo periodo la capacità delle famiglie, delle imprese, e del sistema economico di riconoscere, sviluppare e attrarre talenti, perché il capitale umano è già...

22 Ottobre 2020

Se anche i leader sono stati presi in contropiede, chi guida ora il cambiamento?

scritto da

      Perché i leader in questo periodo di cambiamento faticano più che mai a trovare seguito? Perché le loro scelte sembrano esser condivise da pochi? Come mai il modo di promuoverle e sostenerle non appare fermo e convinto? La completa inesperienza con cui i capi politici, i decisori aziendali e le figure di riferimento sociale si sono trovati ad affrontare l’emergenza Covid ha sicuramente messo in mostra come il tessuto sociale non sia pronto ad accettare che anche chi guida possa avere dei dubbi. Di solito le persone sono abituate a vivere dei cambiamenti che sono stati interiorizzati e poi proposti da chi poi...

01 Ottobre 2020

Smart working o rientro in ufficio: per costruire il futuro serve una strategia

scritto da

    Il 2020 sarà per i lavoratori un nuovo anno zero? Nelle agende aziendali avremo un 2021 o un anno 1 D.P. (dopo pandemia)? Sebbene la domanda appaia come un'iperbole priva di risposta reale, apre invece il campo all'innegabile sensazione che questo periodo abbia segnato e stia segnando una svolta per la maggior parte delle persone; una rivoluzione che in qualche modo prevede una ripartenza da vivere in modo meno emotivo/reattivo e affidandosi ad una strategia. Accanto alle preoccupazioni sanitarie ed economiche che hanno correttamente preso il centro della scena durante questo periodo, ha suscitato molta attenzione il...

18 Marzo 2020

Festa del papà: il 19 marzo un evento in diretta online

scritto da

      Pensato in tempi non sospetti, il dibattito laboratorio su nuovi modelli di leadership ispirati alla paternità che si terrà in live streaming il 19 marzo dalle 9.00 alle 10.30 è oggi più attuale che mai. L'intenzione degli organizzatori - la società che guido, Life Based Value, che da tempo propone alle aziende percorsi formativi online che, attraverso il metodo del Life Based Learning, sfruttano la compresenza nelle nostre vite di molti ruoli personali e professionali - era infatti di far parlare alcuni amministratori delegati di come l'essere padre abbia influenzato il loro modo di essere leader. Una...

29 Febbraio 2020

Covid-19, la vita al mio rientro a Londra dall’Italia

scritto da

  Un’italiana, una giapponese e un banker si incontrano a Londra. Di cosa parlano? Del coronavirus, naturalmente. L’altra mattina, come tutte le mattine, dopo aver salutato mio figlio, ho scambiato due chiacchiere con gli altri genitori alla fermata dello scuolabus. E’ del 27 febbraio la notizia che il Giappone chiuderà tutte le scuole del Paese per oltre un mese, aggiungendo all’angoscia per un possibile contagio quella di come gestire i figli per i genitori che comunque dovranno continuare a lavorare e che non hanno una famiglia allargata a portata di mano su cui appoggiarsi. E’ un vero problema, dice la mamma...

29 Febbraio 2020

Sapessi com'è strano sentirsi soli a Milano

scritto da

    Alla fine sogniamo tutti piccole cose. E, senza quelle piccole cose, abbiamo ben poco da dire anche nel mondo virtuale dei social, che sembrava poter fare a meno della realtà. “Che cosa ti manca di più?” ha chiesto un giornalista, in questi giorni di Coronavirus, a un ragazzo a due metri di distanza da lui, confinato nella zona rossa. “Gli abbracci con gli amici, le bevute… lo stadio!”.   Sul lavoro, anche per chi potrebbe continuare a farlo quasi come se niente fosse, mancano tutte quelle interruzioni e scadenze che di solito malediamo: la conferenza “inutile”, la riunione “eterna”,...

17 Gennaio 2020

L'amore è un fattore competitivo, ecco perchè

scritto da

        Che cosa hanno in comune una società che pulisce le scarpe delle persone in transito negli aeroporti, un barista e l'amministratore delegato di un’azienda? 1) In Executive Shine, tutto parla di cura: dalle scritte che la identificano (“Sii grato,”  “Fallo con passione,” “L'amore vive qui,”) alla conversazione che ci si trova a fare con chi ci pulisce le scarpe. Persino il prezzo da pagare per il servizio - “Quel che ritieni giusto” - è un invito a non dare niente per scontato, ma a valutare quanto ricevuto con cura e attenzione. Farsi pagare “il giusto” è infatti una scommessa...

12 Dicembre 2019

Il rovescio della medaglia: quando gli stereotipi di genere danneggiano gli uomini

scritto da

      Gli stereotipi non danneggiano solo le donne. Uno dei primi esperimenti sul condizionamento degli stereotipi nella gestione delle risorse umane è stato quello condotto da Rosen e Jerdee (1974) sui dirigenti di una grande azienda del settore bancario. Il comportamento dei capi del personale è stato osservato durante un corso di formazione nel quale, come esercitazione al termine del programma, veniva richiesto ai partecipanti di prendere alcune decisioni, così come le avrebbero prese in uguale contesto se fossero stati al lavoro. L’esperimento era articolato in tre parti. Nella prima parte si chiedeva ai...