29 Maggio 2020

Covid19, le 3 fatiche che ci portiamo sulle spalle

scritto da

      Io non urlo. Sono una madre che non urla con i propri figli, un’amministratrice delegata che non urla con i propri collaboratori. Conosco madri e amministratori delegati che urlano. Si urla per far uscire una pressione che si sente dentro, oppure si urla perché lo si ritiene efficace. L’urlo può essere una tecnica oppure un bisogno emotivo. Che cosa succede, però, all’urlo che non esce? Me lo chiedo perché questi mesi di vita nuova e diversa sono stati un accumulo di sassolini che sembrava sempre dovesse finire da un momento all’altro e che invece non è ancora finito. Di fronte alle difficoltà, chi ha...

28 Maggio 2020

Nello sport si scelgono i talenti, perché nelle aziende no?

scritto da

      Una cosa che si impara praticando sport è che le nazioni che hanno i maggiori successi in una determinata disciplina, sono quelle che hanno una base più ampia di praticanti fra i quali cercare i propri talenti. Questa base ampia genera grande interesse nelle persone, veicolando il lavoro di allenatori e talent scout che ben conoscono i ruoli sportivi e le caratteristiche necessarie per ricoprirli al meglio. Questo tipo di conoscenza permette una ricerca di talenti priva di stereotipi legati a etnie o caratteristiche culturali, bensì basata sulla selezione di capacità tecniche, tattiche e fisiche misurate sulle reali...

27 Maggio 2020

Concerti, come saranno nell'era del Covid19?

scritto da

      "Credo nel sole anche quando piove, la frase di Anna Frank è stata ed è il mio mantra in questo periodo, che ha messo in ginocchio il mio settore di attività", racconta Valeria Arzenton, cofondatrice e direttore generale di Zed Enterteinment, nota anche come ZED!. La società padovana organizza concerti e spettacoli dal vivo ed è anche proprietaria o ha in gestione teatri, palasport e stadi nelle città di Brescia, Padova, Treviso, Mantova e Forlì. E secondo le stime di Assomusica, per le misure prese per contrastare il Covid 19, a fine stagione estiva le perdite per il solo settore live ammonteranno a circa 350...

21 Maggio 2020

Il regalo della solitudine: fermarsi per ripartire

scritto da

      Viviamo costantemente con la paura della solitudine e in una società in cui si evita ad ogni costo di ritrovarsi soli ,ecco che una pandemia scoppia all’improvviso e lascia tutti chiusi dentro quattro mura in compagnia di se stessi e del proprio Io. In questi giorni ho osservato, attraverso i social network, il comportamento dell’essere umano di fronte ad una condizione di solitudine forzata e analizzando attentamente non posso che arrivare ad una sola conclusione:”L’incontro del proprio sé spaventa la maggior parte degli individui.” Nella prima settimana di reclusione in molti si sono affannati alla...

21 Maggio 2020

Postcovid, se le donne escono dal mondo del lavoro ci perdiamo tutti

scritto da

      Prof, ha letto che il coronavirus rimanderà a casa parecchie donne che prima lavoravano? Speriamo di no. Anche se questo timore non è privo di fondamento, quella dell’occupazione femminile è una lunga storia, e non è ancora detto che finisca così. Lo sviluppo economico italiano, dal dopoguerra ad oggi, è sempre stato sostenuto da una disponibilità ampia e apparentemente inesauribile di manodopera. Questa abbondante offerta di lavoro è derivata da un lato da un fattore demografico, ossia dalla progressiva immissione nella forza lavoro della generazione numericamente più consistente della popolazione,...

18 Maggio 2020

Moda, da dove si riparte dopo la pandemia?

scritto da

    Due nuovi termini: il new normal e il new local. Ripartirà da qui, probabilmente, il sistema moda e soprattutto il lusso. La pandemia globale ha cambiato il mondo con cui confrontarsi e, secondo molti esperti, cambierà le scelte dei consumatori. "A mio avviso non esiste un new normal perché ci sarà un continuo assestamento della realtà nel prossimo futuro con un cambiamento delle persone e non mancheranno diverse scosse. Sul fronte del new local, invece, emerge la mancanza di attenzione delle aziende per la Customer relationship management. Venendo a mancare il turismo e gli acquisti di chi viaggia, i brand dovranno...

18 Maggio 2020

Fase2: superare le trappole mentali che nascono dall'incertezza

scritto da

      L’avvio della fase 2 della pandemia ha portato la maggior parte di noi ad avventurarsi in previsioni e anticipazioni che possano soddisfare la nostra voglia di comprendere e forse dirigere il futuro. Cerchiamo ogni mezzo per abbattere l’incertezza e per tornare a quella sensazione passata di poter controllare tutto. Ma è la strada giusta? Esiste davvero una capacità che ci consenta di governare il domani nella modalità che più ci piace? O stiamo inciampando in una “trappola mentale”? Quando ho iniziato a giocare a pallanuoto avevo dei riti e delle consuetudini, che, se ripetute la sera prima della partita...

15 Maggio 2020

Ecco 3 motivi per cui lavoriamo di più e peggio di prima

scritto da

      Possiamo sorprenderci se il sentimento comune di chi oggi ha la fortuna di avere ancora un lavoro è quello di star lavorando, da casa, più di quanto lavorasse andando in ufficio? E non mi riferisco solo al fatto che almeno 10 milioni di persone hanno messo improvvisamente tre cappelli a tempo pieno: il proprio lavoro, la cura 24/7 dei propri cari e il ruolo temporaneo di docenti scolastici. La percezione di “lavorare di più” arriva anche solo riferendosi al lavoro d’ufficio, che si è velocemente riorganizzato intorno ad agende fittissime e strapiene di comunicazioni elettroniche, video conferenze,...

12 Maggio 2020

Occupazione femminile: serve un piano straordinario

scritto da

    Siamo entrati nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Quella della risalita, della ricostruzione. Sbagliare ora significherebbe ipotecare il futuro dell’Italia. E’ arrivato il momento per il Paese di giocare le sue carte migliori, di fare scelte puntuali, mettendo in campo coraggio, lungimiranza e competenza. Dal Dopoguerra ad oggi non avevamo mai avuto un’iniezione così ingente di risorse nel sistema economico ed è probabile che per molto tempo non ne avremo più, almeno di tale portata. Ora stiamo riscrivendo modelli, paradigmi e sistemi, e ricostruiremo assetti sociali, culturali e relazionali. Per questo,...

10 Maggio 2020

Mamme alle prese con un mondo che cambia e stravolge

scritto da

Due madri. La prima cerca la propria figlia scomparsa otto anni prima, nel bel mezzo di uno sconvolgente cambiamento climatico con gli oceani che si sono innalzati e gli Stati Uniti che sono diventati improvvisamente un arcipelago. La seconda si trova a dover difendere i propri figli adottivi in una società in cui improvvisamente, in seguito ad una campagna perpetrata attraverso soprattutto i social network e fake news, i suoi due ragazzi, entrambi africani, si trovano a fronteggiare giornate tremende, puntellate di insulti sull’autobus o ad ascoltare messaggi di odio alla tv che terrorizzano la più piccolina al punto di farla...