Maria Concetta Tringali

Sono un’avvocata siciliana. Vivo in provincia di Catania, praticamente ai piedi dell’Etna, tra l'azzurro del mare e il rosso della lava della mia montagna.
Mi occupo per lavoro di diritti civili e di famiglia, ma le battaglie delle donne sono per me un terreno di sfida e di sperimentazione continua.
Parte del mio tempo la dedico al Centro Antiviolenza Galatea di cui faccio parte dal 2014. L'associazione di volontariato raccoglie operatrici formate ed è luogo di aiuto e di sostegno alle vittime di violenza domestica.
Il contatto con il territorio, ma anche la curiosità di guardare e raccontare a mio modo il mondo tutto intorno è tratto che mi contraddistingue da sempre.
La scrittura come terapia per affrontare la vita è una scoperta che ho fatto presto.
E di me amo dire che sono una che parla, assai. E che quando non parla, scrive.
Non amo troppo le mode e, da sempre, preferisco le minoranze.
La mia formazione risente di un’esperienza di giornalismo etico che risale ai tempi dell’università e che mi è rimasta addosso, un po' come un marchio: il periodo trascorso presso la redazione de I Siciliani, testata che nella mia isola rimane legata alla figura del suo direttore e fondatore - Pippo Fava - e alla lotta alla mafia.
Trovate miei contributi, per lo più su politica e diritti civili, violenza di genere e parità, laicità e contaminazioni su MicroMega, su Noi Donne e sul blog della Fondazione Luigi Einaudi.
04 Ottobre 2021

A che punto siamo con l'aborto: resoconto di un diritto negato

Sul tema, sempre complicato, dell’aborto le battaglie delle donne non arretrano di un passo, ma la questione pare di quelle destinate a non trovare pace. In nome della difesa della vita si infliggono, ancora oggi, le peggiori sofferenze. Diritti negati, dignità vilipesa, una realtà che in troppe purtroppo conoscono bene e che continua ad accadere da millenni. Qualcosa nell’ultimo periodo, però, pare stia cambiando. Ce lo dicono le piazze che possono essere il motore delle rivoluzioni, le volte in cui non si limitano a catalizzare dissenso ma mirano a costruirlo, quel mondo migliore. L’Argentina da dicembre ha una legge per...

26 Settembre 2021

Maternità, nelle storie di Emma e Violette il "rumore" della rinascita

"La bambina del freddo" è un romanzo che esce nel bel mezzo di questo 2021. Rossella Canevari, giornalista e autrice televisiva, è alla sua quinta pubblicazione. L’opera, attraverso il circuito di BookaBook, è progetto che coinvolge sin dalle sue primissime fasi i lettori, i quali adottano una storia e, infine, la portano sugli scaffali delle librerie. Si può senz’altro dire che questo sia un libro con molti padri. Il tema è, del resto, quello della maternità, declinata in un’accezione densa e moderna. "La bambina del freddo" si propone da subito come una finestra su uno spaccato di domande, destinate a non trovare...

03 Agosto 2021

Coding Women Sicily: borse di studio per diventare programmatrici

    Si chiama Coding Women Sicily il progetto appena lanciato da Edgemony, hub tecnologico palermitano nato nell’anno della pandemia, che coinvolge le donne della più grande isola del nostro Meridione. L’iniziativa, voluta dalla startup che si occupa di sviluppo software, digital marketing e product management e che ambisce a ridurre il divario tecnologico tra Nord e Sud, mira a formare professionalità e competenze nei settori del digitale. “Promuovere e sostenere la diversità e l’inclusione nell’industria tech” è la bandiera di questa giovane realtà. “Ci proponiamo di supportare le donne del territorio e...

11 Luglio 2021

Lgbtq+, un romanzo e un saggio per comprendere come cambia la società

"Il silenzio dei giorni" è un’opera prima. La scrittrice è una giornalista siciliana che a maggio è arrivata in libreria con il suo romanzo d’esordio, per Ianieri edizioni. Quelli raccontati da Rosa Maria Di Natale sono giorni antichi, rimasti muti per moltissimi anni. La storia ha i contorni di un caso di cronaca realmente avvenuto in provincia di Catania, negli anni Ottanta. Nel libro il paesino di Giarre diventa Giramonte e Matteo e Saverio hanno le sembianze di Giorgio e Toni, due ragazzi finiti assassinati perché ritenuti diversi, omosessuali. Il racconto è una confessione e viene da Peppino Giunta, il fratello minore....

06 Luglio 2021

Violenza contro le donne, il faro dell'Europa sulla giustizia

Il mese di giugno si è concluso con il rinnovo delle cariche di vertice del Grevio per il prossimo biennio. Iris Luarasi è la nuova presidente, Simona Lanzoni e Maria-Andriani Kostopoulou sono rispettivamente prima e seconda vice-presidente. Il Gruppo di 15, fra esperte ed esperti nominati dal Consiglio d'Europa sulla lotta contro la violenza nei confronti delle donne, è un organismo previsto dalla Convenzione di Istanbul. Tra i suoi compiti c'è principalmente quello di monitorare, anche attraverso visite di valutazione presso gli Stati firmatari, l'applicazione delle disposizioni che l'11 maggio hanno compiuto dieci anni. Un...

21 Giugno 2021

Pas, anche a Catania l'appello di associazioni e avvocati

    Anche Catania si è mobilitata contro la PAS. E lo ha fatto per dire “no” a un certo tipo di processo. L’appuntamento di sabato scorso, in presidio davanti alla Prefettura, è stato di quelli caldi e non solo per i trenta gradi che già in città si toccano da giorni. Al centro della riflessione c’è ciò che accade in molti tribunali del nostro Paese, le volte in cui il giudizio per l’affidamento dei figli deraglia e finisce per subire le conseguenze di prassi inadeguate e illegittime. La scienza ha già dimostrato l’inesistenza e l’infondatezza di ciò che i seguaci di Richard Gardner, discusso psichiatra...

14 Giugno 2021

Il gender pay gap è illegittimo, lo dice la Corte UE

  La notizia per gli addetti e le addette ai lavori ha i contorni di una sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea. Il comunicato stampa del 3 giugno scorso riguarda la causa rubricata come C-624/19 K e a. / Tesco Stores Limited e dà conto di una decisione dei giudici europei, investiti in via incidentale della questione da un tribunale inglese. La fattispecie coinvolge circa sei mila dipendenti i quali avevano citato in giudizio un rivenditore al dettaglio, per non avere beneficiato della parità di retribuzione. Sostenevano i ricorrenti che il datore di lavoro avesse violato sia la normativa nazionale che quella...

03 Giugno 2021

La 194 è di tutte e va difesa. Il pericolo delle provocazioni sbagliate

      A 43 anni dalla sua promulgazione la legge 194 rimane al centro di un fuoco incrociato. La circostanza non è, in questo Paese, affatto una novità. Quello che il dibattito dell’ultima settimana ci consegna però è la conferma che si muoia anche di fuoco amico. La legge che riconosce alle donne il diritto a interrompere la gravidanza nel primo trimestre resta, per via di un contestatissimo esercizio di libertà, bersaglio prediletto. È stata definita una “provocazione laica”, per ammissione della stessa Lella Golfo, quella che appare a sua firma sulle pagine dell’Avvenire del 26 maggio. La presidente della...

20 Aprile 2021

Perché la RU-486 "Non è un veleno": i rischi della disinformazione

Sulla RU-486 Chiara Ercolani ha molto da dire. Lei è romana, ma Alley la incontra a Palermo. Si definisce una comunicatrice e fa parte del team di Maghweb, associazione che raccoglie giornalisti e giornaliste e si occupa di informazione per la cooperazione internazionale e le attività sociali, dal 2012. Negli ultimi mesi il collettivo è in prima linea nella battaglia per i diritti delle donne. Al centro, una delle conquiste più dibattute, quella che rimane sotto attacco, senza tempo e senza esclusione di colpi, l’interruzione di gravidanza. Parliamo con Chiara Ercolani della possibilità di abortire attraverso l’assunzione...

18 Aprile 2021

Romanzi che denunciano: Lafanu Brown e le guerre di tutte le donne del mondo

"Lafanu Brown non era ancora apparsa nella mia vita, ma il fato che mi avrebbe portato da lei si era messo già in moto". A parlare è una delle due protagoniste di "La linea del colore: Il gran tour di Lafanu Brown", romanzo di Igiaba Scego, edito da Bompiani nel 2020. Leila è una curatrice d’arte, un'italiana di oggi, di origini somale. Sarà lei a incrociare la storia eterna della pittrice afroamericana che troverà a Roma il riscatto e la libertà. La narrazione si mantiene da subito in bilico tra due piani, perfettamente bilanciati. Lafanu ripercorre il suo tempo mentre si racconta all'uomo che l'ha chiesta in moglie. Ulisse è...