27 Giugno 2022

Lo stupro in guerra è sempre strumento di genocidio

scritto da

    La mozione approvata al Senato, su proposta della Commissione speciale per i diritti umani, in merito al supporto all'attività della Corte penale internazionale con particolare riferimento ai casi di donne vittime di violenza durante le guerre, rappresenta un'importante rivoluzione. Viene infatti riconosciuta la natura genocidaria dello stupro come arma di guerra, condannato già come crimine contro l'umanità dalla giurisprudenza internazionale. La memoria delle "marocchinate" nel centro-sud Italia, i campi dello stupro nella ex Jugoslavia, la violenza sessuale in Ruanda: è lungo il drammatico elenco della storia del...

26 Giugno 2022

La guerra inutile: i diari epistolari asincroni di Shishkin

scritto da

Dopo il Big Book Prize, il Russian Booker Prize e il Russian National Bestseller, i tre maggiori premi letterari russi, "Punto di fuga" dello scrittore Mikhail Shishkin si è aggiudicato anche il Premio Strega Europeo, giunto alla nona edizione, ex aequo con Amelie Nothomb. Tradotto in più di 25 Paesi, il volume è uscito in Italia il 3 marzo scorso tradotto da Emanuela Bonacorsi ed edito da 21lettere. "In un mio articolo spiegavo che Putin era privo di cuore e anima, era solo un buco nero che stava inghiottendo Russia e Ucraina. Ma chi è che ascolta uno scrittore? E ora tutto il mondo è avvolto in questo buco nero di fronte...

20 Giugno 2022

Refugees, I need time and opportunities to make up for all that I have lost

scritto da

    Somayyeh Mahmoodi, master of Family Counseling and Couple Therapist, born on 04/12/1991 in the ancient and beautiful city of Bamyan, Afghanistan. I have known about war, discrimination and occupation of Afghanistan and the arrival of the Taliban since I was a child. Sometimes in a country, it is difficult to be a girl, but you have parents who value you and understand you well and are with you in all the hardships and problems. Years passed, we studied, worked and now the story continues .... After my master’s degree graduation in 2018, I worked for almost 4 years in Kabul as a consultant, university professor, as...

27 Aprile 2022

I colori delle emozioni nei disegni dei bambini italiani e ucraini

scritto da

Colori sbiaditi, narrativa interrotta, confini che scompaiono e città immerse negli abissi: le bambine e i bambini italiani e ucraini ci parlano di come percepiscono la violenza del conflitto in atto. Dalla pandemia alla guerra, l’eccesso delle immagini di tragedie rischia di generare, negli occhi di chi non ha tutti gli strumenti per comprendere ed elaborare la violenza, sentimenti di preoccupazione, ansia e paura. Il 24 febbraio ha segnato un cambiamento nella vita di tutti, soprattutto in quei bambini che hanno perso la loro casa, i giochi e i sogni ritrovandosi, all’improvviso, costretti ad allontanarsi dai loro padri e cercare...

20 Aprile 2022

"In Ucraina assistiamo alla replica dell'esperimento russo in Cecenia"

scritto da

    L'intervista al dissidente ceceno Abubakar Yangulbaev è stata realizzata assieme alla videomaker di origine bielorussa Tatsiana Khamliuk.   “Prima del 24 febbraio, la Cecenia era un campo di concentramento all'interno della Russia. Ora la Cecenia è un carcere all'interno del grande campo di concentramento della Russia. C'è un regime totalitario in cui le autorità sono completamente penetrate in tutte le sfere della vita dei cittadini, di cui controllano ogni passo. Non sto parlando di diritti umani e libertà, la Cecenia non ne è a conoscenza da quando la Russia ha iniziato la guerra nel 1994. Nel 2003...

31 Marzo 2022

Tikhanovskaya: la resistenza del popolo bielorusso a fianco dell'Ucraina

scritto da

  L'intervista alla leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya è stata realizzata in collaborazione con la videomaker di origine bielorussa Tatsiana Khamliuk. Ufficialmente ha dichiarato la scelta di non aggressione all'Ucraina e l'impegno a svolgere un ruolo diplomatico, ma di fatto la Bielorussia del presidente Alexander Lukashenko lavora “nell'ombra” a sostegno della Russia, fungendo da base militare per l'esercito del Cremlino. Del resto, dalle elezioni presidenziali del 2020, i cui risultati non sono stati riconosciuti legittimi dall'Unione Europea per brogli e falsificazioni, il regime del...

22 Marzo 2022

Zelensky l'emotivatore sta rischiando il "punto di pressione" nella comunicazione

scritto da

    Volodymyr Zelensky è dall’inizio della guerra Ucraina, suo malgrado, protagonista indiscusso di media, social media, della politica e dell’informazione di tutto il mondo. E quando si accosta “protagonista” a “Zelelnsky” non lo si fa a caso. Prima della sua carriera politica è stato un attore molto famoso, protagonista (appunto) della serie di satira politica Sluha Narodu, Servitore del Popolo, dove interpretava un insegnante che diventa presidente dell’Ucraina. Quando la realtà più che superare, si adatta alla fantasia. Anche grazie a questo suo “talento del passato”, la comunicazione del Presidente...

16 Marzo 2022

Il peso psicologico della guerra, anche da lontano

scritto da

  La guerra, ancor prima che essere conflitto, bombe, morti, è un’idea. Un concetto, una paura, una possibilità all’orizzonte. Quando questa possibilità si concretizza, la vita si stravolge e le persone si ritrovano alla base di quella che è la celebre piramide dei bisogni di Maslow. Vengono catapultate ai bisogni primari di sopravvivenza. Cosa succede, invece, a chi sta a guardare? A chi osserva la guerra da lontano? La psicologia, in particolare quella sociale, ci offre innumerevoli spunti per comprenderlo. Ne voglio richiamare tre: identità sociale, interdipendenza del destino e sovraccarico cognitivo. Identità...

15 Marzo 2022

Garante Infanzia, servono più controlli su minori non accompagnati in arrivo da Ucraina

scritto da

  Sono circa 35mila gli ucraini arrivati in Italia dall'inizio dell’invasione russa, tra cui 17.000 donne e 14.000 minori, ha annunciato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a Radio24. Ma il numero potrebbe essere più elevato perché non tutti i minori non accompagnati sono stati registrati. “A quanto mi risulta, ci sono famiglie che in buona fede hanno accolto i minori non seguendo i canali istituzionali”, spiega l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, Carla Garlatti. “Ciò è molto preoccupante. Dell’accoglienza dei minorenni ucraini abbiamo parlato anche a livello di ENOC, la Rete europea dei...

14 Marzo 2022

La sovraesposizione alle notizie sulla guerra e lo stato di allerta che non ci serve

scritto da

    “Cresce tra gli italiani il ‘panico da guerra’, anche perché questa emergenza si innesta su un’altra, la pandemia, non ancora terminata e che ci stava dando speranze di conclusione, e quindi colpisce la popolazione in una situazione di fragilità. Per contrastare questa paura può essere utile evitare la dipendenza da news, condividere le preoccupazioni con altri, non trascurare la quotidianità, formare i ragazzi anche a scuola”. Sono queste le parole di Roberto Ferri, presidente della società italiana di Psicologia dell’emergenza, che sintetizzano quello che stiamo vedendo accadere in questi giorni dal punto...