14 Maggio 2022

La doppia violenza in scena al Festival Vicino/Lontano

scritto da

  Viola, Patrizia e Samira: tre donne, vittime di volenza, che non sono state ascoltate e che hanno subito nuova violenza da parte del contesto sociale e istituzionale. Nei convegni e sui libri si parla tanto del fenomeno della vittimizzazione secondaria che si verifica quando una donna diventa nuovamente vittima per mano dei media, dei magistrati, degli avvocati, dei consulenti tecnici e degli assistenti sociali poco formati e non adeguatamente preparati. Ma vedere drammatizzata la storia di queste donne, come fa lo spettacolo “Secondo atto” ha un impatto molto più immediato e scioccante: riesce a tenere col fiato sospeso la...

13 Maggio 2022

Tornano le note di Piano City Milano, dalla città alla periferia

scritto da

    Un percorso intimo, nato per far conoscere da vicino e raccontare luoghi storici, quartieri vecchi e nuovi, ma soprattutto la cultura di una città eternamente in movimento e sempre alla ricerca della versione migliore di sé. E' Piano City Milano, presentata al Teatro alla Scala - alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dell'assessore alla Cultura Tommaso Sacchi e della direttrice Artistica Ricciarda Belgiojoso. Si tratta dell'undicesima edizione della manifestazione, una tre giorni di eventi dedicata alla musica e al pianoforte sotto il cielo meneghino, dal 20 al 22 maggio. Un teatro a cielo aperto con musica...

07 Aprile 2022

Com'eri vestita? Dalla mostra al teatro, per dare voce a chi ha subìto violenza

scritto da

      "Com'eri vestita?". Eri vestita in un modo che ha provocato l'aggressore, magari. "Perché non hai denunciato prima?", "perché non hai urlato?", "perché non lo hai cacciato di casa?". Tutte domande che spostano la responsabilità dall'aggressore all'aggredita, sottintendono la colpa di chi subisce la violenza, la colpa di averla in qualche modo provocata o di non essersi difesa adeguatamente. In una inversione di responsabilità che vediamo accadere solo nei casi che riguardano la violenza di genere. E "Com'eri vestita?" è diventata una frase simbolo della lotta a questa mentalità che non fa altro che legittimare...

20 Febbraio 2022

Se la scrittura s'impasta con il teatro e la pittura: contaminazioni da leggere

scritto da

  "Avere una musa di fuoco" è l’opera prima di Piero Somaglino, editore e fondatore di Seb 27, casa editrice indipendente appena entrata nel trentesimo anno di vita. Esce sul finire del 2021 per la collana Tamburi di Carta, con la postfazione di Alfonso Cipolla ed è un libro sorprendente, che impasta la scrittura con il teatro ricreando una dimensione in cui l’arte è a tutto tondo. Poco meno di 250 pagine ripercorrono le avventure di Jean Got, che ne è il protagonista. Eppure, sin dalle prime apparizioni, al lettore come alla lettrice è chiaro che la prospettiva più accattivante, quella più autenticamente...

11 Maggio 2021

Il teatro in realtà virtuale: Ateliersi porta in scena Lea Melandri

scritto da

      “Sai qual è il mio problema? Non sentirmi la mia età. Ho 13 anni, ma mi sembra di averne 30.” Erano gli anni ‘80: decennio di leggerezza e vanità, consumismo e musica, dietro cui si nascondeva il nichilismo dell’eroina e del punk, gli anni di una società ancora analogica in cui la solitudine non aveva palliativi digitali, mentre nelle periferie tardava ad arrivare quel “wind of change” che avrebbe trascinato la storia verso la fine del millennio. Com’era essere adolescente in quegli anni? “Inquietudini” era il nome di una singolare rubrica di corrispondenza in un settimanale per adolescenti,...

26 Marzo 2021

STEAM, quando alla scienza si unisce l'arte

scritto da

  Come definireste la meraviglia? Quella sensazione prende allo stomaco, che dà il senso di eternità e di assoluto? Le immagini aiutano e un'immagine è quella di un gruppo di donne anziane che per la prima volta vedono il mare. "Immaginate alcune donne, ormai ottantenni, provenienti da un paesino sperduto, tal Daone in Trentino-Alto Adige. Un giorno qualsiasi, uno di tanti, le donne decidono di intraprendere un viaggio verso il mare (...) Sentono la necessità di provare qualcosa che non aveva mai potuto far parte delle loro vite fino a quel momento: immergersi nelle acque del mare". Così, con questa immagine, inizia il...

15 Febbraio 2021

Un anno senza teatro, quando torneremo in scena?

scritto da

        Il 23 febbraio 2020, esattamente un anno fa, i teatri sono stati chiusi. Da un momento all’altro tutti i nostri contratti sono stati annullati, gli spettacoli bloccati, le tournée cancellate. Sono avvenute cose ben peggiori ovviamente, ma qui si vuole solo aggiungere una voce al quadro sul quale è disegnata la nostra esperienza collettiva. Quello che accade agli altri in qualche maniera ci riguarda sempre, anche quando sembra che non ci riguardi affatto. La pandemia è stata una gigantesca cartina tornasole sul mondo, in grado di rivelare quello che di solito resta nascosto. Quindi in quel febbraio 2020...

05 Febbraio 2021

Teatro delivery, l'arte non si ferma e si fa strada sul territorio

scritto da

    Da lavoratore dello spettacolo mi sto impegnando per condividere quindici minuti al giorno di poesie, piccoli pezzi teatrali, dal balcone della mia finestra per i miei condomini che si affacciano sullo stesso cortile, alla stessa ora ormai da giorni. È un momento di raccoglimento collettivo”. Così scriveva Massimiliano Speziani, attore residente a Milano, lo scorso aprile, in pieno lockdown. Nel grave impedimento vissuto dai lavoratori dello spettacolo a causa della pandemia, reso ancora più grave dalla mancanza di tutele e protezioni economiche tipiche della categoria, l’unico modo per non perdersi è stato...

30 Settembre 2020

"Scusa, come faccio a diventare dislessico?"

scritto da

"Avevo otto anni quando sono stato diagnosticato come dislessico, disgrafico e gravemente discalculico. Ricordo che fu un momento importante della mia vita, perché, siccome non sapevo fare le cose come le facevano tutti i miei compagni, prima di quel giorno io ero convinto di essere stupido". Sono i famigerati DSA, i disturbi specifici dell'apprendimento, quelli di cui parla Francesco Riva nel suo monologo teatrale e nel suo secondo libro, appena uscito. Un libro ironico, allegro, che trasmette la forza nata da un'esperienza difficile, una fragilità che diventa risorsa. "Ho portato il mio monologo in tante scuole, fatto oltre...

19 Settembre 2020

Podcast, una maratona al Festival Tramedautore

scritto da

    Perchè un Festival dedicato alla drammaturgia teatrale internazionale inserisce nel programma una maratona di podcast? C’entra qualcosa il teatro con il podcast? Per gli addetti ai lavori la risposta è chiaramente sì, ma anche per i fruitori, per il pubblico, la connessione è evidente anche se forse meno consapevole. Non esiste un solo tipo di podcast, ma le istanze che li accomunano sono più o meno le stesse: intrattenimento e informazione, che si intrecciano con modalità narrative più o meno dichiarate. Il podcast si sta evolvendo sempre di più verso un utilizzo della narrazione e del racconto come veicolo di...