03 Maggio 2018

La ricetta dell’Australia per #illavorochenoncè

scritto da

#illavorochenoncè spesso è quello delle donne. In Italia, per esempio, gli ultimi dati sull’occupazione danno quella maschile al 67% e quella femminile solo al 49,3%, una delle più basse di tutta l’Europa. Ieri l’Istat ha comunicato i dati sul lavoro di marzo: se la disoccupazione - all’11% - non è mai stata così bassa dal 2012, e se in un solo mese sono stati creati 62mila nuovi posti di lavoro, i numeri scomposti per sesso ci dicono che per gli uomini si sono aperti 81mila nuovi impieghi, mentre per le donne se ne sono chiusi 19mila. Insomma, è la media del pollo. Come aumentare l’occupazione femminile è la...

02 Maggio 2018

Lavoro: nuove competenze per una carriera sostenibile nel tempo

scritto da

Le competenze necessarie al mercato del lavoro (il Wef ne indica dieci necessarie nel 2020) stanno cambiando rapidamente e i singoli lavoratori dovranno impegnarsi in un apprendimento permanente per raggiungere carriere sostenibili nel tempo e gratificanti. Per le aziende, le strategie di riqualificazione e aggiornamento saranno fondamentali per trovare il talento di cui hanno bisogno e per contribuire ad un approccio socialmente responsabile al futuro del lavoro. Anche per i responsabili politici la riqualificazione della forza lavoro esistente è una leva essenziale per alimentare la futura crescita economica, migliorare la...

17 Aprile 2018

Generazione sospesa: il network di artigiani di Deborah, ex avvocato

scritto da

    Può la felicità essere una discriminante nella scelta di un lavoro? Ponevo questa domanda quando raccontavo la storia delle fioriste di Modena, ma non posso fare a meno di scontrarmi con lo stesso interrogativo ogni volta che un mio coetaneo mi racconta la sua storia, il suo percorso lavorativo, le sue scelte. Per quanto siano diversi gli ambiti in cui queste storie nascono, si dipanano tutte con la stessa modalità: l’entusiasmo degli anni di studio, il disincanto dell’ingresso nel mondo del lavoro, faticoso e posticipato all’inverosimile da un mercato che sembra non essere mai soddisfatto della proporzione tra età...

04 Aprile 2018

Il lavoro è cambiato, cambiamo lavoro. La piccola grande impresa dei Pasticcioni

scritto da

  Li chiamano Xennials. Li chiamano generazione perduta. Li hanno chiamati choosy e anche bamboccioni. Adesso gli danno un po’ più di dignità e li chiamano 30-40enni, forse perché il mezzo del cammin di nostra vita comincia a richiedere un po’ di rispetto, nonostante tutto. Una cosa è certa: si fa sempre più chiaro come si debba guardare con più attenzione, politica, economica e istituzionale, a questa grossa fetta di società che si è trovata a fare i conti con un mercato del lavoro quanto meno paradossale, quando non in malafede. Un mercato del lavoro che talvolta ha costretto a scelte estreme e inedite: da una parte...

27 Marzo 2018

Sara Cabitza, la donna che progetta le monoposto della Formula 1

scritto da

Il campionato di Formula 1 è appena iniziato. Il gran premio di Melbourne ha inaugurato la nuova stagione. La prima senza le «ombrelline» e le grid girls, le bellissime ragazze che in pista reggevano il cartello con la posizione in griglia del pilota e lo riparavano dalla pioggia o dal sole con un ombrello. Liberty Media, società che ha acquisito il Circus iridato delle corse, ha dichiarato a fine gennaio che le modelle presenti prima dell’inizio della gara nelle aree adiacenti alla linea di partenza erano parte di «una tradizione chiaramente in contrasto con i valori della odierna società moderna» si legge nel comunicato...

21 Marzo 2018

Farina (Poste Italiane): Per avere successo non rinunciare alla maternità, è una carta in più

scritto da

    Consigli alle donne che vogliono avere successo? “Gli stessi che darei a un uomo: puntare sulle proprie capacità, il proprio impegno, la propria passione”.   A parlare, in un’intervista a Alley Oop –ll Sole 24 Ore è Maria Bianca Farina, una donna che ha scalato i vertici aziendali e che oggi siede alla presidenza delle Poste Italiane, il gruppo che possiede la più grande infrastruttura in Italia, potendo contare su quasi 13mila uffici postali presenti sul territorio. Farina, classe ‘41, romana, è anche una mamma e, da poco, è diventata nonna. Secondo lei, una donna che vuole avere successo nel lavoro e nella...

19 Marzo 2018

Diritti civili: battaglia popolare o questione d’élite?

scritto da

    Una delle analisi più ripetute dopo l’esito delle elezioni politiche del 4 marzo, sostiene che in Italia la sinistra si sia trasformata da partito popolare, a partito di élite, votata dai ceti più abbienti del centro storico, e quasi ignorata nelle periferie. Tra le argomentazioni usate per sostenere questo mutamento, quella che più colpisce riguarda principalmente il Partito Democratico, che ha governato l’ultima legislatura. Secondo alcuni avrebbe smesso di occuparsi dei problemi dei cittadini più in difficoltà, (specialmente al sud), per fare invece battaglie più “fighette” e da salotto bene, come i...

09 Marzo 2018

Vogliamo essere tutti uguali. Sì, ma uguali a chi?

scritto da

    L’Università di Georgetown ha appena rilasciato un rapporto che si intitola: “Le donne non possono vincere”. Ma vincere cosa? La gara contro gli uomini, contro sé stesse oppure contro il sistema? Il rapporto parla del persistere del divario salariale, che negli Stati Uniti resta del 9% anche in condizioni di perfetta parità educativa e di profilo professionale. E aggiunge che le donne: 1. tendono a scegliere lavori remunerati meno; 2. hanno un maggiore carico familiare da gestire; 3. devono dimostrare di avere maggiori qualifiche per ottenere lo stesso livello reddituale degli uomini. Insomma, gli anni passano e...

07 Marzo 2018

Piemonte, 400 euro alle mamme se il papà resta a casa

scritto da

    Si chiama RIENTRO, l'acronimo sghembo di un bel concetto "rimanere entrambi responsabili e occupati", è un intervento sperimentale della giunta della Regione Piemonte  per agevolare il rientro al lavoro delle donne e diffondere presso gli uomini una cultura di genitorialità condivisa e di cura. Voluto dall'assessora Monica Cerutti e finanziato con risorse regionali ed europee, il provvedimento ha un meccanismo curioso. I contributi previsti sono di 400 euro per ogni mese di congedo parentale volontario fruito dai papà, ma la titolarità dell'incentivo è delle mamme. Forse macchinoso, ma con l'obiettivo di scardinare...

05 Marzo 2018

Il mercato del lavoro italiano a rischio collasso, se ne occupi il nuovo governo

scritto da

    L’Italia dal punto di vista del lavoro è "a rischio collasso". Con la popolazione che invecchia, la ridotta occupazione femminile (47,1%), la formazione che manca, la difficile occupabilità over 50, il timore “è quello di avere un Paese con un livello di competitività sempre più basso” . Lo sostiene Manlio Ciralli, Chief Brand & Innovation del gruppo Adecco per la region Italy ed Eemena, al termine di una campagna di educazione civica sponsorizzata dall’azienda in occasione delle elezioni e in vista della formazione di un nuovo governo. Così se la campagna elettorale è stata deficitaria delle problematiche...