25 Luglio 2021

Olimpiadi di Tokyo, fra storia e presente la rincorsa delle donne

scritto da

I Giochi delle donne. Tokyo, edizione storica al di là di ogni risultato per come ci si è arrivati dopo il Covid, milioni di morti e il fardello del dolore, è casa delle donne. A Rio del Janeiro 2016, le atlete rappresentavano il 44% del totale dei partecipanti. Ora siamo vicini alla parità, come dimostra anche il team Italia. La rincorsa delle donne inizia lontanissimo: dall’affresco del Toreador, proveniente dal Palazzo di Cnosso e conservato al Museo archeologico di Candia, a Creta. Un acrobata maschile compie un volteggio su un toro ed è aiutato da due giovani donne. L’opera, datata intorno al 1500 a.C., elegante...

16 Luglio 2021

Il nostro lavoro non è solo un ruolo, è una parte di noi

scritto da

      Non capita spesso che ci chiedano "quali parti di noi portiamo al lavoro", eppure questa oggi è una domanda molto attuale. Da marzo dello scorso anno abbiamo infatti ridefinito ampiamente quali parti di noi mostrare ed esprimere sul lavoro e adesso, che stiamo auspicando e immaginando una nuova fase, dobbiamo ridefinire tutto ancora una volta: è in questo movimento che si “gioca” il nostro livello di coinvolgimento in quel che facciamo, in quel che “siamo” quando incarniamo un ruolo che non può essere rimasto lo stesso mentre il nostro mondo è cambiato. Il professor William A. Kahn, tra i fondatori del...

09 Maggio 2021

Maternità, l'identità possibile: tre romanzi sul mistero di mettere al mondo

scritto da

Cominciamo da una storia. Una vecchia storia, una storia di qualche anno fa. "Ora sei una mamma". È accaduto che fossi incinta. A un amico dico:  "Aspetto un figlio". E l'amico: "Ora sei una mamma". Certo che sono una mamma, ovvio, no? Sono incinta, sarò sì una mamma, penso. Immaginate di sentire stonare qualcosa che stonato forse non è. Poi è successo che fossi io nelle parti dell’amico e che allo stesso modo fossi io a pronunciare la frase "Ora sei una mamma". Dico a te amica che sono felice, e lo dico con "Ora sei una mamma". Ho così compreso: "ora sei mamma" è l'attimo della mutazione. Cogliamo il miscuglio che si...

28 Marzo 2021

Virginia Woolf, 80 anni senza di lei: animare gli oggetti, possedere l'anima

scritto da

“Lei che non credeva in nessuna specie di immortalità non potè fare a meno di sentire che la sua anima sarebbe andata e tornata in eterno fra i rossi dei pannelli e i verdi del divano.” Virginia Woolf - Orlando Mai come oggi queste parole di Virginia Woolf suonano malinconiche, ma anche vive come una promessa. Una promessa di eternità che la scrittrice ha realizzato con la letteratura, ma la sua anima cangiante, sfuggente, meravigliosa e sorprendente, continua ad attrarci e a farci desiderare di afferrarla, provando angolazioni sempre diverse.  Oggi, 28 marzo, sono 80 anni esatti da quel giorno in cui Woolf si tolse la...

26 Gennaio 2021

Cambio vita: Diletta Scandiuzzi, da cantante lirica a startupper campionessa di Tiramisù

scritto da

        Osare, il verbo più difficile da mettere in pratica, soprattutto in tempi di Covid. “Superare il proprio limite, cercare di guardare oltre. Non rinnegare nessun tipo di esperienza di lavoro, nemmeno quella che sembra più lontana”. Rischiare, sperimentare. A parlare è Diletta Scandiuzzi, dopo aver cambiato “pelle”: da cantante lirica professionista (mezzosoprano) a pasticcera imprenditrice. “I dolci a tavola sono come i concerti barocchi nella storia della musica: un’arte sottile” diceva Isabelle Allende. Non è un caso la sua passione per il Belcanto e allo stesso tempo per la haute...

20 Dicembre 2020

Ragazze, il mondo ha bisogno di voi

scritto da

  Costruire e definire, insieme, una nuova identità femminile contemporanea richiede un impegno generazionale cui tutte noi, madri, donne e punti di riferimento per le ragazze di oggi, siamo chiamate a partecipare per proseguire la diffusione di quei comportamenti in grado di abbattere e sradicare gli stereotipi. Il percorso non è semplice. Da dove partire? Uno stimolante punto di partenza è offerto dal nuovo libro illustrato di Alessandra Spada, architetta, insegnante e scrittrice, “Il mondo ha bisogno delle ragazze”, edito da Settenove. Si parte dal femminile singolare: “Il giorno in cui sei nata tu il mondo è...

13 Dicembre 2020

Integrazione, Hadi e le sue sorelle nel labirinto delle identità

scritto da

“Mio padre si chiama Salim. Ha un sacco di anni. Metà li ha vissuti qui, metà in Marocco”. Comincia così il tema del piccolo Hadi, figlio minore della famiglia protagonista della graphic novel "Possiamo essere tutto". Edita da Tunuè in collaborazione con Amnesty International, sceneggiata da Francesca Ceci e disegnata da Alessia Puleo, racconta di una famiglia i cui genitori sono emigrati dal Marocco in Italia per migliorare la propria vita e cercare opportunità. Una storia di integrazione, sogni, identità da scoprire e comporre. In Italia la coppia ha avuto tre figli: Raja, Amal e Hadi. Raja ha ventidue anni e sogna di...

13 Ottobre 2020

Cinema Trans: torna il Festival Divergenti a novembre

scritto da

      Alla decima edizione, torna il Festival Internazionale del Cinema Trans, dopo due anni di pausa. Dal 26 al 28 novembre, a Bologna, non solo cinema, ma anche incontri e convegni, negli spazi della Cineteca, salvo diverse disposizioni legate all’emergenza COVID-19, che potrebbero vedere lo spostamento delle proiezioni su una piattaforma di streaming online. Divergenti, questo il nome del Festival, quest’anno avrà come tema le “migrazioni trans”, ovvero quegli spostamento alla ricerca di luoghi meno ostili, non solo rispetto a fame e guerre, ma anche e soprattutto ai pregiudizi transfobici. Dal tema specifico...

07 Aprile 2019

Identità e migrazione: i dispacci dalla frontiera di Francisco Cantù

scritto da

      Che cosa vogliamo proteggere veramente quando proteggiamo una frontiera? Conosciamo il prezzo da pagare per questa protezione? Abbiamo idea di chi sia a pagarlo realmente, e quanto? Francisco Cantù ha scritto un libro che fa male in molti modi. Perchè per rispondere a queste domande con la spietata sincerità con cui lo fa lui, non è sufficiente fermarsi a leggere racconti o reportage giornalistici, nemmeno attraversare come turisti di passaggio i luoghi e i tempi del dolore. Occorre immergersi nella quotidianità, nella banalità del male, per osservare cosa accade. Alla mente, al corpo, allo spirito di chi è...

15 Maggio 2018

A scuola come al mare? Non è (solo) colpa loro

scritto da

  Arriva il caldo e cambia l'abbigliamento. Anche quello degli studenti. Così arriva puntuale l'annosa questione di come ci si debba vestire a scuola. L'elenco degli istituti italiani che in questi anni si sono confrontati con il tema del dress code e dell'abbigliamento inappropriato è davvero lungo. Caso recente quello dell'Istituto Leonardo da Vinci di Milano, dove la preside Concetta Pragliola ha già fatto pervenire una circolare alle famiglie sull'argomento. Mentre all'Istituto Comprensivo Statale Centro Storico Moncalieri la preside Valeria Fantino, a sua volta esasperata per canotte, shorts, minigonne, trucco pesante,...