03 Gennaio 2024

Le sfide psicologiche del 2023 che ci portiamo nel nuovo anno

scritto da

    Dal 2020 sono cambiate tante cose. Una di queste è anche il modo in cui si affronta l’ingresso in un nuovo anno. Con il timore che l’imprevisto - se non la tragedia - si nasconda dietro l’angolo. L’ansia di “ciò che ci aspetta” ha accompagnato gli ultimi giorni di dicembre, come se ci si fosse irrimediabilmente bruciati e non si potesse fare a meno di pensare che l’anno appena arrivato nasconda delle insidie. Una sorta di rassegnazione al fatto che comunque andrà male. Si tratta solo di capire cosa, nello specifico, andrà storto. Non ci si può biasimare: l’ultimo triennio è stato un susseguirsi di...

29 Dicembre 2023

Israele, l'inchiesta del New York Times sugli stupri di Hamas

scritto da

    Violenza sessuale contro le donne usata come arma nei conflitti. Una realtà a livello mondiale che trova finalmente denuncia grazie a indagini e inchieste che non lasciano che l'argomento si perda fra le tante emergenze legate alle guerre. E' emerso così, da un'inchiesta del New York Times durata ben due mesi, che in occasione degli attacchi di Hamas del sud di Israele il 7 ottobre 2023 le violenze sessuali e mutilazioni non sono stati casi isolati ma un modus operandi dei terroristi. L'indagine ha identificato almeno sette luoghi in cui donne e ragazze israeliane sembrano essere state aggredite o mutilate sessualmente....

02 Novembre 2023

Guerra, Onu chiede che al tavolo per la pace siedano anche le donne

scritto da

    Oltre 600 milioni di donne vivono in Paesi colpiti da conflitti, dichiara l’Onu, in un momento storico in cui le tensioni stanno esplodendo in diverse parti del mondo. Una guerra parallela che non si racconta e che quasi mai trova giustizia, è quella che i soldati combattono contro le donne e i loro corpi. La violenza sessuale è il crimine di guerra più antico, più taciuto e meno condannato, costituisce un'arma di guerra, utilizzata per degradare e subordinare le donne, punire quelle politicamente attive e, attraverso i loro corpi, umiliare il nemico. Il rapporto punta i riflettori sulla situazione umanitaria della...

01 Novembre 2023

Sulle pietre d’inciampo costruiamo la casa della memoria

scritto da

  Una patina nera per sfregiare la memoria, la storia, il nostro essere comunità. Il 30 ottobre 2023, in via Dandolo a Roma, due pietre d’inciampo sono state imbrattate con vernice nera, quasi a farle sembrare bruciate. Ricordano Michele Ezio Spizzichino e Aurelio Spagnoletto, 36 e 39 anni, che il 16 maggio 1944 venivano prelevati dalla loro casa di Trastevere, per finire bruciati nei forni crematori di Auschwitz. Da Milano a Parigi Il presidente della Comunità ebraica di Roma, Victor Fadlun, confessa tutta la sua preoccupazione davanti a questo atto gravissimo: «Non cediamo al terrore». Il sindaco della capitale ha...

22 Ottobre 2023

"Che paura la guerra!", un libro aiuta a parlarne con i bambini

scritto da

"Mamma, ma anche la nostra casa brucerà? Arriveranno i cattivi e mi porteranno via tutto, anche le macchinine?". Edoardo Maria, 3 anni e mezzo. Mi ha fatto questa domanda dopo essere inciampato in un servizio del telegiornale sul conflitto israelo-palestinese. Crudo, come tutti i servizi di guerra sanno essere. Io, che ormai da mesi epuro ogni tipo di trasmissione e riduco ulteriormente l'uso – già minimo - della televisione, mi sono sentita stupida e superficiale. Come avevo potuto lasciar entrare quella violenza in casa all'ora di cena? Quella notte Edoardo, che di solito fa sonni tranquilli, si è svegliato tre volte,...

02 Ottobre 2023

La pietra d'inciampo di Virginia “Luisa” Tonelli

scritto da

    Virginia “Luisa” Tonelli è finalmente tornata a casa. Una pietra d’inciampo la ricorda ora al limitare della casa in cui nacque il 13 novembre 1903. Lei, partigiana, attivista, donna libera e modernissima. Pedemontana friulana, fra le colline di Castelnovo del Friuli: Davour la mont era un pugno di case dove vivere significava acrobazia, ingegno e rinunce. Virginia nasce qui, sono in 7 fratelli, la famiglia è semplice e povera. Restano orfani e Virginia inizia la rincorsa. Fa la sarta e poi l’infermiera nell’Ospedale infantile di Venezia. Ma le sue attenzioni sono per le condizioni di quei bambini e delle loro...

13 Luglio 2023

I bambini ucraini vittime della guerra: la rivalsa di Sasha Pascal

scritto da

    Il 16 maggio scorso un attacco missilistico ha colpito il villaggio ucraino di Zatoka. La dacia di Sasha Pascal è stata centrata e durante il crollo dell’edificio un piatto pesante ha colpito e ferito gravemente la gamba della bambina di 6 anni. Dopo tre lunghi giorni in terapia intensiva, 15 giorni in coma farmacologico, i medici non hanno avuto scelta e hanno dovuto amputarle l’arto. Grazie alla solidarietà dei connazionali, Sasha d’estate ha potuto godere di terapie riabilitative in Austria. Lì le hanno insegnato di nuovo a camminare e soprattutto ad abituarsi alla protesi alla gamba. Passione, determinazione e...

07 Giugno 2023

Sudan, dopo 8 settimane di conflitto oltre un milione di sfollati

scritto da

    Oltre 1 milione di sfollati, violenze specifiche di genere in crescita, parti sicuri inaccessibili: è la quotidianità del Sudan all'ottava settimana di conflitto. Gli scontri vedono, da una parte, l'esercito, ovvero il Sudanese Armed Forces (Saf) guidato da Abdel Fattah al-Burhan e, dall'altra, i paramilitari delle Forze di supporto rapido (Rsf), ai comandi di Mohamed Hamdan Dagalo (noto come Hemedti). In mezzo la popolazione civile - e soprattutto le fasce più vulnerabili - a pagare il prezzo più alto. I combattimenti stanno esacerbando le sofferenze di milioni di persone già alle prese con disordini di lunga data e sfide...

26 Maggio 2023

Musica per l’Ucraina: dagli Imagine Dragons all'Eurovision

scritto da

    La storia del quattordicenne Sasha della regione di Mykolaiv, che ha perso la casa e si è nascosto dagli invasori russi per cinque mesi in un bunker, è diventato un video degli Imagine Dragons per la canzone ‘Crushed’. Dopo sole 24 ore, le visualizzazioni avevano superato quota 1 milione. Un villaggio fantasma Il protagonista del video è Sasha. Il villaggio natale del ragazzo, Novogrigorovka, è stato sotto l'occupazione russa per 5 lunghi mesi, dalla primavera all’autunno scorso, e nella zona circostante si sono svolti aspri combattimenti. Dopo la liberazione da parte dell’esercito ucraino Novogrigorovka è apparsa...

21 Maggio 2023

Ucraina, le profughe gridano la "grammatica dell'inferno"

scritto da

Il grido di dolore di Halyna, fuggita a MilanoOnu e diritti umani: come può una guerra, la nostra guerra,tutelare i diritti umani?In guerra vale tutto,ma allo stesso tempo non vale più niente,perché non resta nullase non il crimine,il dolore, la distruzione, la mortee la fine. Questo è uno dei tanti messaggi accorati delle donne ucraine in Italia, raccolti dal giornalista Filippo Poletti e stampato da Lupetti nel libro "Ucraina, grammatica dell'inferno". Il volume ha visto la collaborazione di Fondazione Progetto Arca, da anni impegnata a offrire assistenza ai bisognosi e racconta i fatti tragici del conflitto e le testimonianze...