03 Luglio 2020

Orfani di femminicidio, arrivano i fondi dello Stato per lo studio e il lavoro

scritto da

    Il sostegno dello Stato allo studio, alla formazione e all’inserimento nel mondo del lavoro per gli orfani a causa di femminicidio e di crimini domestici sta per diventare realtà: è approdato il 1 luglio in Gazzetta ufficiale il regolamento che fissa i criteri per l’erogazione dei fondi previsti già nella legge di Bilancio 2017. Si tratta di un decreto del ministro dell’Economia di concerto con i ministri dell’Istruzione, dell’Interno, del Lavoro e della Salute che entrerà in vigore il prossimo 16 luglio. In base a queste norme, gli orfani potranno fruire di borse di studio e della gratuità (totale o...

22 Giugno 2020

Le avvocate scrivono al premier: "Ci avete dimenticato!"

scritto da

    Ill.mo Presidente Giuseppe Conte, Siamo un’Associazione di Giuriste, molte di noi Avvocate, e proprio come Avvocate vogliamo esprimere il nostro rincrescimento e la nostra delusione per essere state totalmente abbandonate dallo Stato in questa emergenza sanitaria. La situazione in cui abbiamo vissuto negli ultimi due mesi e che stiamo tuttora vivendo, soprattutto in Lombardia e nella città di Milano in particolare, sta evidenziando più che mai le nostre fragilità, come professioniste, pur sempre donne, madri, figlie, mogli e compagne. Abbiamo atteso sperando che Lei, o meglio ciò che Lei rappresenta, si...

12 Giugno 2020

Come incentivare la parità di genere in azienda?

scritto da

    Sin dall’inizio della scorsa legislatura mi sono impegnata affinché sia culturalmente che legislativamente si affermasse il principio che le politiche pubbliche non sono mai neutre rispetto al genere ma hanno un impatto differente, anche se non previsto e non voluto. Dopo gli impegni assunti a Pechino nel 1995 nella Conferenza dell’Onu sulla condizione femminile e le successive indicazioni e direttive dell’Unione Europea, era infatti necessario colmare il ritardo accumulato dall’Italia. Da qui la proposta di legge, da subito trasversale alle forze politiche, per l’istituzione di uno strumento statistico, un...

15 Febbraio 2020

Dal lavoro alla famiglia, un pacchetto di proposte per un Italia più competitiva

scritto da

        La partecipazione delle donne alla vita del nostro Paese incontra ancora troppi ostacoli, a cominciare dal tasso di occupazione femminile inferiore allo standard europeo, particolarmente nel Mezzogiorno: in Italia lavora una donna su due, nel Mezzogiorno una su tre. Anche il salario delle donne è quasi sempre inferiore a quello degli uomini, anche quando si tratta di alti dirigenti: nel settore privato in cui il gap salariale è intorno al 20% e aumenta via via che il ruolo ricoperto cresce d’importanza. Molti incarichi di vertice sono quasi esclusivamente appannaggio maschile mentre sulle donne grava tuttora il...

24 Gennaio 2020

Avere figli e lavorare: le ragioni di una scommessa che stiamo perdendo tutti

scritto da

      E’ stato da pelle d’oca veder ragionare per la prima volta in Italia di un decente congedo di paternità – non più giorni ma settimane, o addirittura mesi! – e però leggerne sui giornali come di un’“estensione del congedo di maternità”. Le parole sono importanti in molti modi, e in questo caso l’abuso del termine maternità ha colpito in almeno due direzioni: 1) i datori di lavoro che avranno distrattamente letto solo i titoli degli articoli avranno registrato l’informazione che assumere le donne conviene sempre meno: la loro assenza in caso di maternità infatti minaccia addirittura di...

08 Luglio 2019

Occhio agli stalker: ecco come riconoscerli subito per evitarli

scritto da

      Sono passati 29 anni dalla prima volta in cui al mondo fu perseguito il reato di stalking: accadde in California nel 1990 dopo l’assassinio di una giovane attrice da parte di un suo fan persecutore. Ma questo tipo di stalking è soltanto una delle forme del fenomeno, che denunciano tutte un quadro psicopatologico grave dal momento che tra la vittima e lo stalker non intercorre alcun tipo di rapporto attuale, se non quello unilaterale e fantasticato dal persecutore. In Italia il reato è stato introdotto con la legge 38/2009. Tante le vittime illustri, per restare al nostro Paese: da Sabrina Ferilli a Paola Saluzzi,...

14 Marzo 2019

Aziende in prima linea contro la violenza sulle donne

scritto da

  Anche quest’anno, la Giornata internazionale della donna, è servita per fermarci a riflettere su dove sono le donne nella società attuale, dal punto di vista economico, politico e sociale. Un'occasione, quella dell'8 marzo, utile per denunciare anche quelle situazioni in cui le donne si ritrovano ancora a essere vittime, come con la violenza di genere. Certo, a tutto questo è bello e utile affiancare anche un altro genere di narrazione, basato su valori positivi come quelli raccontati in Lessico Amoroso dallo psicanalista Massimo Recalcati.   https://www.youtube.com/watch?v=o_-FSZnHlds     I nodi irrisolti...

11 Gennaio 2019

Cda, sostegno da tutti i partiti per una proroga della legge Golfo-Mosca

scritto da

      La legge n. 120/2011 è stata presentata e approvata per far fronte alla consistente discriminazione nei confronti delle donne nei consigli di amministrazione delle aziende, riflesso della discriminazione complessiva nella nostra società. Gli «effetti» oltre che quintuplicati. Nel 2010 le donne rappresentavano solo il 6 per cento dei componenti dei consigli di amministrazione delle società quotate, uno dei tre peggiori dati di tutti i Paesi membri dell’Unione Europea. Nel 2018, grazie alla legge, la percentuale è aumentata al 33,5 per cento con punte di periodo al 37 per cento. Gli «apporti» in concreto....

11 Gennaio 2019

Donne nei Cda, quote per altri 3 mandati: proposta di legge trasversale per prorogare la Golfo-Mosca

scritto da

    La premessa: grazie alla legge Golfo-Mosca 120/2011 le donne nei Cda delle scoietà quotate sono passate dal 5,6% (172) del 2010 al 35% (1.240) del 2018. La tesi: questi risultati eccezionali vanno stabilizzati, messi in sicurezza, protetti dal rischio, non remoto, di passi indietro. Basta un piccolo ritocco: l'estensione da tre a sei mandati del ricorso al criterio di riequilibrio introdotto allora, secondo cui almeno un terzo dei consiglieri eletti deve appartenere al genere meno rappresentato. È proprio questo "raddoppio" l'oggetto di una nuova proposta di legge trasversale presentata ieri alla Camera, frutto...

10 Dicembre 2018

Asili, la Locomotiva di Momo deve chiudere perché i bambini infastidiscono i condomini

scritto da

        L’Italia è un Paese che invecchia. E il peggio è che quei pochi bambini che ci sono, invece di essere tutelati come i panda, sono a volte persino visti con fastidio. Il regolamento del condominio del palazzo di via Anfossi 36, a Milano, recita testualmente: «è vietato destinare gli alloggi … a scuole di musica, canto e ballo e pensioni». Ora, ci si chiede, può un asilo nido essere considerato a tutti gli effetti una scuola di ballo e di canto e in virtù di ciò essere costretto a chiudere? Secondo i giudici della Corte d’appello sì. E in virtù di questa interpretazione estensiva la scuola deve...