25 Gennaio 2019

Castelnuovo, perché il gesto di Rossella Muroni può cambiare la politica italiana

scritto da

              Cara Rossella, confesso: non ti ho votata alle ultime elezioni. Nonostante ti conosca e conoscessi il bene delle tue intenzioni, LEU non mi aveva convinta. Da ieri però, avrai il mio voto sempre e ovunque tu andrai. Perché hai fatto “quel che avrei voluto fare io”. Ma che io, invece, non ho fatto. In moltissimi, credo, avremmo voluto fare quello che hai fatto tu. Ma non lo abbiamo fatto. E nel vederti lì, in piedi da sola davanti a quell’enorme pullman, piccola e determinata, mi sono domandata: dove sono tutti gli altri? Perché non sono tutti lì: i parlamentari che abbiamo votato, che...

11 Gennaio 2019

Donne nei Cda, quote per altri 3 mandati: proposta di legge trasversale per prorogare la Golfo-Mosca

scritto da

    La premessa: grazie alla legge Golfo-Mosca 120/2011 le donne nei Cda delle scoietà quotate sono passate dal 5,6% (172) del 2010 al 35% (1.240) del 2018. La tesi: questi risultati eccezionali vanno stabilizzati, messi in sicurezza, protetti dal rischio, non remoto, di passi indietro. Basta un piccolo ritocco: l'estensione da tre a sei mandati del ricorso al criterio di riequilibrio introdotto allora, secondo cui almeno un terzo dei consiglieri eletti deve appartenere al genere meno rappresentato. È proprio questo "raddoppio" l'oggetto di una nuova proposta di legge trasversale presentata ieri alla Camera, frutto...

31 Dicembre 2018

Ricorderemo il 2018 come “l’anno delle donne”

scritto da

      È stato definito “l’anno delle donne” ed è uno dei motivi per cui il 2018 verrà ricordato. Le donne sono scese in piazza a ogni latitudine per difendere i loro diritti, per chiederne di nuovi per tutti. Si sono indignate, sono state marea inarrestabile che continuerà ad avanzare, non può essere che così, anche nel 2019. Questa rinascita, che ha un’impronta attivista e femminista, ha segnato in una maniera formidabile. Negli Stati Uniti il movimento #Metoo, la Women’s March (la marcia delle donne che ha portato nelle strade di Washington e degli Stati Uniti milioni di persone ) sono stati decisivi. Le...

30 Dicembre 2018

Etna, il terremoto e la fragilità che è in noi

scritto da

    Nel catanese la nottata dopo il terremoto pare essere passata. Il sisma che poco dopo le tre, tra Natale e Santo Stefano, ha scosso i fianchi dell’Etna intorno a Fleri, frazione di Zafferana Etnea, e ai comuni vicini ha fatto finora 28 feriti e centinaia di sfollati. I tecnici dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ne hanno classificato la magnitudo fissandola a 4.8. L’energia sprigionata e l’ipocentro, individuato alla profondità di appena un chilometro, hanno reso la scossa un’esperienza molto intensa, spaventando gli abitanti di quel versante della montagna che sovrasta Catania. Giungendo...

28 Dicembre 2018

Sta' zitta e vota: perchè le donne italiane continuano a perdere terreno (in silenzio)

scritto da

      Ancora una volta l’Italia è al 118° posto su 149 Paesi nel mondo per partecipazione delle donne all’economia secondo il report annuale del World Economic Forum: abbondantemente ultima in Europa e tra i Paesi cosiddetti "avanzati". Ma non è così grave. Abbiamo ancora la democrazia: possiamo migliorare. O no? Un recente articolo de la rivista Atlantic passa in rassegna le affinità tra i diversi “uomini forti” a capo di cinque Paesi nel mondo, trovandovi un evidente punto in comune: tutti stanno togliendo diritti alle donne. L’articolo si intitola infatti: “I nuovi autoritarismi hanno dichiarato guerra...

25 Dicembre 2018

Silvia Romano, l'italiana ancora nelle mani dei rapitori in Africa

scritto da

      Silvia Romano non è ancora tornata a casa. Dal 20 novembre scorso è ostaggio dei rapitori che l’hanno portata via con la forza dal villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi, in Kenya. Lì dove questa ragazza cercava di dare una speranza di vita ai bimbi orfani assistiti dalla ONG Africa Milele per cui lavora. Al calar della sera un gruppo di uomini armati è arrivato al villaggio e ha sequestrato Silvia sparando a chi cercava di trarla in salvo. Non era la sua prima volta in Africa. La giovane c’era già stata in estate quando si era prodigata a Likoni, sempre in Kenia, per quei bambini che...

22 Dicembre 2018

Caro Antonio, spostiamo un po' di montagne insieme

scritto da

    Caro Antonio, Non ti conosco. Non ti conoscevo. Colpevolmente non conoscevo nemmeno Europhonica. Io, appassionata come te di Europa, di giornalismo, sempre alla ricerca di fonti di informazioni alternative e progetti innovativi di comunicazione, non avevo mai sentito parlare di questa radio che racconta con linguaggio semplice la politica europea. Che lo fa in diverse lingue. Conosco qualcuno che ti conosceva. Ma anche queste persone le ho incontrate solo di sfuggita nel mio percorso politico, o in un breve scambio di opinioni su Facebook. Eppure, caro Antonio, mi sembra di conoscerti da sempre. Quel tuo sorriso...

10 Dicembre 2018

Quanti credono alla vocazione da casalinga delle donne?

scritto da

    Nella cultura del nostro Paese gli stereotipi di genere sono ancora abbastanza radicati. Prendiamo, ad esempio, l’opinione “è meglio per la famiglia che l'uomo lavori e la donna si dedichi alla cura della casa” Prof, ma che stereotipo è questo? Non morde più, non lo pensa più nessuno! I dati Istat ci dicono il contrario: il 54% degli uomini e il 47% delle donne sono d’accordo con questa affermazione. Sì Prof, ma io intendevo tra noi giovani … Tra gli individui di età compresa tra i 18 e i 24 anni, il 46% degli uomini e il 33% delle donne condividono questa opinione. Sì Prof, ma io intendevo...

23 Novembre 2018

Germania, il lascito di Angela Merkel alle donne in politica

scritto da

      Da 13 anni Angela Merkel è cancelliera federale della Germania, da 18 anni presidente dell’Unione cristiano-democratica (CDU). L’intervento con cui lo scorso 29 ottobre Merkel ha annunciato che a dicembre non si ricandiderà alla guida del partito e che al termine della corrente legislatura (2021) si ritirerà dalla politica, segna la fine di un’epoca. Un tramonto annunciato a partire dalla crisi migratoria del 2015, ma da molti ripetutamente “pronosticato” sin da prima che Merkel diventasse cancelliera (si guardino in proposito i titoli apocalittici di varie testate tedesche a partire dal 2001). Già con la...

21 Novembre 2018

Politica: è ora per le donne del Pd di battere un colpo. E che sia forte

scritto da

"Vorrei che le quote rosa fossero quote fucsia. Donne sì, ma di valore".   Lo ha detto la ministra per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno. Ieri è intervenuta al convegno "Conoscere, prevenire e contrastare la violenza di genere nel mondo del lavoro: i comitati unici di garanzia punto di riferimento nella Pubblica Amministrazione". E ha detto quello che è un suo cavallo di battaglia di sempre: sì al meccanismo delle quote rosa, ma non per portare avanti chiunque. Bensì, per individuare prima, e poi portare avanti, donne capaci di ricoprire quei ruoli. Donne di competenze. Un cavallo di battaglia della ministra,...