14 Dicembre 2020

Violenza sulle donne, servono mediatrici culturali per salvare le migranti

scritto da

  L’integrazione delle donne migranti, rifugiate o richiedenti asilo, che hanno subito violenza o sono vittime di tratta, passa per una figura, quella della mediatrice culturale che va formata e incrementata. Più di un interprete, la mediatrice parla con donne spesso completamente a digiuno di lingua italiana, e riesce a inserirle in un contesto più ampio, che passando dalla comprensione del linguaggio  arriva alla conoscenza e alla dimestichezza di regole, usanze, costumi. Spiegando  le differenze, aiutandole le vittime a integrarsi, a seguire  i propri figli in un Paese dove spesso non capiscono quello che viene loro detto....

02 Dicembre 2020

Covid19, Hope Onlus in prima linea per aiutare malati e medici

scritto da

        Sembra lontana la scorsa primavera con il lockdown e il racconto della pandemia che sorprese il mondo intero. Oggi ci ritroviamo di nuovo alle prese con le difficoltà ma al tempo stesso con le chiavi che abbiamo a disposizione per affrontare le restrizioni di queste settimane e dei mesi che verranno (ne abbiamo parlato in diretta Facebook qui Ma l’azione dei volontari non si ferma, non si è mai fermata. Hope Onlus, organizzazione no profit, laica e indipendente, che aiuta bambini e comunità in difficoltà in Italia e in medio Oriente, fondata nel 2006 da Elena Fazzini con un passato alle Nazioni Unite e in Banca...

31 Luglio 2020

Sardegna, aiuto a fondo perduto per microimprese e artigiani dalla Caritas

scritto da

    Un aiuto economico a fondo perduto per chi, oggi, deve fare i conti con gli effetti della pandemia. Piccole cifre che però possono dare sostegno alle microimprese ma anche piccoli artigiani o lavoratori autonomi alle prese con debiti e difficoltà economiche generate dai mancati guadagni provocate dall’isolamento. A mettere in piedi questa attività di mutuo soccorso, in Sardegna, è la diocesi di Ales-Terralba che per affrontare l’emergenza ha messo a disposizione, attraverso la Caritas diocesana 250mila euro. Fondo costituito con il contributo dell’8x Mille ordinario e con altre quote diocesane. Il sostegno, come...

07 Luglio 2020

Compassion, come sta cambiando la solidarietà internazionale?

scritto da

    Prendete delle radioline a energia solare. Sintonizzatele sulla giusta frequenza. Non c’è il programma musicale preferito o quello con le dediche da rivolgere a chi fa battere il cuore. C’è la lezione dell’insegnante da seguire per non restare indietro e non perdere tempo. Niente immagini o powerpoint. La voce – il principale strumento per chi insegna – arriva così a tutti gli studenti che sono bloccati a casa nelle baraccopoli alle periferie delle metropoli nel Sud del mondo grazie ai volontari di Compassion. E’ questa la didattica a distanza per migliaia di bambini in alcune parti del nostro pianeta, ai tempi...

29 Aprile 2020

PostCovid, la partita non è finita e c'è bisogno del gioco di squadra

scritto da

  Un nuovo decreto. Nuove regole. Come stiamo vivendo da cittadini l’applicazione di nuove norme e restrizioni? Norme e regole che io, in quanto arbitro, sono solita far rispettare in campo, ma che in questo momento siamo tutti chiamati a seguire anche fuori dal terreno di gioco. Proprio in questo contesto, il tema del rispetto diviene centrale, ancor più di prima. Rispetto non solo delle norme che ci sono state poste, ma soprattutto rispetto nei confronti degli altri e di noi stessi. Qualsiasi appassionato di sport sa che senza rispettare le regole non si può disputare un incontro e così, ora, il rispetto delle norme è...

25 Marzo 2020

Covid-19, i consigli da non ascoltare per vivere al meglio l'isolamento

scritto da

  L'isolamento e la quarantena, il tempo da ripensare, la gestione di una famiglia o dello star soli, le paure... Il coronavirus ci mette di fronte a una situazione quotidiana totalmente nuova, che dobbiamo imparare a gestire anche emotivamente.Proviamo a capire, con chi questa situazione l'ha già vissuta, cosa funziona e cosa no. Emanuele Gatti è counselor, formatore ed esperto di mindfulness, vive in Cina a Shenzen, e lì ha vissuto la sua quarantena. Sei settimane di isolamento totale, poi dalla metropoli è potuto andare con la sua famiglia in una città più piccola ma il livello di precauzione è ancora altissimo. Da subito, si...

20 Febbraio 2020

L'anoressia è anche maschile, ma se ne parla poco

scritto da

La vita di Lorenzo Seminatore, un giovane di 20 anni, si è spenta pochi giorni fa a causa dell’anoressia nervosa, un disturbo presente in forme particolarmente insidiose proprio nella popolazione maschile ma che riceve scarsa attenzione, se non quando alla cronaca arrivano casi drammatici come questo. Una sottovalutazione pericolosa, perché l'anoressia rappresenta il disturbo mentale con più elevato rischio di mortalità: tra i pazienti con anoressia fra i 15 e i 24 anni, sarebbe infatti 10 volte superiore a quello dei coetanei. Le statistiche mostrano come in Italia siano oltre 3 milioni le persone affette da disturbi...

07 Dicembre 2019

Giordania, un rifugiato ogni 10 abitanti. Come possiamo aiutare?

scritto da

    Il viaggio è finito. E’ durata pochi giorni, ma il tempo non è l’unica unità di misura. Qui ci sono stata forse alcuni mesi se conto le emozioni provate, le facce incontrate, i sorrisi scambiati, i bambini che ho accarezzato. Non mi sento particolarmente riposata, è come se avessi viaggiato a lungo a piedi, rilassata nella mente, affaticata per il resto. Ma cosa riporto a casa? Ho visto paesaggi nuovi. Visitato due città molto diverse. Una, Zaatari, fatta di latta, estesa, bassa. Una città chiusa da cui entrare e uscire è complicato, divisa in distretti organizzati come aree urbane, con scuole e ospedali, tagliata da...

05 Settembre 2019

Vittoria, che guida un progetto Ue e li aiuta a casa loro

scritto da

      Studiare da interpreti e traduttori e poi andare a lavorare come cooperante internazionale nei Paesi del Sud del mondo, seguendo una passione che via via aveva preso il sopravvento. Vittoria Garofalo, foggiana, classe 1983, vive e lavora a Bangkok, in Thailandia, per coordinare un progetto UE con rifugiati birmani della Caritas spagnola. Questo appena iniziato sarà il suo terzo anno in Asia, insieme al marito e ai due bimbi, e sarà pieno di impegni e di progetti da seguire, portando avanti i sogni di adolescente che guardava ai grandi personaggi della Storia che hanno difeso i diritti dei più deboli e degli indifesi....

11 Febbraio 2019

Venezuela, non mancano le catene umane dentro e fuori dal Paese

scritto da

    Parlare di ciò che si prova sulla pelle quando, come madre, come figlia, come sorella, come amica, come poeta e come cittadina italo venezuelana, vedi che il Paese dove sei nata si sgretola precipitando verso il fallimento più assoluto, è doloroso. Non si può immaginare il senso di impotenza che i venezuelani hanno vissuto in questi ultimi anni. Un senso di impotenza che fa soffrire e scatena una solitudine interiore che quasi immobilizza anche nei comportamenti e nelle consuetudini di vita. Sradicando tradizioni popolari e intaccando amicizie e parentele. I pensionati di lavori più modesti stanno anche peggio. E devono...