07 Aprile 2021

Burkina Faso, un progetto di riforestazione sociale per le donne

scritto da

      Oltre l'80% delle donne in Burkina Faso è il pilastro delle comunità rurali, ma hanno poco potere decisionale e scarso accesso al reddito. Se oggi non è più una novità piantare un albero dall’altra parte del mondo con una manciata di click, lo stesso gesto può supportare un progetto di riforestazione sociale. Avviato da oltre un anno da Etifor, spin-off dell’Università di Padova impegnato in attività di valorizzazione del patrimonio naturale su scala globale, attraverso l’adozione di alberi consente di piantare specie fondamentali per la sussistenza alimentare di migliaia di famiglie, contrastare la...

04 Febbraio 2021

Recovery Fund, Sabbadini: rischio boomerang se non si sana il gap di genere

scritto da

C'è "il rischio che il Recovery Fund diventi un boomerang" se non si scioglie il nodo del vincolo posto da Bruxelles del 57% degli stanziamenti ai settori green e Ict perché si tratta di "settori che hanno una percentuale di presenza femminile molto bassa e questo vuol dire che l’impatto di questo 57% può essere fortemente penalizzante per le donne, può addirittura acuire la disuguaglianza di genere".  È un allarme netto e chiaro quello lanciato da Linda Laura Sabbadini, ascoltata il 2 febbraio come presidente dell'Engagement group Women20 dalla commissione Esteri della Camera sull’utilizzo delle risorse del Recovery fund...

20 Maggio 2020

International STEM Awards: una maratona digitale tra webinar e premiazioni

scritto da

    Spazio, neuroscienze, intelligenza artificiale e green. Questi i temi degli speaker, che si alterneranno sul palco dell'International STEM Awards sabato 23 maggio. Una maratona di incontri, racconti, interviste e webinar dedicati a ragazzi e ragazze, famiglie e docenti delle scuole di ogni ordine e grado, curiosi e appassionati di STEM. “International STEM Awards vuole valorizzare e rendere visibili i giovani, le loro idee, i loro progetti e connetterli a livello internazionale. Nasce come community digitale e, oggi come non mai, l’importanza della scienza, della condivisione e dell’innovazione sono valori cardine...

21 Ottobre 2019

Biofficina Toscana, creare una bellezza che sia sostenibile anche per l’ambiente

scritto da

      Vicino a Massa Rosa, in provincia di Lucca, Elena coltiva l’eucalipto. Dai suoi campi, laggiù in fondo, si vede il mare. E dalla costa della Toscana del Nord parte del suo raccolto viaggia per gli Stati Uniti dove diventerà un bouquet di fiori. Irene, invece, coltiva olivello spinoso e melograno, più giù vicino a Bibbona in provincia di Livorno. L’olivello viene potato una volta all’anno invece che ogni 6 mesi, così, dice Irene, riposa di più. Nel campo accanto Rita ha una coltivazione biodinamica di peperoncino. Da loro non si vede il mare, ma quando spira il vento dalla costa ne arriva il profumo. Nascono...

17 Luglio 2018

Oceani e plastica: le startup italiane che salvano il pianeta

scritto da

    Entro il 2050 gli oceani potrebbero contenere più plastica che pesci: è del 2016 il rapporto della fondazione Ellen MacArthur, che ha lanciato l’allarme in modo chiaro, netto e persino doloroso. Che gli oceani fossero in pericolo non era un mistero, e le soluzioni si disperdevano tra le varie cause attribuite: l’overfishing, i cambiamenti climatici, le trivellazioni per estrarre petrolio e gas. Ma è l’inquinamento da plastica che sta andando assumendo connotazioni da emergenza planetaria. Gli oceani producono più del 50% di ossigeno per il pianeta, contribuiscono a regolarizzare l’atmosfera e il clima e i...

23 Settembre 2016

Così un'insegnante di musica è entrata nella top ten mondiale della tecnologia

scritto da

Si potrebbe raccontare Daniela Ducato attraverso i premi internazionali che ha vinto  (tra i tanti, miglior innovatrice d’Europa nell’edilizia verde). O con le opportunità di lavoro create in un’area con uno dei tassi di disoccupazione più alta d’Italia. O con la menzione del World Economic Forum che ha collocato la sua Edizero nella top ten delle eccellenze tecnologiche mondiali.  Si potrebbe chiamare Daniela Ducato imprenditrice. O innovatrice. Sarebbe tutto vero, eppure ci porterebbe fuori strada. Perché niente di questo lascia immaginare che lei è un’insegnante di musica. Che il dolore è stata la sorgente di...