Flavia Landolfi

Giornalista al Sole24Ore, romana per nascita, napoletana e tedesca per discendenza. Una vita, o quasi, nella carta stampata, prima a Paese Sera, poi all'Indipendente, Mondoperario e Liberal. Quando non sono al giornale gioco a tennis, scio, ascolto musica classica. Mi occupo di donne, coltivo la libertà, credo nel potere rivoluzionario delle parole che siano scritte, pronunciate o anche solo pensate. E mi dedico a C. che ogni giorno trova il modo di insegnarmi qualcosa.
12 Giugno 2020

Silvia Colasanti: "Non dateci sovvenzioni, fateci tornare a suonare nei teatri"

  E' un rapporto molto speciale quello che lega Silvia Colasanti al mito. Una relazione profonda, coltivata grazie a solide letture, molto studio e il coraggio di ammettere che attraverso la musica possiamo concederci di "dire cose già dette". Romana, un diploma al conservatorio della sua città e molti anni di perfezionamento tra l'Accademia di Santa Cecilia e la blasonatissima Chigiana, Colasanti è oggi una delle più brillanti protagoniste della scena musicale contemporanea. Sue le opere acclamate dal pubblico e vezzeggiate dalla critica come "Proserpine", "Minotauro", "Requiem, stringeranno nei pugni una cometa", entrate...

12 Maggio 2020

Attori: "Chiediamo al ministro Franceschini un registro per uscire dall'ombra"

    Ha il sapore di un contrappasso quello che vivono le attrici e gli attori italiani.  Una specie di paradosso con gli ingredienti della farsa se in questi giorni di emergenza non assomigliasse più a un dramma. I professionisti della ribalta, coloro che più di ogni altro sono sotto le luci dei riflettori, i protagonisti del cinema e del teatro, le star che sfilano sulle passarelle e sono inseguiti dai giornali scandalistici, per lo Stato non esistono. O meglio: non sono definibili, quantificabili, giuridicamente inquadrabili. Sono loro - insieme ai musicisti e agli artisti in generale - alcuni degli invisibili...

28 Aprile 2020

Il caso Telegram: l'informazione piratata ai tempi del Coronavirus

In questi giorni di clausura abbiamo imparato a fare il pane, a seguire con più attenzione i compiti dei figli, a scandire la giornata su un calendario tutto nuovo. E abbiamo letto. Tanto. Moltissimo. Soprattutto i quotidiani, ma anche i settimanali e i mensili. Stampa estera, giornali specializzati, fumetti, perfino le parole crociate. Valanghe di carta digitale, informazione come se piovesse. Tutto gratis. Edicole intere materializzate in un clic su cellulari e computer a costo zero. Una cuccagna. Poco importa che si tratti di pirateria, che quelle copie scaricate gratis impoveriscano un'informazione già malandata nei profitti e...

10 Aprile 2020

Concerti e lezioni: è Gooders, la community che raccoglie fondi per gli ospedali

L'altro Coronavirus ha il volto della solidarietà: la rincorsa per fronteggiare l'emergenza è costellata da una mobilitazione planetaria che ha messo in moto una gara per la raccolta di fondi a suon di miliardi. Tra le tante iniziative nate in questi giorni, quattro amici, tutti tra i 30 e i 32 anni, hanno lanciato Gooders, una piattaforma che ruota attorno a una community “aperta” per sostenere gli ospedali italiani, in prima linea nella cosiddetta guerra contro il virus.  L'idea è originale. “Abbiamo pensato che in questa quarantena ciascuno di noi ha qualcosa che può condividere con gli altri – spiega Gianluca...

12 Gennaio 2020

Avvocatura, quel freno tirato sulla carriera delle donne

        Nel mondo obliquo del gender gap declinato in tutte le salse, dall'accesso al mondo del lavoro passando per le differenze di retribuzione e per finire alle opportunità di carriera,  le professioniste non fanno eccezione. Partono numericamente in minoranza nel percorso di lavoro e "corrono" con piombi pesanti ai piedi. Chi arriva al top degli studi è una mosca bianca. Parte da qui, da chi ce l'ha fatta a infrangere il soffitto di cristallo l'inchiesta del Sole24Ore del Lunedì (in edicola il 13 gennaio) sulla diversity applicata al mondo degli studi legali. Con sei protagoniste di tutto rispetto, al top tra...

09 Gennaio 2020

A scuola di rispetto: in azienda sbarcano i corsi contro gli stereotipi di genere

C’è un profitto che non si monetizza. Non fa fatturato, non entra nei bilanci e non è quotato in Borsa. Eppure pesa come un macigno nelle relazioni In fabbrica e in ufficio, fa la differenza in riunione e nelle pause caffè, crea benessere cementando lo spirito di gruppo. E non ultimo mette in moto un circolo virtuoso che dall’azienda arriva fino alle case dei dipendenti nelle loro consuetudini familiari. E' il valore aggiunto offerto dai corsi anti-stereotipi che da qualche tempo sono approdati in alcune imprese italiane e multinazionali. Come il colosso americano Caterpillar, un marchio che nel 2018 ha fatturato la bellezza...

12 Ottobre 2019

Decreto choc del Tribunale dei minori, in nome della Pas

Il piccolo L. ha le ore contate: in qualsiasi momento una task force di poliziotti in borghese, assistenti sociali, pediatra, psicologo e tutrice lo preleveranno nella casa dove vive con la mamma e con i nonni per portarlo dal padre dove sarà collocato con l’assistenza di un operatore dei servizi sociali per 24 ore al giorno. Da quel momento in poi potrà incontrare sua madre una volta due settimane in un luogo protetto. Con questa decisione il Tribunale dei minori di Roma mette la parola fine a una lunga odissea giudiziaria che ha visto i genitori di L. fronteggiarsi in tribunale per l’affidamento del bambino, Una vicenda lunga...

30 Settembre 2019

Macellaro La Franca: "La mia bacchetta per le 2500 compositrici dimenticate"

      La grande rimozione nella musica classica porta il nome delle donne. Dimenticate, cancellate, rinnegate. E se qualcosa si muove nella direzione d’orchestra, dove una nuova grintosa generazione di musiciste si sta facendo strada sulla scena internazionale, i repertori sono inchiodati alla musica maschile: nelle grandi sale da concerto, per non parlare dei conservatori, la musica è tutta, inesorabilmente, monocolore. Ne sa qualcosa Maria Luisa Macellaro La Franca, 39 anni, palermitana, sanguigna, un passato da enfant prodige del pianoforte che gira i teatri di tutta Europa con un sogno in tasca: “Voglio...

10 Luglio 2019

Quando ti tolgono la potestà in nome dell’alienazione genitoriale

  Lorena, il nome è di fantasia, parla al telefono concitata dopo l’ennesimo atto di un’odissea che fuori e dentro le aule di giustizia va avanti da anni a colpi di denunce e perizie psichiatriche, ricorsi e udienze. Il Tribunale dei minori con un decreto provvisorio ha sospeso la potestà genitoriale e affidato suo figlio di 9 anni a un tutore. “Vogliono togliermelo, richiuderlo in una casa famiglia, 'resettarlo' come dicono loro e poi affidarlo al padre: io non potrò né vederlo né sentirlo per 6 mesi”, dice. E su Facebook si abbandona a una riflessione che arriva come un pugno nello stomaco: “Non dite alle...

18 Marzo 2019

Single allo specchio: #lochiamoamore quando trovo la mia casa, ma senza solitudine non si va lontani

Un pensiero mi lega a te Un pensiero che gli altri chiamano amore Io invece lo chiamo con il tuo nome (Catherine Morena Ramos)     #lochiamoamore. Sette uomini, tutti single, chi di ritorno chi invece per lucida e consapevolissima scelta. Loro lo chiamano amore quell’incidente che reclama coraggio, fegato, il lancio dalla scogliera: ti tappi il naso e speri che tutto vada per il meglio. Per amare, diceva la psicoanalista sudamericana Clarissa Pinkola Estes, ci vuole un eroe che tenga a bada la propria paura. Ma l'amore secondo Jung altro non è che un incontro di nevrosi. E ancora: il desiderio di ciò che è...