12 Marzo 2020

Covid-19, da "tampone" a "droplet", il nuovo lessico dell'epidemia

scritto da

    Nel nuovo lessico familiare e politico al quale l'epidemia di coronavirus ci condanna c'è una parola sopra tutte che colpisce sempre per la sua somma ambiguità: "positivo". Il vocabolario ci ricorda come l'aggettivo sia utilizzato per affermare la bontà, l'utilità, il valore di qualcosa. "Sii positivo", esortiamo per incoraggiare qualcuno all'ottimismo. Eppure, in ambito medico e mai come in questi tempi, lo stesso aggettivo assume il suo significato di "contrapposto a negativo", dunque infetto, colpito. "Positivo" - si legge nel dizionario Treccani - viene ora usato per quello che vuol dire nel linguaggio medico, nel...

16 Febbraio 2020

Parlare di sesso con le figlie, non è così semplice come sembra

scritto da

        Quando mi sono seduta al mio posto sull’aereo che da Boston mi avrebbe portato a Milano, il ragazzo di fianco a me, con un forte accento irlandese, mi ha chiesto: “Torni a casa o vai a trovare qualcuno?”. Sono rimasta molto colpita dalla domanda, perché, per quanto semplice, necessitava di una risposta assai complessa. Vivo negli Stati Uniti da più di venticinque anni, cioè più della metà della mia vita. Ma sono di Milano, città che mi ha formata e mi ha fatta diventare quella che sono, nel bene e nel male. Quindi sì, in un certo senso torno a casa. In realtà vado a trovare qualcuno, e, questa volta,...

13 Settembre 2019

I criteri della "buona separazione" che hanno sconfitto Veronica Lario

scritto da

        La recente sentenza in Cassazione in merito agli alimenti non più dovuti da Silvio Berlusconi all’ex moglie Veronica Lario – ma soprattutto i criteri giuridici su cui si basa - dovrebbe diventare oggetto di riflessione durante i corsi pre-matrimoniali. Mette infatti nero su bianco, e in più con la sostanza di numeri da capogiro, un nuovo modo di guardare al binomio matrimonio-patrimonio: non c’è più niente di sottinteso, e i patti devono essere chiari sin da "prima"- o si corre il rischio di dover restituire 45 milioni di euro al marito fedifrago, come farà la signora Lario. Su patti non chiari si...

21 Agosto 2019

Summer camp. È stata una buona scelta per i nostri figli?

scritto da

        Non era ancora suonata l’ultima campanella che decretava la fine della scuola e migliaia di genitori dovevano già fare i conti con l’organizzazione estiva dei proprio figli. Tra marzo e maggio, tutti i genitori che si trovano nell’impossibilità di gestire in autonomia il tempo libero della lunga pausa estiva dei propri figli hanno consultato la variega offerta sportivo-linguistico-ludica proposta nella propria città e hanno prenotato il Summer camp, ovvero la versione più smart della vecchia colonia estiva. E non senza sensi di colpa, soprattutto per chi, per la prima volta, doveva affidare i propri figli...

31 Gennaio 2019

La business philosophy delle aziende liberate

scritto da

      “Ho vissuto l’esperienza di aver ricevuto fiducia nel prendere la leadership. La sensazione che hai come dipendente quando ti accade qualcosa del genere è così importante che vorresti che tutti gli altri potessero sperimentare la stessa sensazione e impegnarsi nell’organizzazione”. A parlare è Karl Fritchen, giovane manager vendite della zona Asia Pacifico della QuadTech, divisione della Quad/Graphics fondata dai fratelli Quadrucci nel 1971 a Pewaukee, Wisconsis. Quando si espresse in questi termini, Fritchen non si riferiva al suo incarico di ceo della QuadTEch, ma alla piena fiducia e totale libertà...

21 Gennaio 2019

Lady Gaga, la metamorfosi naturale di una trentenne

scritto da

      I trent’anni sono liberi, ribelli, fuorilegge. «Siamo un campo di grano maturo, a trent’anni, non più acerbi e non ancora secchi: la linfa scorre in noi con la pressione giusta, gonfia di vita» Oriana Fallaci, “Se il sole muore”   Lo sa bene Stefani Germanotta, alias Lady Gaga, che nel documentario “Gaga five foot two” (è possibile guardarlo su Netflix) dice: «A trent’anni non ho più insicurezze, non mi vergogno di come sono. Mi sento molto meglio». Guardando il docufilm, girato nel 2017, si scopre una Lady Gaga terrena, inquieta, tenera, decisa, forte e fragile insieme. Come tante...

11 Dicembre 2018

Networking, sei regole per essere circondati da "quelli bravi"

scritto da

    Una delle prime regole del networking, del “fare rete”, è quella di dare prima di ricevere. E’ così che la magia della rete si accende, è così che dalle relazioni umane si ottiene il massimo del valore: quando non si è solo connessi, non ci si conosce solo superficialmente, rimanendo ognuno nelle proprie case, uffici, scrivanie, ma si vive la rete facendo qualcosa che possa essere utile anche per qualcun altro. Perché se è vero che tutti siamo mossi da una motivazione e un'esigenza personali, prima o poi il turno di quello che potrebbe avere bisogno di qualcosa, tocca a tutti, e perché è nella natura umana...

22 Novembre 2018

Bambini, la formula olandese dell'indipendanza imparata da piccoli

scritto da

    Siamo nel pieno dell’autunno, ma a prescindere da clima e temperature, come ogni mattina butto lo zaino in spalla o nel cestino della bici e via: si parte per scuola e “asilo” dove i miei figli, arrivati alla porta o nel cortile, al massimo mi daranno un abbraccio prima di correre insieme ai loro compagni a iniziare la loro giornata. E con un gran sorrisone. Da quando viviamo in Olanda, forse a partire dall’incontro necessario con i sistemi di cura locali, il tema dell’indipendenza dei bambini anche piccolissimi per la sua particolarità, è diventato ben presto uno degli oggetto di riflessione e argomento di...

26 Settembre 2018

Obbedire per paura o per rispetto? Quando i bulli si considerano leader

scritto da

        Riconoscere chi ha il potere e distinguerlo da chi non ce l’ha e lo esercita in maniera distorta. Usare la forza fisica o psicologica oppure avere l’autorevolezza del leader? Come si costruisce il concetto di autorità? I bambini semplificherebbero: come riconoscere i buoni dai cattivi? Un recente studio condotto congiuntamente dall’Università di Trento (Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive) e dall’Università dell’Illinois (Dipartimento di Psicologia) e pubblicato sull’ultimo numero dei Proceedings of the National Academy of Sciences stabilisce che già all’età di due anni i bambini...

07 Dicembre 2017

Lo stile manageriale più efficace (qui e ora)

scritto da

      I temi caldi che le aziende devono affrontare sul fronte organizzativo -  tenendo ben chiaro che hanno un effetto diretto sulla produttività – sono tutti legati alla necessità vitale di ingaggiare le persone e far sì che diano il loro miglior contributo. Ciò significa rispettarle, ascoltarle, cercare di rispondere alle loro esigenze di vita, mettendole nelle condizioni per appassionarsi al lavoro. Il resto tocca a loro. Ma questo è “solo” il punto di partenza, il terreno fertile su cui impostare un modello di lavoro fluido e funzionale al business, sotto la pressione della trasformazione digitale. E...