28 Settembre 2022

Dall'Iran a Cuba e all'Italia la lotta per i diritti (non solo delle donne)

scritto da

  Le mani veloci raccolgono i capelli biondi legandoli in una crocchia come quella che ogni donna si fa quando c'è un lavoro da fare. Dieci secondi di un video che ha un sapore di normalità, se non fosse per il vociare della folla lì vicino, braccia alzate per protesta e movimenti nervosi di protesta e di lotta. La ragazza è scesa in piazza come migliaia di coetanee in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini, arrestata dalla polizia morale del Paese per aver indossato impropriamente il velo. https://www.youtube.com/watch?v=BorYzPxGF6g Poco importa che la giovane bionda della coda di cavallo non sia Hadith...

27 Settembre 2022

Femminicidi, vive e morte le vittime sono le grandi assenti di questa campagna elettorale

scritto da

Anche in tempo di campagna elettorale, i femminicidi non si fermano. Ad allungare la lista è Alessandra Matteuzzi, 56 anni, finita dall’ex compagno a martellate, a Bologna nell’ultimo scorcio d’estate. Il dossier del Viminale, presentato a ferragosto, ha fotografato in un anno (primo agosto 2021 - 31 luglio 2022), 125 donne uccise. E il dato è in crescita (erano 108 nel 2021). Il tema per le forze in campo non sembra però essere tra quelli prioritari. Antonella Veltri, presidente di D.i.Re, parla di «campagna elettorale frettolosa e di dibattito politico in cui la violenza contro le donne è la grande assente». I dati...

22 Settembre 2022

Rete per la parità: "Dove sono i diritti nei programmi dei partiti?"

scritto da

La Rete per la Parità, associazione presieduta da Rosanna Oliva De Conciliis, ha realizzato una disanima dei programmi dei partiti in vista delle elezioni del 25 settembre in chiave di diritti. E' preoccupante che nella grande maggioranza dei programmi non sia stato considerato che il nuovo Parlamento e il Governo avranno il dovere di legiferare per completare le sentenze della Corte costituzionale in materia di diritti. Quella sul suicidio assistito e in generale sul tema del fine vita, la riforma del cognome e l’ergastolo ostativo. Temi divisivi ma non per questo da ignorare. Il Legislatore non può disattendere al proprio...

13 Settembre 2022

Scuola, in aumento le spese per libri e corredo scolastico

scritto da

    Figli, fonti inesauribili di felicità. Ma anche di richieste di energie e di spese. Quando ho finito di scrivere questo pezzo, sono andata con la memoria a riguardarmi i disegni di mio figlio che, proprio mentre scrivo, ha iniziato il primo anno di liceo. Mi sono ricordata la felicità dei suoi primi racconti della scuola, amici, temi, ricerche, voti (e anche qualche nota), colloqui con le maestre e con i professori, tutto quello che abbiamo passato durante la didattica a distanza, e ho pensato che l'impegno di energie ed economico che abbiamo sostenuto e continueremo a sostenere per la sua istruzione è sicuramente ben...

08 Settembre 2022

Famiglia, i figli hanno diritto a entrambe le madri anche dopo la separazione

scritto da

  Il diritto, come un organismo vivente, evolve con la società, la cultura, il tempo. Nuove forme familiari richiedono risposte e quando il legislatore non dà soluzioni alle nuove domande, ci pensa la giustizia a dirimere questioni in territori nuovi. E' il caso della decisione del Tribunale di Bari sui diritti di una bambina, nata nel 2017 negli Stati Uniti da maternità surrogata e figlia di due mamme. "Deve essere tutelato l'interesse della minore, che deve poter fruire del diritto di essere mantenuta, istruita, educata ed assistita moralmente da entrambe le persone che considera di fatto suoi genitori e che hanno concorso...

30 Agosto 2022

Rosa Oliva de Conciliis: "Rischiamo passi indietro sul tema parità"

scritto da

Ragionare di parità, in Italia certamente, è esercizio necessario e indifferibile. Che il traguardo non sia ancora stato raggiunto è storia ma è anche cronaca, purtroppo, attualissima. A essere sotto attacco sono da tempo i diritti delle donne, sferzati dall’ultra-destra, in Polonia, come in Ungheria, in Turchia e Oltreoceano. Al riparo, nemmeno i diritti che sino a ieri si davano per acquisiti. Dell’interruzione di gravidanza si parla da mesi, dopo la decisione della Corte suprema statunitense che ricaccia l'aborto sul terreno della clandestinità, abolendo la sentenza che lo aveva legalizzato; malgrado la posizione della UE...

05 Agosto 2022

Tratta degli esseri umani: ogni 10 vittime 5 sono donne e 2 bambine

scritto da

  “Dopo anni di abusi sono riuscita a scappare dalla famiglia che mi aveva reso la loro schiava”. Inizia così il racconto di Annastazia, giovane donna di 16 anni che da quando è morta la madre vive una vita difficile in Tanzania. WeWorld – organizzazione impegnata da 50 anni a garantire i diritti di donne, bambini e bambine in 25 Paesi del mondo, compresa l’Italia – ha raccolto la testimonianza di Annastazia e quella di molte altre donne, bambine e bambini vittime di tratta in occasione della Giornata internazionale contro la tratta di esseri umani di sabato 30 luglio. I dati sono allarmanti. Come evidenzia il Global...

28 Luglio 2022

Prelievi forzosi dei minori, per il direttore Anticrimine Messina ancora troppe criticità

scritto da

    “Quella mattina veniamo accerchiati, io vengo allontanata e trattenuta. Per 4 ore mio figlio grida: voglio la mamma, voglio stare a casa mia. Alla fine sale sull'ambulanza. E in quel momento penso: tutto è perduto". Questo è quanto avvenuto il 5 ottobre 2021 a Somma Lombardo. A raccontare i fatti è Mamma T., nei video si vede Miki - 11 anni - che urla e si dimena. Ora si trova in comunità, la madre non sa dove. Una storia simile è accaduta circa un mese fa a Casalmaiocco, dove Gabriele, 9 anni, viene portato via mentre sua mamma è in comune. D., 6 anni, viene invece prelevato mentre è a scuola. Miki, Gabriele, D....

21 Luglio 2022

Cedaw, l'Italia modifichi il reato di violenza sessuale

scritto da

    Il Comitato delle Nazioni Unite che monitora la Convenzione per l’eliminazione di ogni discriminazione contro le donne (CEDAW) ha accolto il ricorso dell’associazione Differenza Donna sul caso di una donna già vittima di violenza domestica e poi stuprata da un agente delle forze dell’ordine, prima condannato e poi assolto nei successivi gradi di giudizio, rinvenendo negli interventi dell’autorità giudiziaria italiana l’azione di stereotipi sessisti. Una nuova condanna per l’Italia, che spinge nella direzione di una nuova normativa. Il Comitato, infatti, ha raccomandato di introdurre programmi specifici di...

21 Luglio 2022

Perché li chiamiamo femminicidi?

scritto da

Il termine femminicidio è entrato nell'uso comune in Italia da una decina d'anni, ma la sua genesi è lontana e il suo utilizzo ancora discusso. Non è raro, tuttora, per esempio tra giornalisti, trovarsi a discutere sull'opportunità del suo utilizzo. Tra le più frequenti critiche che mi è capitato di sentire ci sono quella che sarebbe denigratorio per le donne uccise, che si tratta di un termine cacofonico e poco comprensibile, scorretto ("perché allora non si parla di maschicidi?"), solo per citarne alcune. La questione della definizione però non è una questione di lana caprina o per appassionati del genere: definire...