24 Giugno 2020

Serena Ortolani: “A mia figlia: sarai una donna, impara a conquistare ciò che vuoi!”

scritto da

    La domanda arriva a metà intervista, da una ascoltatrice: “Serena, quale è il più importante insegnamento che lo sport ti ha trasmesso e che vorresti passare a tua figlia?”. Campionessa di pallavolo, al centro di un movimento sportivo femminile che in Italia ha saputo portare ori europei e medaglie mondiali, Serena Ortolani ha esitato a rispondere ad alcune domande, ma non a questa: “Lo sport mi ha insegnato ad andare a prendermi le cose che voglio, questo è il messaggio che intendo trasmettere a Gaia!” In una pandemia in cui sono state le donne le grandi escluse, lasciate fuori da commissioni e task force,...

02 Febbraio 2020

Miriam Sylla: "Accanto a UNHCR per dare un'istruzione ai bambini rifugiati"

scritto da

    Parisa è fuggita con la famiglia dall’Afghanistan 10 anni fa, all'arrivo dei Talebani nella città di Herat. Le ragazze che andavano a scuola rischiavano di essere rapite. Si è ritrovata in Iran e lì ha potuto tornare a studiare solo qualche anno dopo. La storia di Parisa è solo una delle tante raccolte da UNHCR negli anni. Solo lo scorso anno scolastico sono stati 3,7 milioni i bambini rifugiati in tutto il mondo, che non hanno avuto la possibilità di andare a scuola. Per la sopravvivenza di un bambino rifugiato, la scuola è centrale al pari di una tenda dove ripararsi, del cibo o delle cure mediche, sottolinea...

31 Ottobre 2019

Paola Egonu: "Voglio crescere per andare a Tokyo e giocarcela"

scritto da

      Ben 324 punti, 275 schiacciate, 26 muri e 23 ace. Basterebbero le statistiche dei Mondiali 2018 in Giappone per disegnare la grandezza di un’atleta di appena 20 anni, Paola Egonu, già diventata il simbolo della Nazionale italiana, tanto che i brand fanno la fila per averla come testimonial. D’altra parte riuscire a saltare un massimo di 3,44 metri in elevazione in partita e schiacciare siluri da far paura alle avversarie non è caratteristica comune e al mondo già ci invidiano la campionessa che ha trascinato l’Italia ai Mondiali 2018 fino all’argento. E ancora una volta i numeri lo confermano: nella...

28 Ottobre 2019

Dal campetto all’oro lo sport al femminile in Italia cambia volto

scritto da

      Nel pomeriggio assolato il tum tum tum di una palla rompe il silenzio. Una ragazzetta palleggia fino al campetto e lì dopo un cenno del capo,lascia giù la sua palla e inizia a giocare con gli altri. Nel campo accanto una bimba in calzoncini cerca di scartare il compagno di classe e di andare in porta. Scene da un oratorio qualunque in un’Italia che sta cambiando, anche nello sport. E una parte importante del cambiamento sono le calciatrici scese in campo ai Mondiali di Francia, che a suon di gol e parole hanno aperto una breccia culturale profonda. Sono le ragazze d’oro della neve Sofia Goggia, Michela Moioli e...

12 Ottobre 2019

Sara Paris: "Lo sport agonistico mi ha insegnato la dedizione"

scritto da

      Settembre è il mese degli inizi e delle scelte: non solo scolastiche, ma anche sportive. Molti genitori si trovano in questo periodo dell'anno ad affrontare la difficile scelta dello sport più adatto al proprio figlio. Perché fare sport fa bene per lo sviluppo fisico e mentale di grandi e piccoli, su questo siamo tutti d'accordo. E chi meglio di una sportiva può dare consigli in merito? È con un radioso sorriso che Sara Paris spiega ad Alley Oop: “Se fossi un genitore farei provare ai miei figli tutti gli sport, dagli scacchi al basket, dal karate al ballo, per dare loro la possibilità di scegliere in...

11 Febbraio 2017

Allenare la persona prima dell'atleta. Parola di Julio Velasco

scritto da

“Chi c’è dietro a quei pantaloncini o a quella maglietta?” La domanda l’ha posta Julio Velasco, il Re Mida della pallavolo italiana, a una platea di oltre 400 allenatori nel corso di un incontro che si è svolto presso la sala Pio XII del Centro Sportivo Italiano di Milano. Il suo obiettivo era spiegare cosa significhi allenare i giovani. Per lui, per farlo al meglio, è necessario comprendere che, prima di tutto, un atleta è una persona e in quanto tale va compresa a fondo prima di pensare di renderla un'agonista. Se non si è in grado di rispondere in maniera chiara alla domanda iniziale, non si riuscirà nemmeno a trasmettere...

19 Gennaio 2017

Flavia Bustreo, una leader visionaria alla guida dell’OMS

scritto da

E’ il primo candidato italiano alla direzione generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nella storia. E se lo merita Flavia Bustreo, per la brillante carriera che vanta e per la capacità di leadership che ha già avuto modo di dimostrare in diversi incarichi internazionali. Ma ciò che la rende una candidata ideale è la visione che la anima: il diritto alla salute per tutti non è un’utopia, può diventare una realtà, a condizione che l’OMS metta a frutto tutto il suo potenziale. E lei è ha le competenze per farlo. Nominata nella rosa dei sei candidati nel settembre 2016, la prossima settimana (tra il 23 e...

10 Luglio 2016

Perché ai bambini fanno bene i giochi di squadra

scritto da

Non sarà un caso che molte grandi aziende puntino sul cosiddetto ‘team building’, che sul posto di lavoro qualche amministratore delegato abbia probabilmente detto: "Ora è il momento di fare gioco di squadra". Non si tratta di parole e frasi fatte, dietro fa capolino un concetto importante, una filosofia che ha le sue radici nello sport. Quando qualche anno fa mi è stato chiesto di collaborare con il gruppo sportivo oratoriano e allenare le bimbe di prima e seconda scuola primaria. Ho accettato pensando non sarebbe stato così complicato. Cosa sarà mai far giocare a pallavolo, insegnare rudimenti del volley a bimbette vivaci?...