15 Novembre 2019

Basket, sconfitta per le Azzurre nel cammino verso Euro 2021

scritto da

    L’Italdonne del basket inizia con una sconfitta il suo cammino verso Euro 2021. Le Azzurre escono dal PalaPirastu di Cagliari, dove si è disputata la partita contro la Repubblica Ceca, finita con un punteggio di 52-62 con un’Italia che si è accesa a tratti, ma non ha trovato continuità. Tanta grinta in campo e tecnica non sono bastate per portare a casa un risultato positivo. Qualche minuto prima della palla a due, la Nazionale è scesa in campo con uno striscione in cui campeggiava “Forza Venezia” un pensiero affettuoso alla città di Venezia e ai suoi cittadini per le gravi conseguenze per l’emergenza...

14 Novembre 2019

Da Cagliari parte la rinascita della nazionale femminile di basket

scritto da

      Riparte da Cagliari l’avventura delle Azzurre del basket. Dopo nove anni di assenza le cestiste riapprodano in Sardegna guidate, di nuovo, dal coach Andrea Capobianco. Per lui un ritorno sulla panchina della Nazionale carico di emozione. Sarà questa una delle parole chiave della partita che l’Italia disputerà giovedì al PalaPirastu del capoluogo sardo (ore 20.30, diretta su SkySport HD) contro la Repubblica Ceca, squadra forte, ma alla portata delle giocatrici italiane pronte a cimentarsi nel primo impegno degli Euro Basket Women 2021 Qualifiers, il ciclo di partite di qualificazione all’Europeo che nel 2021 si...

03 Novembre 2019

Giorgia Sottana: "Sono nata con il pallone in mano, ma ho imparato che non sono invincibile"

scritto da

    «Sono nata con il pallone in mano. Almeno così mi hanno sempre raccontato i miei genitori. Nessuno mi ha obbligato, ma è quello che ho sempre fatto. Ho iniziato appena ho cominciato a camminare: giravo per casa con il pallone». Giorgia Sottana, capitana della Nazionale femminile di basket e guardia nel Flammes Carolo a Charleville-Mézières, ha una predisposizione naturale per il basket e si vede da come tiene il pallone in mano anche fuori dal campo. Ma sa perfettamente di «non essere quel pallone», di essere molto di più. La sua non è solo la storia di una carriera sportiva, ma anche quella di una crescita...

31 Ottobre 2019

Paola Egonu: "Voglio crescere per andare a Tokyo e giocarcela"

scritto da

      Ben 324 punti, 275 schiacciate, 26 muri e 23 ace. Basterebbero le statistiche dei Mondiali 2018 in Giappone per disegnare la grandezza di un’atleta di appena 20 anni, Paola Egonu, già diventata il simbolo della Nazionale italiana, tanto che i brand fanno la fila per averla come testimonial. D’altra parte riuscire a saltare un massimo di 3,44 metri in elevazione in partita e schiacciare siluri da far paura alle avversarie non è caratteristica comune e al mondo già ci invidiano la campionessa che ha trascinato l’Italia ai Mondiali 2018 fino all’argento. E ancora una volta i numeri lo confermano: nella...

27 Novembre 2017

Brexodus, storia malinconica di una partenza

scritto da

    Il commento che ricevo immancabilmente quando spiego di essermi trasferita qui a Bruxelles dopo 13 anni di vita in Inghilterra é: “Ah, immagino a causa della Brexit”. Benché non sia stato cosi – una nuova offerta lavorativa mi ha spinto a fare questo passo – è difficile convincere chi vive nel cuore dell’Europa che i motivi della mia partenza non siano né senso di tradimento provato il giorno del referendum sulla Brexit né l’insicurezza riguardo al nostro destino come cittadini europei in UK. Da due settimane sono diventata una dei tanti europei che hanno deciso o stanno considerando di lasciare il...

25 Marzo 2017

60 anni di Ue: semplici atti di cittadinanza

scritto da

Oggi, 60 anni fa, cominciava una marcia. Un semplice atto di cittadinanza per rendersi autori di una storia di progresso, dopo essere stati vittime di una guerra senza precedenti. Da allora, abbiamo fatto passi da gigante. 60 anni fa libertà, uguaglianza e democrazia erano un lusso per pochi – solo dodici nazioni potevano chiamarsi democratiche. Oggi, quella europea è la più grande Unione di democrazie nel mondo. 60 anni fa, troppe donne europee avevano a malapena guadagnato il diritto di voto. Oggi, le laureate europee sono più numerose dei laureati e le donne europee sono le più libere nel mondo. Oggi, siamo doppiamente più...

31 Dicembre 2016

L'ultimo secondo del 2016

scritto da

Meno tre, meno due, meno… No, no, no. Aspettate un attimo. Voglio quest’ultimo secondo tutto per me. Per me chi? Ma il 2016, l’anno che tutti i musicofili abbastanza grandi negli anni ’80 hanno stramaledetto (David Bowie, Prince e George Michael… Oh, sono morti anche Umberto Eco, Dario Fo, Umberto Veronesi, ve lo ricordate?), quello più caldo di sempre (fino all’anno prossimo), ecc, ecc. E io? Volete sapere come mi sento? Non tanto bene. Diciamo che il primo gennaio mica me l’aspettavo che sarebbe andata così, anche perché la prima cosa che mi ricordo è Fabiola Gianotti presidente del CERN… Febbraio però è...