03 Maggio 2021

Revenge porn nel caso Grillo, diffondere video intimi è reato

scritto da

    Viene chiamato revenge porn, è un reato ed è stato istituito con la legge 69 del 19 luglio 2019, il Codice Rosso. Chiunque diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito senza il consenso delle persone rappresentate è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da euro 5.000 a euro 15.000. Spunta anche questo nel caso Grillo, oltre a quattro indagati con l’accusa di stupro e il padre di uno di questi - Beppe Grillo, personaggio pubblico e leader di un movimento politico - che si scaglia contro la ragazza che ha denunciato. Ci sono amici e amiche dei presunti stupratori che dicono di aver...

22 Marzo 2021

La procura della Cassazione: "L'alienazione genitoriale è incostituzionale"

scritto da

    Sette pagine fitte e senza tentennamenti: sono quelle in cui la procura generale presso la Corte di cassazione smonta pezzo per pezzo il castello di carta dell’alienazione parentale tanto in voga nell'universo parallelo delle aule giudiziarie in cui, non di rado, alle donne vittime di violenza viene sottratta la custodia dei bambini. Una requisitoria senza appello depositata nell'udienza del 15 marzo scorso sul caso di un bambino allontanato dalla madre e collocato in casa famiglia, dopo le denunce di violenza domestica sporte dalla donna. Un capovolgimento di responsabilità, con esiti kafkiani, possibili grazie alla...

16 Febbraio 2021

Violenza e pedopornografia, formazione e scuole aperte per superare la crisi del Covid

scritto da

                      L’emergenza sanitaria generata dall’epidemia di coronavirus ha avuto forti ripercussioni sul fenomeno della violenza nei confronti dei “soggetti deboli”, poiché le nuove condizioni di vita, indotte dalla normativa di contenimento della pandemia, hanno costretto le vittime di prevaricazioni nell’ambito familiare e para-familiare ad una convivenza forzata con il loro carnefice. Riflettendo sulla tipologia dei reati commessi durante il lockdown (periodo compreso tra il 21 febbraio e il 17 aprile) si è assistito ad un calo delle denunce per maltrattamenti (da 364 a 178) e...

01 Dicembre 2020

Agire sui maltrattanti per combattere la violenza contro le donne

scritto da

  Occorre esplorare un percorso nuovo in Italia per rafforzare la lotta alla violenza sulle donne; un percorso che rientra nel solco della Convenzione di Istanbul; si tratta non di spostare l’attenzione dalle donne ma di rivolgerla anche agli uomini maltrattanti. E’ l’obiettivo emerso nel convegno in Senato sui due Ddl presentati da Donatella Conzatti (Iv) e Alessandra Maiorino (M5S), componenti della commissione Femminicidio, che puntano a introdurre nella ‘rete’ dei centri antiviolenza anche quelli di recupero degli uomini autori di violenza (lo avevamo anticipato qui). Perché, ha ricordato la ministra per le Pari...

19 Novembre 2020

Un uomo commette reato contro una maestra d'asilo e lei perde il lavoro

scritto da

Anzitutto, prima di scendere nei dettagli della vicenda, va detta a chiare lettere una cosa: nei fatti che stiamo per raccontare è stato commesso un reato. La legge conosciuta come Codice rosso ha introdotto l’articolo 612-ter del Codice penale, sul delitto di «diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti» (ne abbiamo parlato qui e qui). La norma punisce «chiunque, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate». Per far scattare il reato basta che il...

16 Giugno 2020

Un genitore violento ha il diritto di essere genitore?

scritto da

di Valeria Valente, senatrice del Pd, presidente della Commissione di inchiesta sul Femminicidio e la violenza di genere Il 19 maggio 2020 la prima Sezione Civile della Corte di Cassazione ha emanato un’ordinanza (la numero 9143) con la quale ha confermato la decisione della Corte di Appello di Lecce che aveva disposto l’allontanamento di un bambino dalla madre e la sua collocazione in una comunità con il padre, sul quale pendono ben tre procedimenti penali per violenza domestica contro la donna, sua ex convivente. E’ un’ordinanza che sta facendo molto discutere e che desta profonde perplessità, in un caso complesso ma...

22 Novembre 2019

Carfagna: "Violenza sulle donne, fare di più su fondi e applicazione leggi"

scritto da

Fondi ancora da ripartire, forze dell’ordine e magistrati sommersi di lavoro che non riescono a selezionare i casi più urgenti e buone leggi che però “non sempre vengono applicate con rigore”. Sono le criticità nella lotta alla violenza maschile sulle donne sollevate, in un'intervista ad Alley Oop-Il Sole 24 Ore da Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei deputati ed ex ministra per le Pari opportunità. "La strada da fare - sintetizza - è ancora molto lunga". Nei giorni scorsi la vicepresidente, proseguendo la campagna di sensibilizzazione ‘Non è normale che sia normale’, lanciata sui social nel 2018, ha...

21 Novembre 2019

Il Codice Rosso alla prova dei tribunali, tra rischi e tutele

scritto da

Sono passati più di tre mesi dall'entrata in vigore del Codice Rosso, la legge contro la violenza di genere che dal 9 agosto ha innescato un boom di denunce in tutta Italia, con procure in tilt e centri antiviolenza sovraccarichi. Al momento, il numero di segnalazioni resta alto, le procure si sono attrezzate con direttive e linee guida, le forze dell’ordine e i magistrati cercano di reagire in maniera tempestiva nei casi di maltrattamenti in famiglia e violenza, con provvedimenti in tempi brevi. Ma il problema resta “il dopo” e riguarda la tutela delle donne, anche nei tribunali. “Senza una formazione seria di magistrati e...

09 Ottobre 2019

Due mesi di Codice Rosso, tra procure in tilt e boom di denunce

scritto da

Picchi di 50 denunce al giorno a Milano e 30 a Roma, centri antiviolenza sovraccarichi, mancanza di personale specializzato. Sono le prime conseguenze dell'applicazione del Codice rosso contro la violenza domestica e di genere, entrato in vigore il 9 agosto. La legge, oltre ad aumentare le pene e introdurre nuove fattispecie di reato, impone una trattazione prioritaria dei casi di maltrattamenti in famiglia e violenza. La polizia ha l'obbligo di segnalare tutti i casi al pubblico ministero, che deve sentire le vittime entro 3 giorni dall'iscrizione della notizia di reato. "L'intento del legislatore è rilevante ma se tutto è urgente,...

18 Luglio 2019

Violenza sulle donne: il Codice Rosso diventa legge

scritto da

      Una corsia preferenziale per denunce e indagini, pene più severe in caso di violenza domestica, sessuale e stalking. Introdotti i reati di pornovendetta - il revenge porn - e sfregio. Stop ai matrimoni forzati. Il Codice rosso per la tutela di donne e minori è legge: il senato ha dato il via libera definitivo, con 197 sì e 47 astenuti, tra cui Pd e LEU. “Un primo importante passo nella direzione della rivoluzione culturale di cui il nostro Paese ha fortemente bisogno”, ha commentato il premier Giuseppe Conte. "Un miracolo", lo ha definito la ministra Giulia Bongiorno. Preoccupate le associazioni,...