18 Giugno 2020

Il boom delle riviste indipendenti

scritto da

Nell'ultimo decennio abbiamo assistito al boom delle riviste indipendenti, anche dette "indie mags", nonostante il momento critico che sta affrontando il mondo della carta stampata più tradizionale. Ma cosa intendiamo per rivista indipendente? Lo abbiamo chiesto a Francesca Spiller, founder dello spazio Reading Room a Milano, attivo dal 2018: "Una rivista può essere indipendente perché non ha la pubblicità, oppure perché non appartiene a grandi gruppi editoriali. Considero indipendenti quei progetti che portano avanti una ricerca e una sperimentazione, soprattutto visiva”. Questi magazine trattano i temi più disparati,...

03 Maggio 2020

"Cecità", Saramago e il tempo eterno della peste

scritto da

«Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, ciechi che vedono, ciechi che, pur vedendo, non vedono». Questo, di Cecità è forse il passaggio più significativo, l’epitaffio che rimane scolpito nella memoria del lettore. Il romanzo esce per la prima volta in Portogallo nel 1995, con il titolo di Ensaio sobre a Cegueira – Saggio sulla cecità. In Italia è Einaudi a darlo alle stampe. Si tratta dell’opera forse più nota di José Saramago. Il Premio Nobel è autore tra l’altro del Vangelo secondo Gesù Cristo, ulteriore mirabile esempio della più grande letteratura contemporanea. E se - come accade al...

13 Febbraio 2020

Libri, la scrittura è sessuata

scritto da

    Ormai mi considerano una scrittrice che scrive di altre scrittrici. In effetti ho dedicato a loro vari libri: dal pelleginaggio per case-museo di grandi autrici del ‘900 (La scrittrice abita qui) al ritratto di Duras (Marguerite) a quello di Natalia Ginzburg (La corsara) al recente Lessico femminile che è una rilettura personalissima di scrittrici che hanno significato tanto per me e vorrei significassero tanto per tutti (in particolare per i lettori maschi che si permettono di trascurarle). Detto questo, se ripercorro la mia attività di lettrice onnivora, a fare la parte del leone sono sicuramente romanzi, saggi,...

20 Gennaio 2020

Piccole Donne, la GenZ si specchia in un romanzo dell'800

scritto da

      Chi non ha mai avuto un amico del cuore con cui pattinare sul laghetto ghiacciato da ragazza, combinarne di tutti i colori, ridere a crepapelle, condividere quello sguardo diverso sul mondo, pensare che non vi sareste lasciati mai, amarlo più intensamente dell’amore, per poi lasciarlo andare a qualcun’altra con cui si sarebbe sposato felicemente, e magari pure per tutta la vita, come accade in Piccole Donne? Io ricordo dov’ero quando, naso incastrato fra le pagine e lettura a perdifiato, ho divorato Piccole Donne un volume dopo l’altro. Ero in montagna in Valsesia, avevo 8 anni, era il 1985: ero una...

28 Ottobre 2018

"Preghiera del mare", una lettura per allenare l'empatia

scritto da

Nel settembre 2015, il corpo di un bimbo siriano di tre anni riversato su una spiaggia ha catturato l'attenzione del mondo. Era Alan Kurdi, annegato mentre cercava di fuggire dal suo Paese con la famiglia. Progettavano di cercare rifugio in Canada ma il loro viaggio si è fermato tragicamente sulle coste del Mediterraneo. L'immagine di Alan Kurdi è diventata simbolo della crisi umanitaria e della guerra civile siriana che continuano ancora oggi e ha ispirato l'ultimo libro di Khaled Hosseini: "Preghiera del mare". L'autore afgano ha dichiarato di avere scritto di getto le cinquantasei pagine di cui è composto il libro...

21 Ottobre 2018

"Il progetto Lazarus": la violenza del Novecento tra Europa e Stati Uniti

scritto da

    Può un’opera letteraria abbracciare più di un secolo di storia tra Vecchio e Nuovo Continente, raccontando la Chicago di inizio Novecento e i contemporanei pogrom nell’Europa orientale, la guerra nella ex Jugoslavia, gli Stati Uniti dell’era Bush e l’Europa dell’Est postsocialista? Ci prova il romanzo Il progetto Lazarus dello scrittore bosniaco naturalizzato statunitense Aleksandar Hemon (Spie di Dio, Nowhere Man, Amore e ostacoli). Pubblicato nel 2008 negli Stati Uniti e nel 2010 in Italia da Einaudi, Il progetto Lazarus si fonda su un’analogia storica tra l’America degli inizi del Novecento e gli Stati...

04 Aprile 2018

Servono più cattive "di qualità" nella letteratura per ragazzi!

scritto da

    Se chiedete a mio figlio chi è la più bella della saga di Harry Potter, vi risponderà senza esitazione: Bellatrix Lestrange. E devo ammettere che anche su di me il personaggio esercita un certo fascino. Avercene, di cattive così, nella letteratura per ragazzi. Già, appunto: ma quante ce ne abbiamo, di cattive? In un recente studio la Nielsen calcola che nella letteratura per ragazzi ci sono otto volte più cattivi maschi che femmine. Ma come, la parità di genere passa dalle torture e dagli assassini, direte voi? Anche. Quello però che mi colpisce di più, di questo studio ripreso anche dal World Economic Forum,...