19 Agosto 2022

In vacanza da noi stessi per tornare più felici

scritto da

    Anche quest’anno per molti Italiani agosto vuol dire vacanza. Prima del covid si trattava di un rito automatico, quasi invisibile, mentre post covid lo scorrere del tempo si è fatto denso e percepibile, e anche l’estate arriva così: scandita da bollettini metereologici paurosi, con incertezze su tamponi e quarantene e con i mezzi di trasporto allo sbaraglio. La fatica con cui arriviamo a questa stagione è grande, ogni anno più pesante della precedente. Iniziamo a scambiarci foto dalle spiagge, dai viaggi, dagli aeroporti, grati che, una volta raggiunta, la vacanza assomigli a sé stessa, alle vacanze degli anni...

12 Giugno 2022

Cuori e libri selvaggi dal Salone internazionale del libro di Torino

scritto da

“Abbiamo bisogno di immaginare un mondo diverso prima di poterlo davvero cambiare?” "Cuori selvaggi" è stato il tema della XXXIV edizione del Salone internazionale del libro di Torino e, insieme, una nitida risposta: per cambiare il mondo, serve immaginarne di nuovi. “Nulla sembra sfuggirci più del tempo presente”, scrive Nicola Lagioia, direttore del Salone, e i cuori selvaggi sono quelli capaci di gettarsi oltre l’ostacolo e scorgere in uno spazio nuovo, reiventato e coraggioso, il futuro desiderabile che esiste e resiste. Immaginazione, visione e generosità: i libri, al Salone e nella vita, sono strumento. Per capire,...

23 Gennaio 2022

Relazioni tossiche: come riconoscerle, come uscirne

scritto da

Dublino, Hong Kong, Londra, Galway: si percorrono tante strade nelle parole, ma è nello spazio interiore che avvengono i fatti. “Atti di sottomissione” (NN Editore) di Megan Nolan e “Tempi eccitanti” (Edizioni Atlantide) di Naoise Dolan sono due romanzi che passeggiano nel mondo, ribaltando la definizione stessa del genere: autofiction, autobiografia o diaristica poco importa. Sarebbe operazione riduttiva davanti a quello che le parole pongono come obiettivo non dichiarato: entrare dentro le cose e dentro le case. Dove per “cose” s’intendono le relazioni – complesse, manchevoli, sbilanciate - e per “case” le...

16 Gennaio 2022

Angelica, Circe, Medea: riscrivere la femminilità e il potere

scritto da

Le storie sono tutte uguali. Era il 1928 quando il linguista russo Vladimir Propp pubblicò un saggio, divenuto un classico, in cui spiegava che nelle fiabe e nelle storie popolari c’è uno schema che si ripete. Identificò tutte le sequenze di questo schema, la loro funzione nello sviluppo della narrazione e le tipologie di personaggi che compaiono nelle storie. Ad esempio, il re e la principessa: il primo ha la funzione di legittimare l’eroe e le sue qualità positive, la seconda ha la funzione di premio, e può infatti essere sostituita da qualunque altra cosa costituisca un premio per l’eroe. Nel caso di un’eroina...

02 Gennaio 2022

Amori "indicibili", quando le relazioni sfuggono a ogni definizione

scritto da

“Nessuna parola dice di noi” è essere tutto o forse niente. Alcuni amori, certe relazioni, non si possono spiegare a parole, perché non rientrano in nessuna catalogazione. È il concetto sintetizzato nel titolo del romanzo di Gaia Manzini, una frase sussurrata da Ada nel tentativo di definire il suo rapporto con Alessio. Ada è una giovane donna di 26 anni, che ha vissuto una situazione traumatica: è rimasta incinta a 17 anni, un evento che ha interrotto la sua giovinezza, le ha impedito di vivere molte esperienze e le ha procurato un grave senso di colpa nei confronti del mondo circostante. Quando Ada trova un lavoro e...

17 Ottobre 2021

Leadership, sono le emozioni la chiave per motivare gli altri

scritto da

Le emozioni abitano dentro di noi, e ci rendono umani. Imparare a conoscerle può portarci a crescere come leader o a vedersi emotivi, perché vivi, aperti e vulnerabili all'esperienza del mondo. Si disvelano in due libri, uno scritto in un contesto aziendale e formativo, l’altro filosofico. Nel titolo “Human Leadership” di Nancy Cooklin, sono due i concetti importanti: essere leader ed essere umani. E per leader l’autrice intende una guida, una persona che ha il coraggio di iniziare per creare una realtà a cui gli altri vogliono appartenere, e così facendo riesce a influenzare positivamente. Ma per guidare gli altri,...

08 Agosto 2021

Donne bonsai e donne streghe: due romanzi per affrontare il male

scritto da

Muoversi in geografie emozionali, come quella dell’amore che arriva a fare male. Lo racconta la protagonista di “Quel luogo a me proibito”, romanzo di Elisa Ruotolo (Feltrinelli), storia di una donna che a 42 anni scopre il desiderio, quello che non le era mai stato possibile riconoscere, quello che pensava non esistesse. Apprende che i nodi, i legami sono quelli che le hanno procurato le ferite più grandi. Ma lei non ne aveva mai preso coscienza, perché aveva sempre vissuto in un guscio protettivo che le impediva di vivere. Cresciuta in un mondo di divieti, le è stato insegnato a mettersi da parte di fronte alla...

09 Maggio 2021

Maternità, l'identità possibile: tre romanzi sul mistero di mettere al mondo

scritto da

Cominciamo da una storia. Una vecchia storia, una storia di qualche anno fa. "Ora sei una mamma". È accaduto che fossi incinta. A un amico dico:  "Aspetto un figlio". E l'amico: "Ora sei una mamma". Certo che sono una mamma, ovvio, no? Sono incinta, sarò sì una mamma, penso. Immaginate di sentire stonare qualcosa che stonato forse non è. Poi è successo che fossi io nelle parti dell’amico e che allo stesso modo fossi io a pronunciare la frase "Ora sei una mamma". Dico a te amica che sono felice, e lo dico con "Ora sei una mamma". Ho così compreso: "ora sei mamma" è l'attimo della mutazione. Cogliamo il miscuglio che si...

14 Febbraio 2021

"Ripartire dal desiderio": tre libri sulla scoperta deflagrante dell'Altro

scritto da

Gianni è un professionista affermato di sessant’anni che ogni giorno, dopo pranzo, per un’ora e mezza impersona una ragazza di quindici anni”. È così che inizia il libro di Elisa Cuter, “Ripartire dal desiderio” (Minimum Fax), immergendosi nell’atmosfera morbida e ipnotica di "Non è la Rai", il format televisivo che negli anni Novanta ha ossessionato nel bene e nel male adolescenti e adulti. Erano appena finiti gli Ottanta, l’edonismo si stava lentamente trasformando in nichilismo, le istituzioni stavano per mostrare tutte le loro falle e il sistema si alimentava con lo stesso carburante di cui vive anche oggi: il...

03 Gennaio 2020

Un solo proposito, un solo desiderio: pronti per il 2020?

scritto da

      Inizia un nuovo anno, è tempo di buoni propositi. Generalmente se ne fa un numero che non superi le dita di una mano, ma già solo averne tre costituisce un alibi: puntiamo su uno e riteniamo gli altri due sacrificabili e, siccome fino alla fine dell’anno non decidiamo quale prevale… li manchiamo tutti e tre! Allora perché non provare quest’anno qualcosa di diverso? Propongo di darci un solo proposito – o “risoluzione”, parola che indica chiaramente che siamo nell’area di ciò che possiamo far succedere con la nostra forza di volontà – e, come extra bonus, concederci un desiderio. La...