Di sex toys, piacere e cose da sapere sulle Millennial

scritto da il 30 Aprile 2019

norma-rossetti_esterno

Sentono la mancanza di un’adeguata educazione sessuale, temono di non essere all’altezza delle aspettative del proprio partner, raggiungono difficilmente l’orgasmo ma si informano, sperimentano e sono aperte all’utilizzo di sex toys di coppia come strumenti di ricerca e di condivisione del piacere. E’ il ritratto delle Millennial secondo una analisi dei dati di MySecretCase, startup di e-commerce dedicato al piacere delle donne che commercializza sex-toys, con 200mila visitatori unici mensili.

Il progetto “Millennial Sex” è stato interamente dedicato alle donne tra i 18 e i 35 anni. Nata nel 2013 da un’idea di Norma Rossetti, fotografa, e oggi amministratore delegato dell’azienda, la startup ha raccolto oltre un milione di euro nel 2017 con R301 lead investor. Oggi impiega otto donne e quattro uomini, anche part time ed è alla ricerca di e-commerce manager, e-commerce analyst, marketing, front end developer. L’ultimo fatturato disponibile, quello del 2017, parla di 2 milioni di euro.

norma-rossetti_ufficio_bL’idea di lanciare questa attività mi è venuta durante un viaggio in Malesia – racconta Norma Rossetti -. Si parlava con amici economisti di quale potesse essere il mercato del futuro, ed è emerso quello dell’erotismo. Ho iniziato a studiare il tema, a vedere come veniva trattato anche su siti esteri e ho capito che mancava un punto di vista femminile, che puntasse sul gioco più che sul conflitto, che considerasse la donna come soggetto di piacere e il sesso come parte del benessere psico-fisico. Per questo MySecretCase, oltre che sull’e-commerce punta su contenuti editoriali e su iniziative social di consulenze gratuite da parte di specialisti qualificati, per dare risposte anche alle domande dei più giovani“.

Sempre secondo i dati raccolti dalla startup sul segmento Millennial sono state le donne le maggiori acquirenti di sex toys (52%) nel 2018, con una spesa media di 65 euro a testa per l’acquisto online di gadget dedicati al piacere. I più gettonati? Quelli dedicati alla coppia (40%), con una netta preferenza per i vibratori wireless che attraverso un’applicazione sul telefono permettono di interagire ed entrare in intimità con il partner anche a chilometri di distanza, e gli strap-on dildo, i falli indossabili dedicati alle coppie arcobaleno. Milano si riconferma la città più erotica (20%) seguita da Roma (15%) e Torino (5%) ma sono Bergamo e Napoli nel 2018, le città più in crescita in termini di vendite.

Ultimi commenti (2)
  • Filippo |

    Norma Rossetti sará pure l´amministratrice delegata ma raccontatela tutta.
    Norma Rossetti continua a diliure il suo stock, nel 2017 era al 23,66%. Se continua cosí si troverá senza azioni.
    Raccontate poi che nel 2017 ha perso 515,000 euro e che ha fatturato 2 milioni di euro ma a fronte di una raccolta di 3,4 milioni da investitori privati.
    Ha cercato di pagare la pubblicitá che fa sulle reti fininvest offrendo una stock option (diluendo ulteriormente??) che RTI ha prontamente rifutato.
    Vedremo se nel 2018 ha continuato a perdere oppure no,
    chiudere bilanci milionari con i soldi degli altri (gli investitori) facendo perdite su su perdite non é certo incoraggiante per chi ci ha investito.
    Non é tutto oro quello che luccica………

  • Jean |

    Il sesso è : il pepe (con i suoi tanti colori e gusti) e il sale (idem) della vita infinito con l’ abbinamento e le fantasie …questione di lasciarsi andare …è un oceano di piacere fantasia e rilassamento crescente di corpo e mente