Gianmarco Sivieri

Vivo (e sopravvivo) a Milano, dove mi sono laureato in Lettere Moderne, mentre mi dilettavo a lavorare in tutt’altro settore (commercio) nella piccola ditta di famiglia. Dopo essermi “masterizzato” (specializzazione in Comunicazione Digitale ed Editoria Multimediale), ho iniziato a lavorare nell’editoria, prima alla Federico Motta Editore poi a 24ORE Cultura, dove sono photo editor e responsabile dell’ufficio iconografico e mi occupo di libri d’arte, architettura, design, fotografia. Da sempre appassionato di tutto ciò che è artistico, in particolare arte fotografia e letteratura, coltivo (con discontinua indolenza) la scrittura.
08 Dicembre 2019

Clorofillati, ecco perché far crescere i bambini nella natura

      Perché abbiamo così bisogno di natura? E in modo ben più profondo di quanto non immaginiamo? Semplicemente perché “noi siamo Natura e solo “con lei” possiamo proseguire il nostro cammino su questa splendida Terra.” (p. 9) È a partire da questa constatazione che Marcella Danon ci conduce attraverso un percorso alla ricerca delle nostre radici profonde nel suo libro Clorofillati. Ritornare alla Natura e rigenerarsi, Feltrinelli, Milano 2019, una guida pratica di ecopsicologia e green mindfulness che sa unire un solido impianto teorico (prevalente nei due capitoli iniziali) a un’impostazione sanamente...

25 Ottobre 2019

La Fotografia Etica fa 10. Grandi reportages esposti a Lodi

  Durante il mese di ottobre Lodi ospita il Festival della Fotografia Etica, che taglia quest’anno un traguardo importante, giungendo alla sua X edizione. Questo è il quarto anno che ne parlo, da quando nel 2016 lo visitai la prima volta; in questo lasso di tempo ho potuto apprezzare la coerenza e il rigore che guidano le scelte del comitato organizzatore, il Gruppo Fotografico Progetto Immagine, che ha saputo garantire l’alta qualità dei lavori selezionati, prodotti da fotografi italiani e internazionali di riconosciuto valore, cui si affiancano giovani autori, e, elemento per certi aspetti ancor più importante, ha saputo...

07 Ottobre 2019

La Biennale di Venezia, seconda puntata. La sfida del labirinto

    Riprendo il discorso sull’itinerario che vi sto proponendo attraverso la 58° edizione della Biennale di Venezia, diretta da Ralph Rugoff e intitolata May You Live In Interesting Times. Vi ho già raccontato le mie impressioni sulla mostra negli spazi dell’Arsenale, ora mi occuperò del Padiglione Italia e della parte ospitata nel Padiglione Centrale ai Giardini. Il curatore del Padiglione Italia, Milovan Farronato, ha scelto il titolo Né altra, né questa: la sfida del Labirinto, il cui sottotitolo è un rimando a un famoso saggio di Italo Calvino La sfida del labirinto, apparso nel 1962 nella storica rivista...

06 Settembre 2019

In vacanza i luoghi su misura per noi: l’abbazia di Fontanella (Bergamo)

  Di cosa abbiamo più bisogno in vacanza? Evasione dal quotidiano, relax, divertimento, avventura certo, ma alla lista io aggiungo: uno spazio per noi, che calzi come un vestito su misura, sulla nostra misura. Imbattersi in un luogo del genere è un’esperienza rigenerante, a maggior ragione se l’incontro è inatteso: un colpo di fulmine che non si può programmare, un momento nel quale - come dice il grande reporter americano Alex Webb - il mondo ci fa un regalo. Con un luogo su misura non sto infatti pensando per esempio alla casa di vacanze di famiglia, nella quale siamo stati abituati ad andare fin da piccoli e dove...

03 Agosto 2019

La Biennale di Venezia, prima puntata. Viviamo tempi interessanti?

    May You Live In Interesting Times è il titolo della 58° edizione della Biennale di Venezia, probabilmente la più importante manifestazione dedicata all’arte contemporanea mondiale, senz’ombra di dubbio la più longeva: la prima edizione risale infatti a due secoli fa, era il 1895. Il titolo deriva da un discorso del parlamentare britannico Chamberlain sul finire degli anni ’30, che citava un antico anatema cinese: “Che tu possa vivere in tempi interessanti”. Il presunto anatema in realtà non è mai esistito, ma il concetto è stato a lungo evocato nel corso del ‘900 e, nell’incerta congiuntura di questi...

24 Giugno 2019

Roger Ballen: fotografare le regioni oscure della mente

    Specchio dotato di memoria: è una delle più famose definizioni della fotografia. Ma cosa succederebbe se, guardandoci allo specchio, magari al mattino appena alzati o distrattamente durante la giornata in un ascensore o in una vetrina, scoprissimo nell’immagine riflessa fattezze diverse e aspetti inauditi? Che choc ne avremmo? È un effetto simile quello che ci lasciano le straordinarie foto di Roger Ballen, esposte alla Fondazione Sozzani nella mostra Roger Ballen the body, the mind, the space. L’aggettivo straordinario dev’essere inteso nel suo senso più pregnante: la capacità di Ballen di creare immagini che...

01 Giugno 2019

Milano fa click: la città tra Photofestival e Photoweek

    La grande rassegna internazionale di fotografia Milano Photofestival, promossa dall’AIF (Associazione Italiana Foto & Digital Imaging), giunge alla sua 14a edizione, sempre sotto la direzione artistica di Roberto Mutti, figura tra le più autorevoli di docente, critico e studioso. La kermesse si svolge nel capoluogo lombardo dal 17 aprile al 30 giugno - e quest’anno un’appendice coinvolge anche la vicina Pavia - con l’impressionante numero di 177 mostre, che oltrepassano i tradizionali confini di musei e gallerie, diffondendosi per tutta la città, dal centro alle periferie, gioiosamente invadendo palazzi storici,...

18 Aprile 2019

Assegnato il World Press Photo 2019: lacrime dal Messico

  Questo weekend è stato assegnato il World Press Photo 2019: il premio più prestigioso al mondo in quest’ambito, l’Oscar della fotografia, è andato al fotoreporter americano John Moore dell’agenzia Getty Images.     La sua foto, “Crying girl on the Border”, è stata scattata il 12 giugno 2018 nella cittadina texana di McAllen, alla frontiera fra gli Stati Uniti e il Messico: è raffigurata Yanela, una bambinetta honduregna che scoppia a piangere non appena la madre, Sandra Sanchez, che la teneva in braccio è costretta ad appoggiarla a terra, mentre viene perquisita da un agente della polizia di frontiera...

05 Aprile 2019

Il mistero senza tempo di Antonello da Messina. In mostra a Milano

    Antonello da Messina, basta il nome e l’incantesimo si verifica: di colpo siamo nel Rinascimento, attraversiamo stanze silenziose dal pavimento che digrada in prospettiva, affondando in una penombra rischiarata da una luce mediterranea, dove giovani donne timide e velate sfuggono il nostro sguardo, forse a disagio tra santi sfarzosamente vestiti dai gesti alteri, mentre scrutiamo i volti di individui ignoti, che pure misteriosamente riconosciamo come compagni di viaggio. La grande mostra milanese, prodotta da Palazzo Reale e MondoMostre Skira in collaborazione con la Regione Sicilia e il Comune di Milano-Cultura, è...

29 Marzo 2019

Ami Vitale (National Geographic): "Non guardiamo al mondo con uno sguardo di paura"

    Fotografa per la prestigiosa rivista “National Geographic”, ambasciatrice Nikon, vincitrice già nel 2002 della prima edizione del premio Inge Morath assegnato dalla leggendaria agenzia Magnum, più volte premiata al World Press Photo, conquistando nella stagione scorsa il primo premio nella sezione “Natura”, Ami Vitale non è solo una delle più importanti fotoreporter a livello internazionale, ma è anche diventata un punto di riferimento capace di travalicare il solo ambito della fotografia, come testimonia il fatto che, lo scorso anno, la rivista americana “InStyle” l’abbia inserita tra le 50 "Badass...